alife consiglio comunale 8.9.2014 AVECONEAlife(CE) – Una maggioranza compatta porta all’  approvazione in aula consiliare, un difficile bilancio a consuntivo per il trascorso anno contabile 2014. Con l’assenza, giustificata del resto, del solo consigliere di maggioranza Giulio Riccio, l’amministrazione comunale del Sindaco Giuseppe Avecone si fa carico “responsabilmente” delle cifre importanti evidenziate nel documento contabile elaborato dall’ufficio finanziario, nonostante le evidenziazioni mosse, in particolare dal revisore dei conti (Ferdinando Di Gennaro, ndr), che aveva parlato, in un primo momento, di forti criticità, mentre in un seconda relazione di “riserve in merito alle capacità dell’ente” a farvi fronte nell’immediato. Sta di fatto che i consiglieri di maggioranza (la minoranza non condivide) approva l’atto finanziario, portato in consiglio l’ultimo giorno utile (proprio il 27 maggio scadevano i 20 giorni di diffida, notificata al Comune di Alife il 7 maggio scorso, ad approvare, da parte del Prefetto di Caserta).“La maggioranza compatta approva il consuntivo 2014, e responsabilmente prende atto del disavanzo tecnico scaturito dal riaccertamento straordinario dei residui effettuato già nel corso del 2014, avendo il Comune di Alife partecipato alla sperimentazione contabile, come pure all’esproprio Manzo – precisa il primo cittadino Avecone. La maggioranza responsabilmente recepisce, coma ha sempre agito, le criticità evidenziate dal revisore dei conti nella relazione aggiuntiva, che va ad integrare e sostituire la precedente, completamente disattesa dalla minoranza – conclude Avecone – malgrado messa a loro disposizione con notifica ai consiglieri” (per questo, il Comune di Alife è rimasto in via eccezionale aperto anche sabato 23 e domenica 24 maggio, dalle ore 8,30 alle 14,00). Cifre importanti nel bilancio poichè si partiva da un risultato di amministrazione di – 4.467.286,75 euro. Un bilancio che presentava cifre non affatto confortanti, ma certamente non drammatiche, e non impossibili da recuperare, se si considera il raffronto con altri Enti che presentano situazioni ben più negative. Sul parere del revisore dei conti un pò di confusione è stata fatta, a dire il vero, giacchè il suo giudizio sul bilancio, seppur molto critico, è stato ripreso, dopo le precisazioni del responsabile dell’Area finanziaria, Claudio Accarino. “Si esprimono riserve in merito alla capacità dell’ente di individuare nuove risorse finanziarie sufficienti a coprire la quota parte annuale del disavanzo nelle sue diverse composizioni”: queste le perplessità evidenziata dal revisore di conti. Anche in merito all’inventario dei beni immobili dell’ente ci sono stati rilievi importanti da parte del professionista, come pure nel riconoscimento del mutuo a copertura del debito fuori bilancio. Queste intanto le cifre: il risultato negativo del riaccertamento straordinario dei residui è di € – 1.309.854,07 per un totale complessivo di risultato di amministrazione pari ad € – 4.467.286,75; il fondo cassa iniziale al 01/01/2014 di € 177.116, a cui si sono aggiunte riscossioni pari ad € 9.738.424 e pagamenti di € 7.378.585, per determinare un fondo cassa finale al 31/12/2014 di € 2.536.955. Se a queste somme si aggiungono i residui, attivi pari ad € 17.175.631 e passivi di € 14.307.761 , con una differenza in positivo di € 2.867.269, si giunge ad una differenza in avanzo pari ad € 5.404.825. Il fondo vincolato per le spese correnti di € 172.245 e quello pluriennale vincolato alle spese in conto capitale, pari ad € – 7.995.320, determinano un risultato di amministrazione per l’anno 2014 pari ad € – 2.762.740. I proventi complessivi di gestione per l’anno 2014 sono stati di € 5.048.733, mentre i costi di gestione di € 5.507.050, con un risultato di gestione fino a questo punto di € – 458.316. ed un risultato di gestione al lordo delle imposte di € – 542.724. Nei dettagli il Comune di Alife ha incassato nel 2014 solo di IMU 1.338.585 euro, di TASI 570.277 euro, di addizionale Irpef 199.961 euro, di imposta pubblicità 23.902 euro, per un totale imposte pari a 2.137.900 euro. Di tasse invece, sono stati introitati 117.817 euro di Tosap, 1.249.320 euro di Tari, per un totale tasse di 1.367.138 euro. I trasferimenti dallo Stato centrale sono stati pari a 207.655 euro. Per il personale si è speso nel 2014 983.000 euro (902.000 euro nel 2013, 1.078.000 nel 2012); per i servizi nel 2014 2.250.000 euro (1.879.000 nel 2013, 1.321.000 nel 2012), per un totale spese correnti nel 2014 pari a 4.244.000 euro (erano state di 3.504.000 euro nel 2013 e di 3.349.000 euro nel 2012). (Comunicato da ufficio stampa  sindaco G. Avecone http://www.giuseppeavecone.it)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci