CIMG3571Nel pomeriggio del 01 luglio 2014, le guardie giurate venatorie ed ambientali dell’E.M.P.A. (Ente Mediterraneo Protezione Animali), in collaborazione con le guardie giurate venatorie ambientale del WWF (Fondo Mondiale per la Natura), hanno portato a termine una singolare operazione di recupero di un gheppio (falco tinnunculus) famiglia dei falconidi. Nel pervenire una segnalazione ai due nuclei guardie di un uccello ferito in Casalnuovo di Napoli, alla Via Pigia, le guardie si portavano sul posto segnalato e dopo un accurato controllo notavano, sotto una macchina parcheggiata, un gheppio (falco) che cercava di scappare, ma purtroppo non era in grado di volare. Il recupero è avvenuto con cautela, poiché il falchetto presentava un’evidente ferita ad un’ala, probabilmente cagionata da pallini esplosi da un fucile da caccia.
Si procedeva al trasferimento del volatile presso il presidio ospedaliero veterinario ex frullone A.S.L. NA 1, veniva affidato al DR. CANALE Marco, per le cure necessarie , la riabilitazione e la reimmissione in natura. Le Guardie del WWF e E.M.P.A ., SALZANO Giuseppe e CASTIELLO Antonio, ricordando che gli esemplari appartenenti alla fauna selvatica sono per legge patrimonio indisponibile dello Stato, come recita la legge 157/92, con l’occasione hanno ancora una volta denunciato il fenomeno che si svolge in questo periodo primaverile su tutto il territorio nazionale: cattura di volatili di specie protetta, vietata dalla legge, con reti ed altri strumenti simili. (C.S. da Peppe Salzano Guardia Ambientale WWF Napoli )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”