premiazioneI° Torneo Città di Maddaloni – Domenico De Francesco (le finali)Si è concluso il I° Torneo Città di Maddaloni – Domenico De Francesco, che ha  visto vincere il Centro Minibasket Marcianise dopo una finale tirata,  bellissima sia tecnicamente che agonisticamente, con alcuni dei migliori  prospetti regionali della categoria Under 15 impegnati sul parquet. Di seguito  tutte le gare, con tabellini, commenti e la classifica finale.
PALL. CASALNUOVO- VESUVIO SAN SEBASTIANO 31- 56PARZIALI: 3- 18; 17- 27; 19- 33
CASALNUOVO: Di Fiore 3, Visone S. 2, Esposito 2, Affinito 2, Visone C. 6, Rupe
2, Fico, Rosanova 1, Capone 13, All. Marchetta.
VESUVIO: Savioni 2, Iorio 6, Ranieri 19, Minervino 6, Marchesano 18,
Montescuro 2, Esposito, Langella 3, All. Battaglia.ARBITRI: Gazzillo e Santonastaso.COMMENTO: La finale valevole per il settimo posto è stata segnata sin dalle  primissime battute, con il Vesuvio San Sebastiano che ha preso il largo già nei  primi 10′ di gioco. Il Casalnuovo, come già ha dimostrato in altre occasioni,  parte con il freno a mano tirato. Nella seconda frazione la trama resta  praticamente identica, con i vesuviani che vanno in vantaggio con dieci  lunghezze al riposo lungo. Nel terzo periodo si segna con il contagocce (6-2),  e allo fine gli ultimi 10′ servono solo per decretare il risultato definitivo,  a favore del Vesuvio.

BC GIUGLIANO- PEGASO PORTICI 68- 62
PARZIALI: 18- 11; 30- 24; 45- 39
GIUGLIANO: Lopedote, Palma, Luongo 2, D’Alterio 16, Madtroianni, Pianese 27,
Brillante 10, Ruocco 13, All. Cozzolino.
PORTICI: Vittozzi 9, Verde, Cimino 15, Scognamiglio 8, Russo Ma. 16, Buonomo,
Addeo 1, Ciano 22, Russo Mi., All. Trotta.
ARBITRI: Di Siena e Laino

COMMENTO: Finale combattuta quella per il quinto posto, che ha visto Giugliano  e Portici darsele di santa ragione, sportivamente parlando. Eppure a prendere  le operazioni in mano, è stato sin da subito il Giugliano, che alla fine ha  sempre guidato nel punteggio la gara. Per questo basta vedere i parziali. Dal  canto suo, però, il Portici non ha mai abbandonato mentalmente la partita,  rivelandosi un osso duro da battere. Non ci sono mai stati più di dieci punti a
dividere le due formazioni, segno del grande equilibrio che c’è stato in campo.  Alla sirena finale, però, l’ha spuntata il Giugliano.

VESUVIUS CERCOLA- FLEGREA BASKET 34- 77
PARZIALI: 12- 17; 17- 40; 24- 60
CERCOLA: Nappo 10, Mastrillo 2, De Lucia, Finelli 2, Formisano 10, Rea 10,
Rosi, All. Esposito.
FLEGREA: Martorelli 5, Delgado, Morgillo 12, Bordi 26, Behrend 9, Zollo 6,
Romano 2, Gallo 3, Galario 4, Gianfrancesco, Venditto 10, All. Carrozzo.
ARBITRI: Natale e Santoro

COMMENTO: Dura sostanzialmente un quarto la finale per il terzo posto, che ha  visto il Flegrea battere piuttosto nettamente il Cercola. Le due formazioni  hanno giocato alla pari nei primi 10′, dopo però i napoletani hanno preso il  sopravvento. Davvero nulla hanno potuto i ragazzi del Cercola, forse spenti  prima mentalmente che fisicamente dopo quattro giorni di gare intense. Alla  fine lo scarto è stato, forse, anche troppo pesante.

PALL. SAN MICHELE- CM MARCIANISE 55- 62
PARZIALI: 11- 15; 27- 27; 38- 42
MADDALONI: Notaro, Torre, Nuzzo 3, Tedesco n.e., Ciccone 10, Pascarella 19,
Bocciero 2, Spallieri 2, Calcavecchia n.e., Ceriello 8, Farina n.e., Ferraro n.
e., Nappi 11, All. Borrelli, Ass. De Maria.
MARCIANISE: Sapio 3, Ommenniello, Ascione n.e., Menditto 18, Salzillo,
Brillante 5, Robusto 10, Aprea 10, Conforto 16, Sparaco, All. Donadoni.
ARBITRI: D’Aiello e Frattini.

COMMENTO: Grande attesa per la finalissima, che vede il Maddaloni avere un  ottimo approccio portandosi sul 7-2 dopo 3′ e costringendo al timeout il  Marcianise. Dal minuto sospensivo escono determinati gli ospiti che giocando  in modo più duro, e soprattutto oscurando il canestro ai biancazzurri,  ribaltano completamente il risultato (7-14) grazie alle giocate di Conforto. Il  secondo quarto è di un agonismo raro per questa categoria, e soprattutto nella  seconda parte di frazione sono arrivati anche i canestri, con Ciccone che ha  più volte bucato la difesa avversaria mantenendo a contatto i suoi sino a
giungere sul 27 pari. Al rientro dagli spogliatoi la gara ha vissuto di  sprazzi. Mentre i marcianisani riuscivano a realizzare in contropiede con  Robusto, i maddalonesi o forzavano la difesa avversaria con le penetrazioni  oppure colpivano dall’arco dei 6,75 con due bombe consecutive di Nappi. Eppure  rimanevano sotto nel punteggio causa una marea di tiri liberi sbagliati. I  biancazzurri compiono il sorpasso sul 43-42 al 33′, ma gli ospiti reagiscono e  piazzano un parziale di 11-0 che avrebbe spezzato le gambe a chiunque, ma non a  questo Maddaloni. I locali infatti, si rimboccano le maniche, non vogliono mollare questa partita, e riescono a piazzare dei mini break grazie alla  ritrovata verve realizzativa di Pascarella ritornando sotto sul 55-58 a 50″dal termine. La roulette dei tiri liberi premia il Marcianise, che vince il trofeo  con Menditto nominato miglior giocatore, ma un grande applauso va fatto ad  entrambe le squadre, che hanno disputato una finale degna di questo nome. Durante la premiazione sono stati presenti i genitori e le sorelle di Domenico  De Francesco, e soprattutto gli amici conosciuti tramite la pallacanestro e  non, che ancora lo ricordano affettuosamente.

CLASSIFICA FINALE:
1) CM MARCIANISE
2) PALL. SAN MICHELE MADDALONI
3) FLEGREA BASKET
4) VESUVIUS CERCOLA
5) BC GIUGLIANO
6) PEGASO PORTICI
7) VESUVIO SAN SEBASTIANO
8) PALL. CASALNUOVO

Addetto Stampa

Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”