Fax MIBACLa Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici predispone nuove verifiche a partire dalla settimana prossima. La Diocesi, impossibilitata a “procedere in proprio”, chiede all’Ufficio regionale competente di acquisire informazioni dettagliate su quanto predisposto.

La Diocesi è stata informata che mercoledì 18 febbraio presso la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici si è riunita la commissione di tecnici che ha preso in esame le problematiche riguardanti la messa in sicurezza degli edifici di culto e dell’Episcopio colpiti dal sisma del 29 dicembre scorso. A seguito della consultazione la Diocesi di Alife-Caiazzo ha sollecitato l’Ufficio regionale preposto a “comunicare le modalità d’intervento e lo stato dell’iter procedurale-amministrativo necessario per poter intervenire”.
Procede così tutto l’interessamento dell’Ente ecclesiastico perché i lavori di verifica e le conseguenti opere di messa in sicurezza – ove necessario – avvengano nel più breve tempo possibile al fine di garantire nuovamente il regolare svolgimento delle attività pastorali, e la sicurezza pubblica dei cittadini.
Da quanto è dato sapere, le verifiche agli edifici riprenderanno la prossima settimana, tuttavia la Diocesi, chiarita ulteriormente l’impossibilità di “procedere in proprio” ha comunicato alla Direzione di cui sopra – nella persona dell’Ingegnere Antonio Mariano – l’urgenza di ricevere comunicazioni dettagliate sulle decisioni assunte e sulle prossime azioni di intervento. (Comunicato da Diocesi Alife – Caiazzo)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”