agnese convegno2 creatoS. Maria a Vico(Ce)- La Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, Ospite al Convegno dal titolo: “Chiamati a custodire il Creato”, promosso dalla Caritas Ufficio Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato. Nel presentare il brano da lei composto correlato di video dal titolo “Salviamo la Terra”, dedicato all’ “Earth Day( Giornata mondiale della Terra che ricorre nel mese di Aprile)” ha lanciato un chiaro messaggio contro l’impianto Biogas che vorrebbero costruire in zona Asi Matese del Comune di Alife,un’area a vocazione agricola in un territorio che fonda la propria economia locale sull’ imprenditoria agricola e manifesto chiamati a custodire il Creatosull’ allevamento. Agnese per l’occasione ha indossato la maglietta sulla quale è riportato in chiaro lo slogan: “Matese Terra di Pace dice NO al Biogas!”. Insomma decidiamo cosa vogliamo fare: “Se continuare con questa politica folle degli inceneritori, delle biomasse e biogas, oppure pensare a difendere nostra Madre Terra e le sue biodiversità, i prodotti che Ella ci fornisce per il sostentamento quotidiano”. “Nella nostra Madre Terra del Matese- ha continuato- vengono coltivati prodotti Doc, come il caciocavallo, il vino, la cipolla di tropea, da poco inserita nel presidio internazionale Slow Food. Nell’area dove dovrebbe sorgere un impianto da 75mila tonnellate di rifiuti organici, vi sono intorno terreni e cooperative dove vengono prodotte le migliori eccellenze del Matese che onorano e restituiscono dignità alla Campania. Allora decidiamo cosa vogliamo fare! I Comuni dell’area del Matese producono solo il 3,5 per cento di rifiuti. Il resto delle 75mila tonnellate da dove arriverà? Allora cosa vogliamo fare? Vogliamo che uno dei pochi polmoni verdi che ancora resta diventi lo sversatoio di tutta la Campania? Vogliamo una seconda Terra dei Fuochi? In questo polmone 11169909_398641773651868_3743466831386391265_nverde vi sono ancora Alberi che donano ossigeno e ci permettono di respirare aria pulita, vi è ancora tanto verde che ci consente di vivere a contatto con la natura e le sue biodiversità.. Decidiamo se difendere Madre Terra oppure aggredirla. Aggredirla con la presenza di impianti da combustione che generano diossina e nanoparticelle, significherà decidere di respirare veleni mortali e di essere inevitabilmente colpiti dagli effetti devastanti di questi veleni sulla salute umana. Decidiamo cosa vogliamo fare…quale strada seguire!!!” Tra i presenti molti giovani di scuole superiori di secondo grado- verso i quali non è mancato un messaggio da parte della testimonial della Pace con queste testuali parole: ” Voi giovani studiate per realizzare i vostri sogni. Sapete che se il Pianeta si ammala, voi non potrete neanche realizzare i vostri sogni. Voi giovani siete CHIAMATI ora a riflettere su questi messaggi e rimboccarvi le maniche per salvare il salvabile. Perchè Madre Terra certamente ci chiama a farlo. Madre Terra dalla quale veniamo e dove poi ritorneremo, di fronte alla violenza e all’aggressione subita non resta in silenzio. Madre Terra si ritorcerà contro…Per questo abbiamo il dovere di salvaguardarla perchè noi veniamo da lei e se lei si ammala anche noi ci ammaleremo. Un saggio capo degli indiani d’America Toro Seduto nel lontano 1800 riferiva queste parole. “L’uomo bianco morirà seppellito dalla montagna dei suoi rifiuti”. E ancora: “Quando avrete abbattuto l’ultimo albero, quando avrete pescato l’ultimo pesce, quando avrete inquinato l’ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro”. Allora cari giovani occorre un decisivo cambio di rotta. Diamoci da fare per Salvare il Pianeta Terra! “. Ed è poi partito il video del brano “Salviamo la terra” ( che si può ascoltare al seguente link:http://www.youtube.com/watch?v=Mpw5ihDkP74 ). Un sentito ringraziamento alla prof.ssa Rosa Scognamiglio per l’invito a presiedere alla lodevole manifestazione, alla quale hanno presenziato e relazionato autorevoli esperti impegnati in vari ambiti ( fra cui l’amico “Lucio Righetti” di Napoli, portavoce dei “Cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti” ) ‪#‎mateseterradipacedicenoalbiogas‬ (Da: Matese Terra di Pace)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Advertisements