2 (1)Da Orta di Atella a Caivano. Un popolo in marcia
 
Non si era mai vista una manifestazione così sentita dalle mie parti. Ieri, 4 ottobre, ad Orta di 1 (1)(CE), uno dei centri appartenenti alla ‘Terra dei fuochi’, circa 50.000 persone sono scese in strada per stringersi contro un male comune, contro le terre devastate dai rifiuti tossici e dai veleni sversati dalla malavita. Migliaia i bambini con cartelli e palloncini bianchi perchè sono soprattutto loro il nostro futuro. Ieri il popolo ha dimostrato che, se vuole, può sconfiggere questo sistema che sta 4portando solo alla morte. La manifestazione è stata organizzata dal comitato ‘La Terra dei fuochi’, con la collaborazione di molte associazioni locali che hanno partecipato alla Marcia per la vita. Tanti i comitati civici che hanno dato la loro adesione e il loro appoggio per la buona riuscita di questo corteo. Paesi paralizzati per ore, circa sei km di persone da Orta di Atella (CE) a Caivano (NA) unite dalla speranza di un mondo migliore per se stessi e per i propri figli. Non smetteremo di farci sentire.
Anna Protta, cittadina di Orta di Atella (CE)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”