Carole Pellatt osserva:

L’esercito americano ha spruzzato armi chimiche e biologiche nell’aria come test sulla popolazione civile fin dagli anni 40 del novecento. Essi erano chiamati “test di vulnerabilità“. Questa non è

una dichiarazione controversa. I militari hanno ammesso queste pratiche in molte occasioni e c’è un’abbondante documentazione governativa che le corrobora. Vi è anche la documentazione di intenzionali rilasci sperimentali di radiazioni sulla popolazione civile. Purtroppo, questo viene alla superficie molto tempo dopo di quando avrebbe potuto salvare molte vite, o diminuire la sofferenza delle vittime. (note di Sa Defenza, come dire, il lupo perde il pelo ma non il vizio: Carole Pellatt. Connections. “What’s going on in the air? Yes, we are being sprayed.” Aug.2007:.mac.com/carolepellatt/ )

Carolanne Wright
Wake Up World
tradusiu editau
de Sa Defenza

Si dovrebbe vivere in una casa ermeticamente sigillata e mangiare solo cibo coltivato in casa, schivare le conseguenze pericolose delle scie chimiche è quasi impossibile. Purtroppo, questi spray aerei tossici sono diventati una realtà del giorno per giorno per la maggior parte delle persone nei paesi della NATO – ciò richiede che gli individui si debbano fortificare con alimenti disintossicanti e integratori per evitare gravi malattie. Sia pasteggiare con un umile mela o contrastare specificamente i metalli pesanti con clorella, è di grande importanza nella routine quotidiana affrontare gli effetti virulenti della geoingegneria.

Veleni che scendono dal cielo

Le tossine si trovano nelle scie chimiche e si infiltrano in ogni aspetto della nostra vita, dall’aria che respiriamo all’acqua che beviamo al cibo che mangiamo. Chiediamoci: c’è da meravigliarsi che malattie fisiche e mentali stiano aumentando a ritmo impressionante? E’ sorprendente vedere cosa irrorano con questi spray aerei che spesso contengono bizzarri mix di veleni e agenti patogeni:

Batteri
Per ulteriori approfondimenti:
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”
Annunci