terrorismoAlzata l’attenzione in aeroporti e stazioni. Il pericolo è la capacità di attacco che può arrivare sia dai cosiddetti “lupi solitari”, sia da gruppi organizzati.

Roma- (di Fiorenza Sarzanini e Redazione OnlineL’allarme è scattato immediato

anche in Italia. Massima allerta per gli apparati di sicurezza e già nel pomeriggio il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha convocato per le 16.30 il Comitato di analisi strategica (CASA) per una verifica del dispositivo di sorveglianza che era già stato adeguato dopo gli attentati delle ultime settimane in Canada e in Australia.

Analisti dell’Antiterrorismo e 007 ripetono che non ci sono segnalazioni specifiche riguardo a particolari situazioni di rischio, ma il pericolo riguarda ormai la capacità di attacco che – come dimostra proprio quanto accaduto a Parigi – può arrivare sia dai cosiddetti «lupi solitari», sia da gruppi organizzati.

Il «salto di qualità» negli attacchi

Ed è proprio sulla presenza in Europa di questi uomini perfettamente addestrati che si concentra l’attenzione investigativa. Anche tenendo conto che svariate segnalazioni di possibili attacchi sono state esaminate negli ultimi mesi e in particolare nel periodo delle festività natalizie. La strategia di prevenzione che si applica in questi casi prevede l’aumento immediato dei controlli negli aeroporti e nelle stazioni, la verifica di tutti quegli ambienti di aggregazione che potrebbero fornire «coperture», ma anche l’intensificarsi dei contatti di intelligence tra Stati alleati. In questi momenti non viene esclusa anche la convocazione di un vertice europeo proprio per mostrare compattezza una reazione comune di fronte a un offensiva terroristica che mostra di aver fatto un ulteriore salto di qualità nei confronti di obiettivi occidentali.

La Gran Bretagna invita i turisti alla prudenza

Quasi immediate le reazioni internazionali all’attentato. A Madrid la sede della casa editrice spagnola Prisa a Madrid, che pubblica tra l’altro, il quotidiano El Pais, è stata evacuata per un pacco sospetto. Il premier ingleseDavid Cameron ha twittato raggelato, e i turisti britannici a Parigi sono stati invitati a una particolare prudenza: «fate particolarmente attenzione e seguite i consigli per la sicurezza delle autorità francesi», ha scritto il Foreign and Commonwealth Office. Il Cancelliere tedesco Angela Merkel, tra l’altro in visita ufficiale a Londra, ha sottolineato: «Questo atto abominevole» «è anche un attacco alla libertà di parola e di stampa, elementi fondamentali della nostra cultura libera e democratica. Non lo si può giustificare in nessuna maniera». Dagli Stati Uniti Barack Obama ha condannato l’attentato: «sappiamo che la Francia non si farà spaventare da questo atto tremendo».(Fonte. Corriere della Sera)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”