lino-martoneRappresenterebbe una grave colpevole omissione se ci astenessimo e mi astenessi dall’esprimere il dovuto giudizio e commento sul manifesto elettorale, per il rinnovo degli organi del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, affisso dalla lista n° 3 capeggiata dall’avv. Simonelli. Naturalmente è superfluo solo aggiungere, per la lista n° 1, CANCELLATELA E BASTA.
Un manifesto con il titolo “Impegno per il Sannio Alifano” e la conclusione “La nostra Terra nella Mani Giuste”. La prima domanda essenziale è: nelle mani di chi scusate? Pensate che non conosciamo o non si conosce chi vi alimentato come “corrente personale di chi sta come PD nel Consiglio Regionale? In secondo luogo la domanda è chi siete, da dove venite? siete tali da rimembrarmi uno spassoso e significativo detto di un ex conosciuto commerciante di carni che difronte a critiche poco professionali era solito esclamare: “non conosci se il bovino fa la pipì dalla testa o dalla coda, di cosa vuoi parlare?”
Come Altragricoltura di certo non ci propagandiamo di aver dato vita a una lista rivoluzionaria, tutta dall’altra parte della barricata,come si suol dire, ma abbiamo partecipato ad una Alleanza che è altra cosa. ALLEANZA significa riconoscere e prendere atto delle diversità ma anche il rispetto delle stesse nel confronto su cosa fare. ALLEANZA con la 2° lista per chiudere per sempre un angosciante e devastante capitolo storico, con un radicale mutamento del sistema e del gruppo di potere. Con tutti i difetti e le diversità ci ritroviamo insieme a chi ci ha messo la faccia nel denunciare all’Autorità Giudiziaria cosa stava accadendo e si è presa almeno la responsabilità di divulgare quanto avveniva nell’attività consortile. Voi della 3° lista dove stavate?
Sarebbe stato almeno onesto facendo una manifesto CHIEDENDO SCUSA per quanto è accaduto e a cui avete dato il vostro sostegno, mi sarei astenuto dal fare questo commento e, probabilmente, l’alleanza sarebbe stata più ampia. Quanti e quelli che hanno portato nelle patrie galere, compreso il presidente uscente Cappella, sono del PD. Questo partito, di cui voi fate parte, e la CIA agricola, nelle scorse elezioni vi siete alleati con Coldiretti per l’elezione di Cappella. Se fate finta di non saperlo ve lo ricordo io: il 14 febbraio 2013 la CIA organizza un incontro elettorale con i candidati PD nella sua sala congressi a Benevento e il giorno successivo, il 15 febbraio nella sala consiliare di San Lupo, stesso incontro elettorale introdotto e presentato dal sindaco di Amorosi, Giuseppe di Cerbo, che tanto avete difeso per l’esclusione dalla lista per il Consorzio. Se non lo ricordate cercate in rete la pagina del giornale IL VAGLIO di Benevento, diretto da Carlo Panella, e vi leggete la cronaca della stessa data. Siete parte, dunque, di una stessa famiglia.
Concludo esprimendo il mio disappunto e dispiacere per la presenza nella lista 3° di due grandi amici lottatori che, naturalmente, rimarranno tali; a loro mi è di dovere suggerire di non esporsi e mantenersi nella dovuta riservatezza.

Li 19 settembre 2016

IL COORDINATORE REGIONALE
LINO MARTONE
Altragricoltura-SIAAB-CICC

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”