foto 1Caiazzo (Ce)- Nella sua veste di coordinatore nazionale delle Cittaslow, il sindaco Tommaso Sgueglia ha partecipato al tavolo di presidenza del conclave mondiale delle comunità del buon vivere, guidando la vasta delegazione italiana che è stata unanimemente riconosciuta come la più attiva in termini di iniziative e politiche attuare per il perseguimento delle finalità istituzionali di miglioramento della qualità della vita, e la più nutrita in quanto sono in continuo aumento i comuni aderenti dove la vivibilità è ottimale. Ma la Cittaslow Assembly 2014 è stata anche l’occasione per il conferimento ufficiale al celebre maestro foto 2artigiano della pizza Franco Pepe, divenuto ormai un’ icona caiatina del buongusto, del titolo di “Ambasciatore di Cittaslow” nel mondo riconosciutogli lo scorso novembre dal board di Cittaslow International. Il vertice della Rete internazionale delle Città del Buon Vivere, nella persona del presidente uscente Gian Luca Marconi e del neo successore Stefano Pisani, hanno voluto rendere onore alla pizza e merito al pizzaiolo caiatino, che ha contribuito così, unitamente al primo cittadino Sgueglia, ad issare la bandiera della città nel conclave internazionale svoltisi in Olanda. “A Franco Pepe, nominato “Ambasciatore di Cittaslow” – si legge nella motivazione ufficiale – per aver interpretato con il suo lavoro di artigiano-artista della pizza, il più profondo senso del vivere e operare in una Cittaslow. Franco Pepe ha saputo tramandare una tradizione e una cultura attraverso le generazioni e ha attualizzato con qualità assoluta e dedizione l’arte del pizzaiolo, portando nel mondo l’immagine di una comunità, quella caiatina, impegnata a risollevarsi da sola e guardare al futuro attraverso forme di economia “slow e smart” .(Comunicato a cura del giornalista Enzo Perretta)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”