segretario generale regionale coisp - giuseppe raimondiA circa un anno di distanza , il movimento denominato “I forconi”, nato in Sicilia ma diffusosi a macchia d’olio in tutta Italia, ha fatto sentire nuovamente la propria voce, in data odierna, con manifestazioni che hanno interessato tutte le regioni italiane. Non sono mancati momenti di tensione in particolar modo a Torino ove si sono registrati scontri tra manifestanti e forze dell’ ordine.
Sull’ argomento è intervenuto Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Regionale del Sindacato di Polizia COISP, il quale ha dichiarato: “ Massima vicinanza ai colleghi rimasti feriti negli scontri capitati a Torino tra manifestanti e forze dell’ordine. Intendo però sottolineare il gesto di enorme distensione e solidarietà espresso dalle forze dell’ ordine che con il semplice segno di togliersi il casco, hanno stemperato gli animi, ricevendo in cambio un caloroso applauso. Momenti come quelli che hanno visto manifestanti furiosi, applaudire le forze dell’ordine urlando loro frasi del tipo “Siete come noi” sono da sottolineare e rimarcare in quanto danno il senso della democrazia. Noi appartenenti al Comparto Sicurezza siamo sicuramente vicini ai manifestanti che in questo difficile momento storico urlano il proprio dissenso , ma in ogni caso non tollereremo in nessun modo atteggiamenti violenti, condannando anticipatamente ogni episodio grave, restando sempre a salvaguardia dei più elementari principi democratici. Siamo tutti figli di questo popolo che soffre – termina il leader regionale del Coisp – Il nostro compito è quello di garantire a tutti poter manifestare in forma pacifica e oggi accanto a loro, c’eravamo anche noi ! ” (Comunicato da ufficio stampa COISP Luigi FUSCO Napoli 9 dicembre 2013)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”