Logo 3 Ambasciatori Pace III MillennioMatese(Caserta) – Un anno fa dalle pagine di questo portale (leggi articolo), in vista dell’ escalation de casi anomali di patologie tumorali nella nostra area matesina fu lanciato l’allarme, per la costituzione di un comitato civico di sorveglianza sul territorio, affinché si potesse avviare un attento esame di monitoraggio ed avviare l’iter per l’istituzione di un Registro dei tumori per quanto riguarda l’ intera area matesina. All’indomani della pubblicazione del documento relativo alle dichiarazioni del pentito Schiavone,  relativo alla scorsa audizione innanzi alla Commissione antimafia, torna nuovamente l’allarme Matese, per via delle dichiarazioni dello stesso pentito, che a come si legge a pagina 20 dice in chiaro che anche questa vasta area è stata interessata da sversamenti di rifiuti radioattivi (leggi qui art.) .

Riportiamo di seguito, all’indomani della sconcertante pubblicazione del fascicolo riguardante le dichiarazioni del pentito Schiavone innanzi la Commissione antimafia, il Comunicato diramato dall’ufficio stampa del “Movimento internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato- III Millennio“, presieduto dalla Testimonial per la Pace Agnese Ginocchio originaria delle Terre del Matese e autrice dell’ appassionato e struggente “Inno” dedicato alla sua e nostra Terra Madre : “Campania infelix, Terra Madre,  Martire (vedi qui)”.  “Abbiamo da qualche mese celebrato nella nostra area del Parco del Matese, la Giornata della Custodia del Creato dedicandola a tutte le “Vittime dell’inquinamento ambientale” con la presenza dell’ ambientalista oncologo napoletano Dott. Antonio Marfella (Isde Campania). Siamo seriamente preoccupati per quello che sta accadendo nella nostra area. Vediamo intere famiglie sterminate nel giro di pochissimo tempo dal male del secolo. Pensando che non si può restare fermi a guardare che la situazione, già gravemente compromessa, continui a degenerare, chiediamo a “Chi” di dovere: ARPAC, CORPO FORESTALE DELLO STATO, ISDE MEDICI PER L’ AMBIENTE della Provincia di Caserta e della Regione Campania, di mettere in atto il dispositivo n.56/2008 della conferenza Stato Regioni, in base a cui, i Centri Antiveleno Regionali ( referente in Campania l ‘Ospedale Cardarelli di Napoli ) mediante ambulatori e laboratori analitici avviino le dovute indagini tossicologiche. Solo così sarà possibile diagnosticare e quindi CURARE la pandemia tossica che sta decimando la Regione e in maniera particolare l’ intera area matesina a causa dei rifiuti tossici industriali criminalmente diffusi nell’ ambiente. Ormai è palese, e non si possono più definire delle semplici voci di corridoio, il pentito Carmine Schiavone che conosce perfettamente tutta l’area geografica della provincia di Caserta, compresa la nostra area matesina, é stato fin troppo chiaro. Se poi si vuole continuare a usare l’atteggiamento del far finta di nulla, del non parlare, del non sentire e del non udire si faccia pure. Ma non possiamo negare l’ evidenza dei fatti! Sappiamo che nell’area matesina sono stati seppelliti in maniera indiscriminata rifiuti tossici radioattivi. Carmine Schiavone è stato chiaro: “le popolazioni dei comuni inquinati si ammaleranno di cancro tra 20 anni”. CHIEDIAMO dunque al pentito CARMINE SCHIAVONE di INDICARCI DOVE SONO STATI SOTTERRATI RIFIUTI TOSSICI!  I rifiuti  tossici sono veleni che minacciano la salute pubblica, l’ambiente e compromettono gravemente le falde. La Terra é di DIO! L’uomo é solo custode, non padrone. Bisogna custodire il Creato per salvaguardare la vita e coltivare quindi la Pace. Chi aggredisce l’ambiente attenta alla vita e commette reato. Non possiamo permetterlo. Bisogna INDAGARE per fermare l’ondata distruttiva. Invitiamo i Sindaci dell’area matesina, a farsi carico di quest’accorato appello. Perchè se hanno davvero a cuore la salute delle nostre comunità e di queste bellissime terre,  hanno il dovere morale di scendere immediatamente in campo e di chiedere, dopo quanto rivelato da SCHIAVONE, l’intervento dell’ ARPAC, del CORPO FORESTALE e della COMMISSIONE ANTIMAFIA. IL MATESE e la CAMPANIA non devono MORIRE! Ass. di volontariato onlus “Movimento per la Pace e la Salvaguardia del Creato-III Millennio”  .

Articolo correlato:

RIFIUTI: IL MATESE AVVELENATO dalla CAMORRA! LE SCONVOLGENTI RIVELAZIONI del pentito SCHIAVONE che confermano le VOCI del POPOLO che da tempo ne lanciava l’ ALLARME!

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”