abitabileAUDIZIONE DELL’ VIII COMMISSIONE CONSILIARE REGIONALE PERMANENTE, avente per oggetto le problematiche del soppresso Consorzio di Bonifica della Valle Telesina.
Dopo la sollecitazione del Rappresentante Provinciale FILBA-UILA
Ciro Abitabile, rivolta al Presidente dell’VIII Commissione Consiliare Regionale Permanente On. Carmine Mocerino e a tutti gli altri componenti della Commissione, è stata indetta per mercoledì 23 settembre 2014,presso il Centro Direzionale l’indizione di una audizione avente per oggetto le problematiche del soppresso Consorzio di Bonifica della Valle Telesina.
E’ a tutti nota la triste vicenda che attanaglia il personale del soppresso Consorzio di Bonifica:la mancata retribuzione di circa venti mensilità ed il trasferimento e/o allocazione provvisoria.
Il Rappresentante Provinciale FILBA-UILA rinnova le sollecitazioni,nel contempo,a S.E. Il Prefetto di Benevento Dott.ssa Paola Galeone,al Capo di Gabinetto Dott.ssa Floriana Maturi,all’On.Giulia Abbate(Presidente della I^ Commissione Speciale Regionale per la trasparenza,per il controllo della attività della Regione e degli enti collegati), all’On.Alessandrina Lonardo(Componente dell I^ e VII^ Commissione) e all’ On.Luca Colasanto (Presidente della VII^ Commissione Consiliare Permanente).
Il fine è sempre lo stesso:sollecitare gli organi della Regione Campania(Presidente,Assessore all’Agricoltura, Dirigente e Responsabile ad interim per le politiche agricole,alimentari e forestali,Avvocatura Regionale) all’ottemperanza della legge regionale, dichiarata legittima dalla Corte Costituzionale, e/o nelle more del procedimento liquidatorio propedeutico al trasferimento del personale dell’ente disciolto , provvedere al pagamento delle spettanze arretrate, adottando eventuali soluzioni temporanee alternative.
La Corte Costituzionale ha evidenziato,infatti, quanto segue:
1)-La L.R. 11/2012 è legittima ed ha espresso la volontà del legislatore regionale di porre rimedio ad una situazione di inerzia amministrativa, che ha pregiudicato gravemente l’attuazione dell’originario provvedimento (delibera del Consiglio regionale n. 94/6 del 3 aprile 2002, che ha approvato la proposta di Giunta regionale) di scioglimento del Consorzio di bonifica della Valle Telesina e di trasferimento delle attività principali al Consorzio di bonifica del Sannio Alifano.
2)-La norma che prevede la finalizzazione del contributo regionale al personale trasferito è espressiva di una precisa scelta del legislatore consistente nell’accordare una protezione particolarmente energica – alla luce delle patologiche modalità temporali che hanno caratterizzato la seconda fase di liquidazione – ad un bene di indubbia pregnanza, quale la tutela dei lavoratori interessati al processo di trasferimento.
La legge si è limitata a fissare una copertura temporanea attraverso una stima di massima degli oneri necessari per attivare detto processo. (Comunicato dal Sindacalista Ciro ABITABILE)

Pubblicato da red. prov. Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci