alife consiglio comunale 8.9.2014 AVECONEAlife(CE)–  Col voto favorevole di sette consiglieri passano tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno, in una seduta di consiglio comunale fissata dal Sindaco, e presidente del consiglio comunale, Giuseppe Avecone, alle ore 12,00 di stamane in seconda convocazione, dopo che era andata deserta la prima convocazione di lunedi’ scorso 31 agosto (sufficiente in questa seduta il voto di 1/3 del consiglio, cioè’ 5). Non sono stati risolti tutti i malumori presenti all’interno del gruppo consiliare, ma “sento di dire che abbiamo dato delle risposte importanti ai nostri cittadini – annuncia in aula il primo cittadino Avecone. Siamo orgogliosi di continuare su questa linea, ci possiamo rimproverare ben poco. Deluso politicamente, come uomo, professionista e padre da certe persone, si pensa di denigrare la dignità di altri entrando nei personalismi, cosa che è di pochi”. Alla fine vengono votati tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno, non Ultimo l’importante documento finanziario di previsione del 2015. Ma andiamo con ordine. Come primo argomento è stata proposta la convenzione tra i Comuni dell’alto casertano per mantenere gli uffici del giudice di pace a Piedimonte Matese. La maggioranza vota si, ma con dei distinguo: il consigliere Riccio, richiamando la delibera n.50 del 2013, fa presente che il suo voto è favorevole “a condizione che venga mantenuta la convenzione per l’istituzione della caserma dei vigili del fuoco in città: non accetto che Alife dia soldi a Piedimonte e non viceversa”. Sul punto, il Sindaco Avecone precisa che una prima convenzione prevedeva a carico dell’ente 30mila euro annui, oggi, con la convenzione anche con Capriati al Volturno, essendo aumentati gli enti, la quota pro capite è scesa, e resta a carico di Alife soli 5mila euro annui. “Il giudice di Pace non  serve solo agli avvocati, ma anche a tutti i cittadini, sempre nell’ ottica di salvaguardare il nostro territorio matesino – afferma Avecone. Diamo un preciso impegno ma altrettanto chiediamo anche per Alife per la suddetta caserma“. In merito alle tariffe e tributi locali (secondo, terzo e quarto argomento), vi è da segnalare l’aumento della addizionale comunale all’Irpef dal precedente 0,3 all’attuale 0,5 per mille, “dati i continui tagli da parte del governo centrale e la sempre maggiore autonomia degli enti locali – puntualizza il Sindaco – ma comunque rimaniamo l’ente con le aliquote più” basse di tutto l’Alto casertano”. Sul punto Riccio vota contro. In merito poi alle aliquote Tari, restano invariate rispetto al precedente anno, con circa un milione e 300mila euro di spese, interamente coperte dai ricavi delle bollette (pronta la nuova gara per la raccolta della spazzatura, a breve la pubblicazione). Per la Tasi, “anche qui siamo riusciti a mantenere le stesse aliquote dello scorso anno” (favorevoli tutti i presenti). Sul bilancio 2015, e previsionale 2015-2017, poi, argomento principale della seduta, il consigliere Riccio si astiene: punto votato dai rimanenti cinque consiglieri (Venditti, Giammatteo, Palmieri, Sasso e Del Giudice), oltre al primo cittadino Avecone, ovviamente. Il consiglio si chiude con le dichiarazioni del Sindaco, di ringraziamento alla sua squadra e di attacco agli avversari, che nel caso di specie ora non sono rappresentati solo dai consiglieri di opposizioni (Di Caprio, Maietti, Pece e Meola) ma  anche dai due ex maggioranza (Alfonso Santagata e Marco Bergamin, esponenti del Pd). “Congratulazioni voglio esprimere a tutti quelli che hanno collaborato negli ultimi anni – afferma deciso un primo cittadino orgoglioso del lavoro svolto fino ad ora – questi bilanci, e queste relazioni positive (anche quella dell’organo di revisione) ci gratificanti e ci fanno stare più tranquilli. L’Amministrazione ha operato per portare l’ente ad avere dei bilanci cristallini, perchè da questo nasce tutta la programmazione. Basta vedere i disservizi degli altri Comuni. Siano coerenti ed affidabili, e stiamo andando nel verso giusto. Questi pareri ci dicono questo. Ringraziano tutti i membri della mia amministrazione comunale e tutti i dipendenti comunali – continua deciso Avecone – che in questi quattro anni e mezzo hanno visto gli sforzi fatti. Qualche risultato della nostra pianificazione si sta concretizzando: il nuovo Museo cittadino, il Castello medioevale, i due depuratori, gli interventi agli edifici pubblici quali il campo sportivo, la Chiesa di Santa Caterina, il Municipio. Siamo stati chiamati ad enormi sacrifici, l’amministrazione ha approvato tre bilanci consuntivi in tre mesi, evitando un dissesto finanziario che sarebbe pesato enormemente sui cittadini. Abbiamo insomma dato delle risposte importanti alla nostra cittadinanza, altre ci aspettano, come il biodigestore, la caserma dei vigili del fuoco, proprio stamane la firma della disponibilità di una nostro edificio comunale per impiantare la sede matesina dell’Ispettorato agrario (sorgerà’ alla frazione Totari in una struttura di proprietà del Comune). Ma continueremo con altre iniziative che porteranno benefici alla nostra comunità’. Sembra che ad Alife si sia aperta nell’ultimo periodo una Fiera, una sorta di compravendita, ma posso rassicurare che io nella mia vita non ho mai comprato nessuno (chiaro il riferimento alle polemiche delle ultime ore che hanno tirato in ballo i rapporti tra lo stesso Avecone e Riccio, con quest’ Ultimo che ha aspramente attaccato certi “blog” spazzatura che lo avrebbero giudicandolo in malo modo. “All’atteggiamento di certe persone che hanno solo gettato fango rispondo che sono persone irresponsabili, incoerenti, ignoranti e cattive. Le persone a cui loro fanno riferimento non sono in vendite ne siamo in grado di comprarle, vedete oggi la loro presenza in aula, senza subire ricatti. Il nostro unico obiettivo è la responsabilità verso i nostri cittadini, e noi siamo orgogliosi di questo fatto, gli altri si vergognino“. Conclude Riccio: “Mai venduto, mai ricattato, ma mi dimetterò da consigliere comunale per evitare che ci siano strumentalizzazioni“.(Comunicato da ufficio stampa Sindaco G. Avecone www.giuseppeavecone.it)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Advertisements