pane della paceAlife(Ce)-
Riportiamo una bella testimonianza tratta dalla pagina del progetto di Solidarietà: “Il Pane della Pace(Cliccare qui per visualizzare la pagina)” promosso dall’associazione di volontariato della provincia del “Movimento per la Pace III Millennio”.  Il lavoro che c’è dietro  nel riuscire a portare questo progetto nella città di Alife e nell’area matesina,  è davvero tanto, soprattutto se si va  considerare che l’associazione è composta da volontari, ragion per cui all’attivo non possiede fondi, quindi il tutto è autofinanziato da “chi” dirige il progetto.  Grazie a questa possibilità infatti, molte famiglie indigenti che non riescono ad arrivare a fine mese, riescono ad avere un piccolo contributo mensile, che può sostenerle. “Lo scopo è quello di sensibilizzare e di educare alla cultura della solidarietà, perché solo questa è la strada che ci permetterà di uscire da questa crisi“. Riferiscono i soci del direttivo del “Movimento per la Pace”. Proprio in data odierna i volontari dell’ associazione si sono attivati per il consueto carico mensile delle derrate alimentari, ma qualcosa è accaduto. Lasciamo il racconto ai protagonisti della vicenda (messaggio preso dalla pagina del progetto): “Volevamo informare quanta fatica si fa nel portare avanti un progetto di solidarietà a servizio degli indigenti. In data odierna mentre ci si recava con il furgone a fare il carico di derrate alimentari presso la sede centrale del “Banco delle Opere di Carità”, organo che fornisce mensilmente alla nostra associazione pacchi alimentari che destiniamo alle famiglie indigenti del ns territorio provinciale, l’automezzo si è bloccato per via della frizione rotta. Siamo rimasti fermi per un po’ di tempo e dopo varie peripezie siamo riusciti trovare un meccanico nelle vicinanze ( si ringrazia l’amico dott. Carlo D’Andrea, del gruppo della ns associazione di Caserta per averci “illuminati”…). Meno male che stamane ( ringrazio l’ Angelo custode e “Qualcuno” che da lassù continua a starmi vicina e a illuminarmi….) per via del carico di derrate più pesante che ci era stato destinato per questo mese, oltre al furgone di mio fratello Raffaele Ginocchio, siamo andati con un secondo furgone per rendere il viaggio di ritorno più scorrevole e leggero. La strada infatti all’altezza della zona di Caiazzo(Ce), una strada trafficatissima perché collega l’alto casertano con il capoluogo di provincia e l’autostrada.., presenta in alcuni tratti una notevole salita, subito dopo seguita da una strada in forte discesa, ragion per cui un carico troppo pesante avrebbe potuto causare non pochi disagi e problemi all’ autista del furgone( mio fratello Raffaele). Perciò è doveroso ringraziare la “Divina Provvidenza” che ci “Illumina” e ci ha anche protetti ( mai come ora chi sta scrivendo queste parole lo può testimoniare…), soprattutto se si va a considerare che si stava svolgendo un servizio di Carità verso il prossimo. Se la frizione del furgone infatti si fosse rotta per strada ( si è rotta presso la sede del magazzino, i nostri volontari erano in partenza…”meno male”) poteva succedere un guaio grosso…E’ doveroso infine ringraziare l’amico che ci ha offerto supporto mettendoci a disposizione il secondo furgone: “Giovanni CORNELIO” di ALIFE(Ce), titolare di una piccola azienda di apicoltura biologica. Grazie anche agli altri amici nostri volontari che ci accompagnano sempre: “Raffaele” e “Felice” che nell’ imprevisto accaduto hanno saputo offrire supporto e dimostrare pazienza…. Alla fine sono arrivati tutti a destinazione sani e salvi. Il furgone di mio fratello è rimasto dal meccanico per essere riparato e siamo ritornati tutti a casa con il secondo furgone dell’amico Giovanni che ci ha salvati da questa situazione. Tutto bene ciò che finisce bene…però quanta fatica che si fa per portare avanti un progetto per il Bene Comune. Che il Dio della PACE benedica tutti coloro che si sono prodigati in questa giornata per un servizio di Carità e benedica “chi” si impegna ogni giorno per promuovere la cultura della condivisione e della solidarietà sociale contro ogni spreco egoistico..Continuiamo perciò a mobilitarci, a impegnarci e a lavorare..nonostante tutto…Saluti di Pace a tutti! ( Agnese Ginocchio, presidente “Movimento per la Pace – III Millennio”, per ns. progetto sociale: “Il Pane della Pace” 6/06/ 2013)”

giovanni cornelio e antonio alfanoNote: Si ricorda che “Giovanni CORNELIO”(nella foto sopra è il 2° da sx) fece parte anche del gruppo escursionistico che accompagnò la scorsa estate 2012 l’atleta alifano Antonio Alfano (nella foto il 1° da sx) sui monti del Matese a porre la “Bandiera della Pace”(per conto del Movimento per la Pace) sulla cima più alta del Monte Miletto (2000 mt)

-Per seguire le attività del Progetto visita la pagina(cliccare qui sopra)

Dichiarazione dei redditi: Dona il 5 per mille “Gratis” al “Movimento per la Pace” 

Dona il tuo 5 per mille alla nostra Associazione sostenendo i nostri progetti di Pace a servizio dei diritti di chi è “senza voce”. Donando “gratis” il tuo 5 per mille ci aiuti ad accogliere e continuare a seguire i progetti iniziati a favore dei disagiati e di chi vive in condizioni di estrema necessità. Ricordiamo che:
Il 5 per mille non sostituisce l’8 per mille (quest’ultimo viene destinato alle confessioni religiose) e non ti costa nulla. Puoi sostenere i nostri progetti con una semplice firma nella tua dichiarazione dei redditi per ribadire il tuo “No” alla povertà, agli abusi e all’ ingiustizia sociale
Aiutarci è facile!
Inserisci il codice fiscale della nostra associazione che é: 91010790615 e la tua firma nello spazio dedicato sul Modello Unico o sul 730 oppure sul CUD. Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in un’azione di concreta solidarietà. Grazie infinite nel nome della Pace per il tuo gesto solidale a servizio della Pace e degli ultimi. GRAZIE! Ti INVITIAMO A PASSARE PAROLA E DIFFONDERE QUEST’ INFO ANCHE AI TUOI CONTATTI. (Il Direttivo).
Per maggiori info contattare Agnese Ginocchio inviando email a: movimentoperlapace@katamail.com. Sito:http://movimentopaceambasciatori.blogspot.com/)
LA NOSTRA ASSOCIAZIONE E’ UFFICIALMENTE RICONOSCIUTA DALLA REGIONE CAMPANIA E ISCRITTA ALL’ALBO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO ONLUS (Informazione presa sempre dalla pagina del progetto sociale Il Pane della Pace)