Il ministro per l’Integrazione, Cécile Kyenge, ha passato il Natale servendo il pranzo, insieme alle due figlie, in una mensa per profughi, al Centro Astalli di Roma gestito dai gesuiti. Dopo aver indossato un grembiule, dei guanti e un cappellino bianco, il ministro ha prima impilato i piatti di plastica e poi ha servito la pasta agli ospiti in attesa, mentre le figlie, Giulia e Maisha hanno tagliato panettoni e pandori e distribuito le arance. Al pranzo era presente anche il marito del ministro, Domenico Grispino (ansa)

Per visualizzare altre foto cliccare qui sopra

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Mstesino & d”

Annunci