abbruciamentiQuestione “abbruciamenti in agricoltura”, emanato Decreto Legge 24 giugno 2014, n° 91 che all’ art 14 comma 8 lettera  b) prevede:

8. Al decreto legislativo n. 152  del  2006   e  successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:

 b)all’articolo 256-bis dopo il comma 6, è aggiunto il seguente:

«6-bis. Le disposizioni del presente articolo e dell’articolo 256 non si applicano al materiale agricolo e forestale derivante  da  sfalci, potature o ripuliture in loco nel caso di combustione in  loco  delle stesse.

Di tale materiale è consentita  la  combustione  in  piccoli cumuli e in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro nelle aree, periodi e orari individuati con apposita ordinanza del Sindaco competente per territorio.

Nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalle Regioni, la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata.».

Vincenzo Santagata

(Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”