Gennaro Di Stasio, secondo da dx in prima fila nel gruppo dei sorridenti allieviSolenne cerimonia sabato 15 nella storica Piazza Plebiscito, presente il ministro Pinotti
GRAZZANISE: AL GIURAMENTO DELLA NUNZIATELLA ANCHE DUE CADETTI GRAZZANISANI
Gennaro Di Stasio e Daniele Lanna, felici di studiare nel Rosso Maniero

GRAZZANISE(Ce)- (di Raffaele Raimondo) – Al Giuramento del 227° corso della Scuola militare “Nunziatella”, solennemente pronunciato sabato 15 novembre, presenti anche due cadetti grazzanisani: Gennaro Di Stasio e Daniele Lanna, al loro secondo anno di studio fra le mura del Rosso Maniero. A dar ulteriore lustro all’esaltante evento il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano. S’è avviato così ‘alla grande’ un anno scolastico ???????????????????????????????caratterizzato, oltre i consolidati ed alti livelli strutturali e formativi, dalla folta presenza del ‘gentil sesso’ e da una novità transitoria, cioè non la tradizionale uscita in parata da Palazzo Reale, ma, a causa dei lavori di ristrutturazione in corso, marcia di partenza da Piazza Trieste e Trento per il posizionamento nell’ariosa e storica Piazza Plebiscito. Le cronache del “giorno dopo” zeppe di rilevanti notizie sulla “perfetta” manifestazione, ivi compresa l’acquisizione della Caserma Bixio alla “Nunziatella”. Noi invece qui riferiamo della traboccante gioia di Biagio Di Stasio, pimpante nonno di Gennaro e fiero dell’accesso del nipote alla prestigiosa Scuola militare: “E’ una grande soddisfazione per lui e per l’intera nostra famiglia!”. Aggiungiamo, convinti, “dell’intero paese”, che può dire altrettanto del collega Daniele. Entrambi i “rampolli” fanno indubbiamente onore ad una comunità comunque vessata dai disastri municipali degli ultimi due decenni e, fra l’altro, dissanguata proprio dall’emigrazione giovanile (leggi “fuga dei cervelli”). Non rilasciano interviste eppure si sa che, spinti dalla passione per la vita militare e dall’opportunità di entrare in un “eccelso istituto”, essi partecipano alle attività di formazione integrale, sostanzialmente realizzando un sogno a lungo accarezzato. Hanno ormai stampato nella mente e nel cuore il motto della “Nunziatella”: “Preparo alla vita ed alle armi”. Tutto avviene mediante rigidi itinerari culturali e di addestramento: così i cadetti crescono e si preparano ad affrontare l’esistenza facendo “dura gavetta”, interiorizzando valori e civili, cementando le basi di una professionalità a venire di consistente profilo. Intanto matura il loro grande dream: diventare militari di carriera, puntando ad entrare nell’Accademia di Modena, la sola che offre la possibilità di diventare ufficiali delle FF.AA. e porsi in tal modo al servizio della Patria e non solo. Sono persuasi, Gennaro e Daniele, che l’esperienza che stanno vivendo alla “Nunziatella” è “imparagonabile” a qualsiasi altra. E, quindi, ai familiari e ai concittadini piace sostenere un tale entusiasmo …purché nel “futuro remoto” non dimentichino le radici, tornino per le strade di Grazzanise oggi malridotte ma, chissà, forse domani da restituire al decoro e alla funzionalità e perciò percorribili con rinnovato orgoglio strapaesano che rimane insostituibile linfa di positive profezie concretizzabili soltanto con adeguato impegno individuale e collettivo. Auguri, allora, sinceramente a questi giovani di ottime promesse: la loro sfida è pure la scommessa di noialtri che inevitabilmente ci avviamo sul viale del tramonto esattamente corrispondente alla loro radiosa alba.(Articolo a cura di Raffaele Raimondo)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci