vigili del fuocoPiedimonte Matese(CE)- Caso tentato suicidio e intervento ritardato dei VVF . L’intervento della Testimonial per la Pace Agnese Ginocchio in merito agli ultimi fatti accaduti con la richiesta esplicita ai sindaci ad aprire una Caserma locale dei VVF. ” Domandiamoci piuttosto per quale motivo i VVF non sono intervenuti nell’ immediato e solo dopo 40 minuti. Il problema è sempre lo stesso. Non esiste nessuna squadra operativa sul territorio matesino. In caso di eventi tragici i tempi di attesa sono quelli che sono. Allora con chi vogliamo prendercela? Non è colpa certamente la loro se, poveretti, per arrivare a Piedimonte o ad Alife, dalla stazione più vicina di competenza, che sarebbe quella di Teano, occorrono 40 minuti. Il problema è che finora sull’ insediamento della Caserma VVF nel Matese si è fatto solo un gran parlare ma nulla di concreto. Allora cos’ altro vogliamo aspettare, che accada qualche altra tragedia per prendere una decisione definitiva? Di fronte a questa e altre situazioni di emergenza, ultima quella del sisma che ha colpito l’area matesina, noi tutti che abitiamo in quest’area così vasta, purtroppo scoperta dal punto di vista sicurezza, abbiamo necessariamente bisogno di una presenza attiva sul posto dei VVF. Qualsiasi calamità o sventura dovesse accadere viviamo in un territorio completamente isolato. Chi ci verrà incontro? Chi ci soccorrerà? I Vigili del Fuoco sono nostri amici, ci sono sempre accanto, soccorrono l’uomo in situazioni di bisogno, ma ci sono accanto anche in situazioni liete. Loro rischiano continuamente la vita per proteggere uomini, bambini e animali. Sono proprio come i Custodi che vegliano sulla nostra vita. Proprio come quel Vigile del Fuoco che la Vigilia della Befana a Caserta per far sorridere i bambini purtroppo fu vittima di un grave incidente. Durante il periodo del sisma li abbiamo visti lavorare ininterrottamente sul nostro territorio per la sicurezza e l’incolumità dell’uomo. A loro va il più sentito e profondo ringraziamento per l’opera di missione che svolgono. Loro sono i nostri “Ambasciatori di Pace” . E’ stato proprio un Vigile del Fuoco che ha realizzato per noi la maestosa “Croce della Pace”, che abbiamo solennemente esposto a Caserta durante la recente “Preghiera per la Pace” per la guarigione del Vigile del Fuoco ferito Salvatore Alfano. In caso di situazioni di emergenza domandiamoci perciò la causa dei ritardi dei VVF da cosa dipende, non certo dalla loro volontà, che lavorano ininterrottamente 24 ore su 24, bensì dalla distanza chilometrica dalla Caserma di competenza e dall’ assenza di un presidio sul nostro territorio matesino. Appello dunque a “chi di dovere” di provvedere alla risoluzione tempestiva del problema. Non si può più aspettare, ne abbiamo necessariamente bisogno! Grazie per l’attenzione” Agnese Ginocchio, “Presidente del Movimento Internaz. per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio della provincia” (Comunicato stampa)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Pubblicità