FotoFiabadayMarcianise(CE)- Una domenica all’insegna della cultura e dell’aggregazione.  E’ la sintesi della giornata vissuta, lo scorso 5 ottobre, dalla delegazione di 30 marcianisani, persone diversamente abili ed accompagnatori, che ha aderito al progetto dell’amministrazione De Angelis, partecipando alla XII edizione della “Giornata Nazionale Fiabaday per l’abbattimento delle barriere architettoniche”.  Insieme a loro, l’assessore Anna Arecchia, promotrice con il sindaco Antonio De Angelis dell’iniziativa, il presidente della Commissione cultura, il consigliere Giuseppe Rivellini e, in rappresentanza della minoranza consiliare, il consigliere Pasquale Pero.

Fiabaday2Una manifestazione, quella capitolina, ricca di eventi, ed impreziosita dall’iniziale visita di Palazzo Chigi.  Per il gruppo marcianisano, la sede della Presidenza del Consiglio ha aperto le sue porte ed una guida esperta ha illustrato funzioni e fornito cenni storici sulle sue stanze principali, tra cui: la sala stampa, la sala dei galeoni, la sala degli Arazzi, solitamente chiusa al pubblico, e quella in cui si riunisce il Consiglio dei Ministri. Al termine i convenuti hanno potuto assistere ai numerosi spettacoli, organizzati per l’occasione in piazza Colonna,  tra cui, punte di diamante dell’intero programma,  l’esibizione degli sbandieratori di Sulmona, il concerto di una cover band dei Nomadi e le performance di un gruppo folkoristico molisano.

Significativo anche il Forum delle Famiglie, incontro dibattito coordinato da Giuseppe Trieste,  presidente dell’associazione Fiaba,  a cui era presente  anche il vice presidente del Senato, sen. Maurizio Gasparri. Nell’ambito di quest’ultimo, l’assessore Arecchia, chiamata sul palco a portare i saluti del Comune: ”All’abbattimento delle barriere architettoniche, deve corrispondere una certosina opera di incisione dei modelli culturali. Bisogna abituare i nostri ragazzi ad ideare e ad immaginare la propria città del futuro a misura di tutti, affinché tutti possano mettere le proprie abilità e le proprie competenze al servizio della collettività”.

Al termine della giornata, il consigliere Rivellini: “L’entusiasmo che ha caratterizzato l’intera giornata è il tangibile segno della riuscita dell’iniziativa. La partecipazione al Fabaday rappresenta solo un punto d’inizio della costruttiva collaborazione che vogliamo instaurare con le persone che, dotate di differenti abilità, siano interessate a dare un fattivo contributo all’abbattimento delle barriere architettoniche esistenti in città”

Dal canto suo, il consigliere Pero: “Un’iniziativa riuscita che per una volta ha annullato le barriere che quotidianamente impediscono a persone diversamente abili di accedere ai luoghi della cultura, portandoli direttamente nel cuore delle istituzioni dello Stato. Dobbiamo impegnarci tutti, a partire dalla nostra città, affinché si abbattano anche gli steccati ideologici” (Comunicato a cura dell’ufficio stampa Teresa Tartaglione)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci