Dopo un lungo intervento il giovane è stato trasferito dalla terapia intensiva nel reparto di chirurgia, la prognosi rimane riservata. Il ragazzo è stato seviziato con un tubo ad aria compressa da tre 24enni, uno è stato arrestato per tentato omicidio. Cantone: “Periferia di Napoli a Rischio.

Napoli 10 ottobre 2014. Migliorano le condizioni di Vincenzo, il ragazzo di 14 anni seviziato a Pianura, un quartiere di Napoli.  “È vigile, cosciente e collaborante”, si legge nel bollettino medico ma la prognosi rimane riservata. Dopo un lungo intervento è stato trasferito dalla terapia intensiva nel reparto di chirurgia. “Sta reagendo bene – ha raccontato uno zio – ora, anche se non bene, comincia a parlare. A tutto il resto penserà la magistratura”.

Vincenzo è stato aggredito da tre giovani di 24 anni, primo lo hanno preso in giro per la sua obesità poi la violenza. Uno dei tre è stato arrestato

per tentato omicidio, gli altri due giovani sono stati denunciati e sono in corso le indagini per chiarire la dinamica e le responsabilità.

Seviziato con un tubo ad aria compressa
La vicenda è avvenuta in un autolavaggio non distante dalla casa del quattordicenne, che frequenta la prima classe di un istituto superiore. Il ragazzo si stava intrattenendo con alcuni conoscenti più grandi di lui dopo avere portato a lavare lo scooter. Tre ventenni hanno cominciato a prenderlo in giro perché troppo grasso, ma lo scherzo è diventato via via sempre più aggressivo e brutale. Uno dei tre, il 24enne Vincenzo Iacolare, avrebbe afferrato il tubo dell’aria compressa e si sarebbe messo a spruzzare aria sul viso dell’adolescente. Una scena che sarebbe stata filmata con il cellulare da uno degli altri giovani. Subito dopo Iacolare avrebbe seviziato il 14enne con il tubo, provocando lacerazioni all’intestino. Vincenzo è stato traposrtato in condizioni gravissime all’ospedale dove ha subito un lungo intervento.

Spunta un filmato con il cellulare
All’identificazione dei tre, che hanno precedenti di polizia per spaccio di droga e furto, si è arrivati senza particolari contributi da parte di proprietari e dipendenti dell’autolavaggio e della gente del quartiere in genere. Il cellulare con cui sarebbe stata ripresa la scena iniziale dei maltrattamenti è stato sequestrato e sarà esaminato da un perito.

Cantone: “Periferia di Napoli a rischio”
“Quello di Pianura è un episodio di delinquenza che conferma come Napoli somigli sempre più alle grandi metropoli dove le periferie sono incontrollabili”. Così il capo dell’Autorità Nazionale anticorruzione Raffaele Cantone ha commentato la violenza nei confronti del 14enne. “Mi pare si tratti di un episodio di delinquenza, chi pensa di fare uno scherzo del genere a un ragazzino di 14 anni è un imbecille o un delinquente. Non escludo questi ragazzi abbiano sottovalutato il gesto che stavano compiendo, ma è significativo che qualcuno faccia uno scherzo, mettendo in discussione la vita di un bambino”.

La mamma: “Non è stato un gioco, devono pagare”
“Non è stato un gioco. Non lo deve dire nessuno. Quel ragazzo ha tentato di ammazzare mio figlio e chi era con lui è un vigliacco, perché non è intervenuto per aiutarlo”. Sono le parole di Stefania, la mamma del 14enne seziziato che respinge la difesa dei genitori dell’aggressore del figlio: “Così si scherza? Un gioco è buttare un secchio d’acqua o tirare uno schiaffo, non perforare l’intestino e rischiare di ammazzare una persona”.

Annunci