dsc_7909S. Potito Sannitico(Ce)– Realizzato nell’ambito del progetto Medimont Park del Club Alpino Italiano, si è tenuto il 15 ed il 16 Novembre a nel Parco Regionale

del Matese Sono stati due giorni intensi, di confronti, conoscenza e reciprochi scambi di idee e proposte, quelli che hanno vissuto gli intervenuti al Meeting tecnico Medimont 2014 “Il Matese, le Stagioni, il Partenariato”, svoltosi il 15 ed il 16 novembre presso la sede dell’Ente Parco a San Potito Sannitico nella prima giornata ed in giro per il territorio matesino nella seconda. L’evento, organizzato dalla Sezione CAI di Piedimonte Matese, in collaborazione con il Parco Regionale del Matese ed il GR CAI Campania, è stato realizzato nell’ambito del progetto Medimont Park del Club Alpino Italiano ed è consistito in due giorni sul tema “Il Matese, le Stagioni, il Partenariato”, registrando una massiccia presenza di pubblico, proveniente dalle diverse sezioni CAI del Sud Italia, da organi di rilevanza nazionale del sodalizio provenienti da ogni parte dello “stivale” e da appartenenti alle istituzioni ed alle associazioni dell’Alto Casertano. Agostino Esposito, responsabile del progetto Medimont, nonchè componente del Tavolo Nazionale sulla Biodiversità, ha illustrato la valenza del progetto, che mira a coinvolgere quante più aree protette possibili attraverso forme di turismo sostenibile, ed ha spiegato che «i Parchi costituiscono il 25% della nostra penisola. Le aree protette non sono in connessione tra di loro e il nostro obiettivo è creare questa connessione». Nella sua “fase teorica” il meeting ha registrato numerosi interventi, programmati e non, che hanno messo in luce la valenza e l’importanza delle associazioni, quali “motori” delle comunità di montagna e promotrici e valorizzatrici del territorio. Ospite d’eccezione, e d’onore, il dsc_7936Presidente Generale del Club Alpino Italiano Umberto Martini, per la prima volta nel Matese, che nel suo intervento ha dichiarato che «è proprio attraverso la collaborazione che si sviluppano i dettami del Club Alpino Italiano. C’è da copiare dove le cose hanno funzionato per andare verso la promozione. Il Parco può arricchire il territorio e questo arricchimento si ha solo attraverso le buone pratiche. Considerando questo evento come apertura all’esterno bisogna tener presente che i confini fanno male perché limitano». Da segnalare, oltre ai numerosi, vivaci ed interessanti interventi ed alla piacevole visita turistica della “zona alta” del Parco, un video realizzato dai ragazzi dell’Associazione Rena Rossa, autori del progetto “Love Matese”. La due giorni è stata coordinata ed animata dal Presidente della sezione CAI di Piedimonte Matese Franco Panella, soddisfatto dell’ottima riuscita dell’evento, dalle massicce ed interessate adesioni, dalla vivacità e produttività del dibattito oltre che dai numerosi complimenti ricevuti (soprattutto da partecipanti alla loro prima volta matesina) dalla Sezione e dal Matese, terra ricca di risorse e di potenzialità da valorizzare. Un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno partecipato ed hanno collaborato all’ottima riuscita.

Addetto Stampa RegionaleAnna Lisa Golvelli
http://www.caicampania.it
http://www.caipiedimontematese.it

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci