Vermi velenosissimi, ritenuti del tutto inesistenti in Europa. Sono stati ritrovati a Bologna, all’interno di un giardino privato, e si tratta del primo avvistamento nel continente diuna tipologia di “planaria”, ovvero di verme piatto, originario del Giappone ma presente anche in Corea del Sud.  La scoperta è stata pubblicata sulla rivista “Zootaxa” da un team internazionale di ricercatori, che documenta in un articolo il ritrovamento della prima popolazione di planarie terrestri non native, scoperte appunto in Italia.  La caratteristica fondamentale delle planarie è la loro forma allungata e piatta, con la presenza di due o più occhi. Questi vermi si riproducono anche per via asessuata, dato che possono rigenerare parti del loro corpo. Da vari frammenti di un individuo possono nascere quindi molti individui completi. In altri casi, invece, depongono delle uova.  Proprio queste ultime, tuttavia, possono contenere tetrodotossina, una sostanza letale, la stessa che troviamo anche nei velenosissimi pesce-palla. Il veleno blocca la trasmissione nervosa nei muscoli scheletrici ed è ben più potente del cianuro. Un solo milligrammo di questa sostanza può essere sufficiente a uccidere un uomo, provocandogli paralisi, vomito, diarrea, convulsioni, blocco cardiorespiratorio. Pertanto, se vi capitasse di ritrovare in giardini privati o luoghi frequentati da molte persone questa tipologia di planaria, non avvicinatevi e non toccateli per alcun motivo.(Fonte: Yahoo Notizie https://it.notizie.yahoo.com/bologna-diversibipalium-multilineatum-vermi-velenosi-in-giardino-prima-volta-in-europa-220522085.html )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Advertisements