MALEDETTI VOI CHE SEMINATE INGIUSTIZIE E POI SOLENNEMENTE STABILITE CHE SI DEBBANO RISPETTARE I MINUTI DI SILENZIO. MALEDETTI VOI CHE VEDETE IN DEGLI UOMINI SOLO MANODOPERA A BASSO PREZZO MA NON CITTADINI DEL MONDO DA ACCOGLIERE. MALEDETTI VOI CHE VENDETE ARMI E SFRUTTATE POPOLI E TERRE MA POI RESPINGETE COLORO CHE SCAPPANO DA POVERTA’ E GUERRA CHE AVETE GENERATO. MALEDETTI VOI CHE VI DITE CATTOLICI E POI NON ASCOLTATE LE PAROLE DI SOLIDARIETA’ E DI ACCOGLIENZA DI PAPA FRANCESCO, MALEDETTI VOI CHE VI INDIGNATE PER UN POLITICO DELINQUENTE E NON PER LA MORTE DI CENTINAIA DI BRACCIA TESE CHE ANNEGANO NELL’INDIFFERENZA. MALEDETTI VOI CHE CI AVETE COSTRETTI AD ADERIRE AD UN EUROPA DELLE BANCHE E E NON DEI POPOLI. MALEDETTI VOI SIGNORI DELLA TV CHE DISINFORMATE E POI MOSTRATE LA DISPERAZIONE SEMINATA DALLA “GLOBALIZZAZIONE DELL’INDIFFERENZA” SOLO QUANDO GALLEGGIANO I CADAVERI.
ETERNA PACE A VOI CHE CON ENTUSIASMO E CUORE COLMO DI SPERANZA VOLEVATE APPRODARE IN UN CONTINENTE SPENTO NEL PROPRIO EGOISMO. IL DIO DELLA VITA E’ CON VOI! Gianluca Ferrara (Dissensi Edizioni)

Tragedia Lampedusa centinaia e centinaia di migranti morti nel mare. L’ Italia non più la PATRIA dell’ accoglienza ma PATRIA DI MORTI E DI CIMITERI!

La tragedia accaduta in data 3 Ot 2013tobre nella quale hanno perso la vita centinaia e centinaia di migranti dimostra il totale fallimento dell’ ITALIA. La nostra patria era considerata la TERRA dell’Accoglienza. OGGI INVECE si è trasformata in TERRA DI MORTE E DI CIMITERI. QUESTA TRAGEDIA CI FACCIA RIFLETTERE TUTTI, in special modo ogni volta che trovandoci di fronte allo straniero gli volgiamo le spalle con indifferenza e disprezzo, con razzismo ed ingordigia, illusi di credere che siano loro i cattivi, quando invece lo siamo NOI per i nostri comportamenti ed il cattivo esempio che siamo capaci di trasmettere al forestiero. OGGI 3 OTTOBRE 2013 festa del Transito di S. Francesco d’Assisi Strumento di Pace e padre dei rifugiati, tutti quanti NOI siamo corresponsabili della morte di circa 500 migranti. In queste sere non si fa che parlare di questo in TV. Parole..parole e soltanto parole dette a vuoto, che non sanno spiegare cosa sia successo…Parole che pesano come un macigno sulla COSCIENZA! Parole che sarebbe meglio dare spazio al silenzio anzichè giustificare il proprio FALLIMENTO. Papa FRANCESCO ci ricorda che la Carne dei rifugiati è la carne di CRISTO. OGGI ABBIAMO ucciso CRISTO per 500 volte! RIFLETTIAMOCI. Non passiamoci sopra in maniera superficiale e indifferente come solo Noi sappiamo fare. RIFLETTIAMOCI, perchè in questi nostri fratelli si riflette il volto di Dio. Essi sono la nostra Umanità. Uccisi, siamo stati uccisi noi. Morti, noi siamo un popolo morto. Annegati, siamo annegati nel mare dell’ INDIFFERENZA. Ma l’ INDIFFERENZA UCCIDE! Non c’è peggior cieco di colui che non vuol vedere, ne peggior sordo di colui che non vuol udire. PERDONATECI FRATELLI MIGRANTI…le nostre colpe sono tante, perchè abbiamo commesso IGNAVIA nei vostri riguardi PERDONATECI! Profondo dolore e cordoglio per la morte della mia umanità! (Agnese Ginocchio-Testimonial per la Pace)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”
Annunci