60049_10201632967016609_243184852_nL’AIFVS Associazione Italiana familiari e Vittime della Strada con le sedi di Pozzuoli ed Aversa tramite i propri rappresentanti di sede ovvero Rosa Di Bernardo e Biagio Ciaramella due genitori che hanno perso tragicamente i propri figli in gravi incidenti stradali, si sono messi a disposizione dei familiari superstiti e dei feriti della strage di Monteforte Irpino, sia per condividere il dolore e la sofferenza con solidarietà, sia per incontrarli … ( il giorno x e presso…) e spiegare con tutti i chiarimenti del caso a tutti i familiari il cammino verso la giustizia che li attende e che dovranno obbligatoriamente percorrere che le indagini verso le condotte dei dirigenti e dei tecnici della società Autostrade, tendenti a verificare eventuali omissioni
colpose per non aver adeguato il tratto stradale del viadotto da dove l’autobus è precipitato e non aver investito risorse economiche per istallare barriere di nuova generazione provvedendo alla predisposizione di nuove barriere di sicurezza, fanno già prevedere come alquanto tecnico e particolarmente complesso. L’incontro che i dirigenti delle sedi Aifvs Biagio Ciaramella e Rosa Di Bernardo intendono proporre alle vittime mira anche a spiegare con l’aiuto di psicologi come il cammino verso la giustizia e la verità si leghi anche alla elaborazione del lutto e che il risarcimento da parte della assicurazione dell’autobus del massimale di garanzia ai trasportati deve essere concordato da tutte le parti o stabilito da un Giudice ma potrebbe precludere la possibilità di costituirsi parte civile e partecipare attivamente al procedimento penale e che quindi è assolutamente necessario non dividersi con la assistenza legale da parte di tanti avvocati e periti ma di concentrare la scelta della assistenza legale e peritale su chi ha già svolto per la associazione decine di processi penali per casi analoghi per omicidi derivanti da sfondamento di guard rail
contro imputati dirigenti di società stradali.sul banco degli imputati. La Associazione sulla scorta di tante esperienze negative lancia un appello per l’incontro con i familiari in modo che non vengano raggiunti da chi dal loro risarcimento ne vuole solo trarre profitto a scopo di lucro (come purtroppo nel territorio a tanti è già successo) ed aiutarli quindi con solidarietà mettendo loro a disposizione i massimi esperti che hanno frequentato ed insegnato nei master della Facoltà di Ingegneria dipartimento di meccanica della Università
di Firenze quali periti convenzionati per la ricostruzione della dinamica e avvocati che operano, per scelta e dopo essere a loro volta sopravvissuti ad incidenti gravissimi, solo a favore delle vittime della strada e dei soci della AIFVS da oltre dieci anni con esperienza di centinaia di processi penali e civili per omicidio colposo stradale, avvocati esperti che lavorano a livello nazionale e selezionati già con fiducia dalla AIFVS che operano non per lucro ma per solidarietà assieme a medici legali, criminologi e psicologi giuridici
di chiara fama. (Comunicato da Giustizia per Luigi AIFVS)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”