pietro andrea cappella 2Promozione a pieni voti per il conto consuntivo 2013 del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano presieduto dal Prof. Pietro Andrea Cappella.

A distanza di tre mesi dalla sua approvazione avvenuta quasi all’unanimità nell’ultima seduta del Consiglio dei Delegati, ora arriva anche il via libera definitivo da parte della Regione Campania al rendiconto del bilancio relativo a due anni fa.

L’ok all’importante documento finanziario dell’Ente consortile è arrivato nei giorni scorsi con l’ammissione al visto di legittimità da parte del dirigente regionale del settore Interventi sul Territorio Agricolo-Bonifiche ed Irrigazioni, Dott.ssa Daniela Carella, sulla cui scrivania era giunto il rendiconto all’indomani della sua definitiva approvazione avvenuta in occasione della seduta dell’assemblea consiliare svoltasi lo scorso 22 ottobre presso la sede di Piedimonte Matese.

Al termine di un’attenta disamina dell’intera documentazione a corredo della delibera, in primis degli allegati tecnici rappresentati dal conto economico, dal conto finanziario e dal conto patrimoniale, il competente settore regionale ha rilasciato il parere finale sul bilancio, non riscontrando alcuna anomalia né incongruenza di sorta, ma anzi approvandolo senza richiedere alcun chiarimento o spiegazione sulle varie voci in entrata o in uscita realizzate durante l’anno 2013 e fedelmente riportati nel documento.

Così come verificatosi in occasione del via libera al bilancio di previsione 2014, anche il consuntivo 2013 è stato ammesso al visto di conformità alle disposizioni regionali senza essere sottoposto ad un supplemento di istruttoria sulla base di delucidazioni chieste dai competenti uffici della Regione, a dimostrazione della estrema correttezza formale e procedimentale, ma soprattutto sostanziale, delle scelte sin qui operate dall’amministrazione Cappella e della bontà della gestione finanziaria e contabile del Consorzio avviata sin dal suo insediamento nel maggio 2011.

Nel certificare la regolarità degli atti ed il loro pieno rispetto della normativa in materia di bilanci, il settore Interventi sul Territorio Agricolo-Bonifiche ed Irrigazioni dell’Ente di palazzo Santa Lucia ha anche riconosciuto l’importante lavoro portato avanti fino ad oggi dall’amministrazione consortile nella programmazione e nella realizzazione delle diverse opere tese al miglioramento degli standards qualitativi e quantitativi ed anche al rafforzamento dei servizi offerti alle migliaia di utenti.

Nonostante il rendiconto di bilancio 2013 si sia chiuso con un disavanzo di amministrazione minimo di circa 300 mila euro, la Regione ha preso atto, senza muovere rilievi, che esso è stato determinato dall’obbligo di pagamento delle rate di pre-ammortamento derivante in capo all’Ente a seguito della rinegoziazione dei mutui varata proprio durante l’anno di riferimento del consuntivo con grandi benefici per le casse consortili, e dagli interessi passivi maturati e pagati sulle anticipazioni di cassa alle quali il Consorzio è dovuto ricorrere a causa dei ritardi nel rimborso delle spese per l’energia elettrica necessaria al funzionamento degli impianti da parte della stessa Regione Campania.

Una sopravvenienza passiva non prevista e non preventivabile, senza la quale il rendiconto si sarebbe chiuso all’attivo con un avanzo di amministrazione di oltre 60 mila euro dovuto alla parsimoniosa gestione del Consorzio.

“I risultati positivi ottenuti fino ad oggi – dichiara il Presidente Cappella – sono il frutto dell’impegno non solo del sottoscritto, ma dell’intera Deputazione del Consiglio tutto, con il contributo fondamentale della struttura interna, che ha permesso di raggiungere gli obiettivi fissati dall’amministrazione che continuerà a lavorare per risanare l’Ente. Per noi i consorziati vengono prima di tutto, ed è a loro che rispondiamo del nostro operato che è improntato quotidianamente al pieno soddisfacimento delle esigenze e dei bisogni degli utenti, fornendo loro sempre maggiori servizi, pur nelle difficoltà oggettive che ancora oggi riguardano il Consorzio, ma ormai siamo sulla buona strada per risalire definitivamente la china. L’ammissione al visto di conformità del consuntivo 2013 da parte della Regione Campania smentisce clamorosamente anche le accuse di fallimento e di buco nei nostri conti diffuse da qualche consigliere di minoranza”. (Comunicato stampa)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

 

Annunci