Libro Carmine MastroianniIl Comune di Dragoni, in collaborazione con il Comune di Baia e Latina e la locale Pro-Loco invitano, per lunedì 23 marzo, ore 10.00 nella sala consiliare di Dragoni, alla presentazione del libro di Carmine Mastroianni: “Il Fabbricatore di Ali”.

Dopo i saluti di Silvio Lavornia, sindaco di Dragoni, di Michele Santoro, sindaco di Baia e Latina, di Erasmo La Marca, presidente Pro-Loco Dragoni, di Angelina Lanna, Dirigente Scolastica Istituto Comprensivo di Alvignano e di Franco La Vecchia, assessore alla cultura comune di Alvignano, interverranno Angelo Marcucci, Provveditore agli studi di Benevento; Pietro Boccia, Sociologo, Scrittore; Michele Grauso, Scrittore; Anna Antonia Riccio, Dirigente scolastica; Domenico Veccia, Scrittore; Elena Italiano, scrittrice. Moderatore Vincenzo Corniello, giornalista de “Il Mattino”.
Alla manifestazione sarà presente il Sig. Antonio Morelli. Presenzierà l’autore del libro.

CURRICULUM
Carmine Mastroianni nasce a Piedimonte Matese, nel 1977 ma è sempre vissuto ad Alvignano. Frequenta il prestigioso Liceo classico salesiano di Caserta, si laurea con lode in Lettere classiche presso l’Ateneo federiciano di Napoli, si specializza in Archeologia classica e Storia antica seguendo corsi in Italia e all’Estero. Docente di ruolo nei licei della provincia di Roma e di Rieti e professore invitato di Lingua latina presso il Pontificio Ateneo “Regina Apostolorum”, diventa collaboratore del notissimo giornalista e storico Antonio Spinosa con cui scrive molte e fortunatissime biografie per la Mondadori. Saggista a sua volta, collabora da anni con “II Tempo” di Roma e altri quotidiani e riviste. Membro di numerose associazioni culturali italiane e internazionali.

NOTIZIE SUL LIBRO
La tragedia della Seconda guerra mondiale, il fatidico 8 settembre 1943, la Repubblica Sociale, l’inferno dei lager nazisti, il destino dei grandi e dei piccoli protagonisti di quegli eventi. Tutto ciò si intreccia indissolubilmente con la vita di un semplice soldato di fanteria, Antonio Morelli. La sua odissea – dalle montagne della Grecia ai campi di sterminio di Dachau e di Mauthausen – costituisce una testimonianza inedita su uno dei momenti più cupi e sanguinosi della storia italiana ed europea del Novecento. Come osserva Giordano Bruno Guerri questo libro deve essere un pungolo per la memoria, specie per quella delle nuove generazioni, poiché “la storia – famosa maestra di vita – insegna in una classe di ripetenti pronti a ripetere ancora”.

TRATTO DAL LIBRO
L’autore del libro scrive, tra l’altro: “La mia è una storia non dissimile da quelle di tanti altri martiri finiti nell’inferno dei lager, tuttavia vi chiedo di leggerla: possa la memoria di questi eventi impedire che essi si ripetano, affinché mai più nessuno abbia a sperimentare il male nella sua più crudele essenza.” (Comunicato a cura del giornalista Vincenzo Corniello)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Advertisements