manifesto ultimo corretto ok

Domenica 19 Aprile per la serie di conferenze contro il Biogas arriveranno ad Alife scienziati di fama mondiale. Si tratta della Dott.ssa Antonietta Gatti e Dott. Stefano Montanari, che insieme al Dott. Luigi Montano relazioneranno sul sul seguente tema: “Perché diciamo No al BIOGAS ( 2a parte): “L’ impatto ambientale delle polveri sottili e delle nanoparticelle sull’agricoltura, l’inquinamento della catena alimentare, le patologie e gli effetti devastanti sulla salute”, La conferenza, organizzata dal Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, si terrà nell’Aula consiliare a partire dalle ore 10.00. INVITO alla MASSIMA PARTECIPAZIONE. Di seguito si mette una nota nota dei relatori e la locandina dell’evento.
Chi sono i Relatori:
Il Dott. Luigi Montano, UroAndrologo, Presidente ISDE (Medici per l’ambiente) di Napoli, è l’ideatore e coordinatore del progetto “EcoFoodFertility” (lmpatto ambientale e alimentare sulla fertilità maschile – info http://www.ecofoodfertility.it), in cui è coinvolta la Dr.ssa Gatti per la valutazione delle Nanoparticelle nel seme maschile. Il progetto rappresenta il primo studio scientifico multicentrico e multidisciplinare al mondo che affronta in maniera sistematica l’impatto delle condizioni ambientali sulla salute umana, considerando sia gli aspetti alimentari che quelli legati in generale allo stile di vita e coinvolge l’Italia e altri 6 paesi europei. Grazie ad alcuni finanziamenti, è da poco partito operativamente in Campania per ora su due campioni di popolazione provenienti dall’area della terra dei fuochi (alto impatto) e da quella dell’area dell’Alto-medio Sele e Costa cilentana (basso impatto), ma toccherà anche altre aree campane in virtù dei finanziamenti in corso di ottenimento e con l’operazione di fund raising che l’associazione di scopo appositamente creata per sostenere il progetto sta già facendo e che è appunto denominata “EcoFoodFertility” secondo un modello di ricerca partecipata con le comunità coinvolte. L’intervento di Gatti, Montanari e Montano riguarderà l’impatto delle nanoparticelle e polveri sottili sulla catena alimentare, sulla sulla salute e la fertilità maschile.
*La dott.ssa Antonietta Gatti, fisico e bioingegnere, è un International Fellow della Unione delle Società dei Biomateriali e di Ingegneria. Ha coordinato Progetti Europei e Nazionali di Nanotossicologia, di Nanopatologia e di Nanoecotossicologia e si occupa dell’impatto di polveri submicroniche sulla salute umana, animale e quella del mondo vegetale. Insieme al dott. Stefano Montanari ha ricevuto di recente un importante premio internazionale in Cina dagli scienziati dell’International Union of Societies for Biomaterials Science and Engineering.
Ad Alife, la Presidente con il Consiglio del Direttivo del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio” in segno di gratitudine per essere venuti nelle terre del Matese in questo particolare momento critico della sua storia, per via della minaccia di un impianto biogas da 75mila tonnellate di rifiuti previsto proprio nel comune di Alife, le conferirà la “Colomba della Pace”, il prestigioso riconoscimento internazionale che viene consegnato a personalità, enti ed Istituzioni distintesi per l’impegno sociale e civile, la salvaguardia dell’ambiente, la difesa dei diritti e della salute pubblica. (C. S.)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Advertisements