don Antonio Mazzi: “Piove ancora, il fiume Lambro è di nuovo esondato: la seconda evacuazione in quattro giorni. Ci hanno fatto di nuovo sgomberare dalla nostra casa. Abbiamo finito di pulire ieri e oggi di nuovo abbiamo dovuto lasciare tutto; è dura… soprattutto per i nostri ragazzi che abbiamo trasferito in altre strutture di Exodus. Sono arrabbiato perchè la nostra sede è in uno stabile del Comune, però nessuno viene a vedere se abbiamo bisogno di qualcosa. La Protezione civile ci ha allertato: domani la situazione migliorerà, ma lunedì dovrebbe arrivare un’altra esondazione. Non è possibile vivere così in una città come Milano”.

Gran parte delle attrezzature della comunità sono da buttare, il fango ha invaso tutto: uffici, cucine, laboratori. Un disastro. E le esondazioni sembrano continuare. Quando tutto questo sarà finito, riprendere il ritmo di vita della comunità sarà lungo e faticoso. Ma necessario, soprattutto per i ragazzi.

Chiediamo agli amici di starci vicino, in un momento in cui la rabbia e sfiducia sono in agguato. Noi spaliamo fango da giorni e continueremo ancora fino a quando la nostra Cascina non tornerà bella come prima.

Voi però, se potete, aiutateci: da soli rischiamo di non farcela.

Grazie!

Per tutte le info e donazioni alla casa di D. Mazzi collegarsi al sito Exodus(Cliccare qui sopra per aprire)

Se puoi aiutarci, fallo adesso:  
   

Puoi effettuare una donazione attraverso: 

Bollettino Postale c/c n. 272203 – IBAN IT 90 E 07601 01600 000000 272203 – BIC BPPIIIRRXXX. Intestato a Fondazione Exodus viale Marotta 18 Milano (specificare la causale “Esondazione 2014”)

Presso BANCA PROSSIMA: IBAN IT09 V033 5901 6001 0000 0003 262 BIC BCITITMX

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci