foto comunità del parcoSAN POTITO SANNITICO(CE) – Pasquale Santagata, sindaco di Cerreto Sannita (Bn), e Giovanni Antonio Palumbo, sindaco di Gallo Matese (Ce) saranno i rappresentanti della Giunta dell’Ente Parco Regionale del Matese. Questi i nomi scelti dalla Comunità del Parco riunitasi in assemblea stasera, 27 febbraio, presso la sede dell’Ente matesino di Piazza Vittoria a San Potito Sannitico. L’attenzione si è poi subito spostata sul Biodigestore da 75.000 t/a progettato per Alife. Il presidente della Comunità del Parco, nonché sindaco di San Gregorio Matese, Giuseppe Mallardo, ha informato l’uditorio sulla richiesta, avanzata ieri dalla General Construction, di presentare il progetto del Biodigestore su cui si è discusso in assemblea. “Vi trasferisco questo atto – ha dichiarato il presidente del Parco Regionale del Matese Umberto De Nicola – con il quale la General Construction ha espresso la volontà di spiegare il progetto sul quale, tra l’altro, sostengono si stia facendo una cattiva informazione”.  A prendere la parola colui che con richiesta formale all’Ente Parco ha chiesto l’assemblea, il sindaco di Alife Giuseppe Avecone, intervenuto anche in rappresentanza della Provincia di Caserta, che dopo aver brevemente spiegato il progetto ha rafforzato il “No” già deliberato in Consiglio Comunale con tre principali motivazioni: la grandezza dell’impianto; il funzionamento e la vocazione agricola del territorio. “Alife è vulnerabile da questo punto di vista – ha concluso Avecone – questo è il secondo episodio in meno di 8 mesi, aiutateci a mantenere integro il nostro territorio”. Ha concluso poi appellandosi all’onesta e alla sinergia di tutti per affrontare compatti questo problema e annunciando novità positive per il fronte del “No” che verranno dalla Provincia. I vari interventi si sono tutti dirottati sul ribadire il “No” già espresso nell’incontro pubblico organizzato dal Comitato Cittadino per la Tutela della Salute e dell’Ambiente. A ribadire la decisione già espressa il sindaco di Sant’Angelo D’Alife, di San Potito Sannitico e di Piedimonte Matese.

In rappresentanza della provincia di Benevento il consigliere Renato Lombardi che si è fatto portavoce dei cinque sindaci del beneventano presenti che dopo aver vissuto sulla loro pelle una situazione del genere hanno espresso il loro solidale “No” al Biodigestore di Alife.

Presente anche il presidente della Comunità Montana Fabrizio Pepe che ha annunciato un’altra assemblea fissata dall’Ente che rappresenta e in programma per lunedì 2 marzo alle ore 18:30 per fare in modo di formalizzare il parere di quei sindaci che non appartengono al Parco Regionale del Matese ma che invece appartengono alla Comunità Montana. (Comunicato a cura di Adele Consola Giornalista freelance )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci