bracconaggio1RAPPORTO STAMPA 20/10/2014
Blitz Antibracconaggio in Terra dei Fuochi, nelle campagne fra Aversa e Giugliano in Campania (NA) da parte di personale del Commissariato di Polizia di Stato di Giugliano, coadiuvati dal Nucleo Sabotaggio Trappole e Richiami di Aversa (CE) coordinato e diretto da Saverio Mazzarella, Responsabile del Nucleo Investigativo Crimini Ambientali di Aversa (CE) e di personale del Corpo Forestale dello Stato, Comando di Pozzuoli (NA).
bracconaggio2Centinaia le segnalazioni da parte di cittadini esasperati dagli spari dei bracconieri che al buio dell’ alba sparano a tutto ciò che si muove e in prossimità delle abitazioni, mettendo in pericolo l’ incolumità pubblica e disturbando la quiete ed il riposo altrui.
Dopo l’ ennesima chiamata pervenuta al Commissariato di Giugliano e decine si segnalazioni pervenute al Comando del Nucleo Investigativo Antibracconaggio di Aversa da parte di cittadini stufi di tale attività, una pattuglia di Agenti si è diretta sul posto indicato da un cittadino, il quale riferiva di sentire gli spari talmente vicini da sembrare che stessero sparando in casa !! Naturalmente vengono ritrovati quintali di pallini sui balconi dei quartieri dove i pochi spazi verdi vengono depredati da cecchini bracconaggio3senza scrupoli che sparano così tanto che poi alla fine, inevitabilmente si sparano addosso. E ci capita pure il cittadino.
Stamattina all’ alba sono stati pizzicati in flagranza di reato tre bracconieri originari della Provincia di Napoli mentre sparavano a tordi, merli, quaglie, tortore e qualsiasi cosa si muovesse sugli alberi o in volo, sterminandoli, utilizzando un apparecchio acustico elettronico di richiamo dotato di amplificatore ed altoparlante acustico.
I tre bracconieri sono stati posti in fermo di Polizia Giudiziaria, condotti al Commissariato PolStato di Giugliano dove sono stati denunciati per bracconaggio, caccia illegale e diverse violazioni alla legge che regola l’ esercizio venatorio.
Sequestrati i tre fucili da caccia, diverse munizioni calibro 12 da caccia, un apparecchio acustico di richiamo ed una borsa con diverti attrezzi per l’ illecità attività.
Le Forze di Polizia contrastano attivamente il bracconaggio ed il mancato rispetto delle leggi e della società civile, ma a stento riescono a fronteggiare tale illegale attività, che comporta ancora l’ uccisione senza pietà di un animale che torna libero al suo nido.
L’ attività delle Guardie Zoofile-Venatorie del Nucleo di Aversa fronteggiano repressivamente il fenomeno, ma la voglia di fare da parte delle Autorità in questo territorio è nulla.

SAVERIO MAZZARELLA

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci