Tina figlia di GiuseppeRoccaromana/Pietramelara(CE)- Lunedì, in piazza San Cataldo a Roccaromana, la Pro Loco locale e l’associazione Meravigliosamente di Pietramelara, hanno presentato una serata in ricordo di Giuseppe Pascale, il Presidente della Pro Loco Pietramelara scomparso nel mese di agosto del 2013. Giuseppe era una persona genuina e un’artista poliedrico, molto impegnato tra le sue opere e i suoi progetti. Pascale è stato apprezzato per le sue grandi doti umane ed artistiche. I tanti ragazzi che hanno collaborato con lui e gli amici hanno omaggiato l’artista e soprattutto l’uomo Giuseppe in una serata a lui dedicata. Tra l’altro, proprio lunedì, Pascale avrebbe compiuto 46 anni. Il titolo scelto per ricordarlo è “L’uomo che ci insegnò a sognare…”. Perchè Giuseppe lo ha fatto, specie in quelle persone (tra cui il sottoscritto) che lo hanno conosciuto e stimato. La piazza di Roccaromana era piena, a testimonianza del fatto che Giuseppe è rimasto nel cuore e nelle menti di tutti. Sono stati esposti, all’interno della chiesa di San Cataldo, i dipinti più belli di Pascale. Nel corso della serata ci sono stati dei momenti molto suggestivi. All’inizio è stato proiettato un video con alcune sue significative parole sulla storia, cultura, magia e bellezza che sfidano il mare infinito del tempo. Poi, i ragazzi di Roccaromana e di Pietramelara hanno cantato delle canzoni che lui amava e recitato alcune delle sue bellissime poesie. La figlia Tina ha interpretato impeccabilmente uno spezzone di Filumena Marturano, commedia napoletana di Eduardo De Filippo. Ci sono stati anche diversi interventi da parte di alcune persone che hanno conosciuto Giuseppe e lavorato con lui, tra cui l’ex sindaco di Folto pubblico della serataRoccaromana Maria Rosa Lombardo che lo ha definito ‘artista e soprattutto uomo straordinario’ e Luigi Cortellessa della compagnia teatrale di Marzanello, ‘Gli Eduardiani’, che, visibilmente commosso, ha anche mostrato al pubblico un video realizzato dalla compagnia contenente alcuni suoi sketch. Pascale, infatti, ha collaborato per ben 17 anni con ‘Gli Eduardiani’. In chiusura, infine, uno dei momenti più toccanti: i giovani e i figli, con delle piccole candeline, sono saliti sul palco augurando buon compleanno a Giuseppe. Brividi e lacrime. Una serata emozionante per ricordare un grande uomo. (Articolo a cura di Andrea De Luca)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”