Acqua bene comune


acqua non potabileAlife(Ce)- Da alcuni giorni si registrava l’ennesima interruzione idrica, in particolare durante le ore notturne. Lavori in corso per la condutture obsolete. In data 8 Giugno arriva il referto dell’Asl, con il quale viene (altro…)

Pubblicità

nicola-di-benedetto-teanoTeano(CE)- L’Amministrazione comunale informa che è finalmente operativo il cloratore automatico installato sulla condotta di adduzione al servizio del serbatoio di Casafredda, che serve le frazioni di Casafredda, Furnolo, Gloriani e Tuoro, adducendo le acque delle sorgenti di Tavola e Garofali. D’ora in poi, la clorazione dell’acqua pubblica nell’area indicata sarà quindi calibrata automaticamente sulla quantità di acqua erogata dalla sorgente, senza correre più il rischio di clorazione eccessiva lamentata  (altro…)

PIETRASANTA. Il veleno di Agatha Christie ha inquinato i pozzi della Versilia. Da almeno tre anni. Nell’acqua di Pietrasanta, cuore turistico e culturale della riviera con i suoi 39 (altro…)

via_sorgentePiedimonte Matese(CE)- Bontà delle acque piedimontesi ancora confermata da parte della società che si occupa di compiere le analisi chimiche per conto della Regione (altro…)

nicola-di-benedetto-teanoTeano(Ce)- L’Amministrazione comunale informa che è finalmente operativo il controllo periodico della qualità dell’acqua erogata dall’ acquedotto comunale e destinata al consumo umano. Come è noto, il nostro Comune gestisce direttamente la fornitura dell’acqua potabile e acquisisce le risorse idriche necessarie a soddisfare il fabbisogno della popolazione prelevandola da 12 pozzi e 2 sorgenti esistenti sul nostro territorio e integrandola con quella acquistata dalla società Acqua Campania S.p.A. Per monitorare costantemente la qualità di queste acque distribuite dalle diverse reti dell’acquedotto, è stato appaltato un servizio periodico di controllo interno, reso obbligatorio sin dal 2001 dal decreto statale n. 31, affidandolo ad un’a

(altro…)

fontana%20acquaNuova interruzione del servizio idrico a Piedimonte Matese,  prevista per il giorno 14 ottobre 2014

Si verificherà ancora una sospensione del servizio idrico a Piedimonte Matese, il giorno 14 ottobre 2014: l’intera città rimarrà coi rubinetti a secco per via dei lavori che stanno interessando la sorgente del Torano, e che impongono uno stop all’ erogazione del servizio presso le utenze. E’ stata la Giunta Regionale della Campania a comunicare con una nota al Comune matesino che si tratterà di un evento necessario per consentire il ripristino dell’alimentazione idrica del Torano alla città, che nell’ ultimo mese è stata servita (altro…)

sorgente marettoSospensione del servizio idrico prevista per il 7 agosto a Piedimonte Matese

Il giorno giovedì 7 agosto la città di Piedimonte Matese vedrà un’interruzione dell’erogazione del servizio idrico. Lo ha reso noto oggi il sindaco Vincenzo Cappello in un avviso pubblico in cui viene specificato che l’assenza d’acqua su tutto il territorio comunale si avrà dalle ore 8.00 alle ore 18.00. (altro…)

ferrarelleArsenico acqua Ferrarelle Allarme arsenico nell’acqua Ferrarelle, l’azienda si difende: ‘Valore nella norma’
Riardo/Teano(CE)- La Ferrarelle, secondo uno studio pubblicato sul sito news.klikkapromo.it (leggi qui) e riportato anche da alcuni siti di informazione, è una delle acque minerali italiane che contiene il valore più alto di arsenico, una sostanza

(altro…)

Lavori-acquedottoAl via l’aggiornamento funzionale dell’Acquedotto Campano: si avvicina
lo stop alla turnazione dell’acqua per i comuni della Media Valle del Volturno

I comuni della Media Valle del Volturno presto non avranno più a che fare con il seccante rito della turnazione dell’acqua. Partono a Piedimonte Matese i tanto attesi interventi alla sorgente (altro…)

fontana%20acqua“DISSERVIZI EROGAZIONE DELL’ ACQUA”

Si porta a conoscenza dei cittadini che, nella giornata del 01/07, è stata individuata un’ingente perdita d’acqua sulla condotta principale che rifornisce i serbatoi, situati in località S. Reparata, destinati ad alimentare gran parte delle abitazioni di Teano centro e gli abitati di Casi e Casamostra.

Tale problema è stato scoperto nel corso delle attività di ispezione e verifica affidate d’urgenza nella serata dello scorso 30/06, a seguito dell’  individuazione di una prima perdita d’acqua localizzata in corrispondenza di un pozzetto della (altro…)

lacqua-non-si-vendeCASERTA- Il comitato acqua bene comune di Caserta e provincia denuncia con preoccupazione e sconcerto la grave svendita in atto di un bene primario quale l’acqua ad opera dell’ amministrazione di Castelmorrone guidata dal sindaco Riello che nello scorso consiglio comunale del 6 giugno non ha esitato a votare (con il solo voto contrario del consigliere Aniello Riello dell’opposizione) l’affidamento dell’acqua pubblica (acquedotto, rete fognaria e depuratori) a una società dell’agro aversano senza gara pubblica  e calpestando il voto dei suoi stessi (altro…)

Pietro RIELLOIl comune di Castelmorrone apre le porte ai baroni dell’acqua di Napoli Nord a danno delle tasche dei cittadini

Il comitato acqua bene comune di Caserta e provincia denuncia con preoccupazione e sconcerto la grave svendita in atto di un bene primario quale l’acqua ad opera dell’amministrazione di Castelmorrone guidata dal sindaco Riello(nella foto) che nello scorso consiglio comunale del 6 giugno non ha esitato a votare (con il solo voto contrario del consigliere Aniello Riello dell’opposizione) l’affidamento dell’acqua pubblica (acquedotto, rete fognaria e depuratori) a una società dell’agro aversano senza gara pubblica. Paradossalmente solo un anno fa il Consiglio comunale aveva deliberato la gestione diretta da parte del Comune del servizio idrico. (altro…)

acquaIl CAI di Piedimonte Matese celebra la giornata internazionale dell’Acqua

L’appuntamento è organizzato nell’ambito della attività di tutela dell’ambiente montano della sezione matesina del Club Alpino Italiano (altro…)

giulemani1Forum Ambientale dell’ Appennino Costituendo Centro Ricerche, Studi e Documentazione
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione

Presentazione del progetto
“Recupera/Riabita: salviamo le risorse naturali e i borghi dell’Appennino meridionale”

(Foto disponibili su http://www.forumambientale.org/area-stampa/) (altro…)

image002Piedimonte Matese(Ce)- Sarà celebrata anche dal Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano la Giornata Mondiale dell’Acqua dichiarata per il 22 marzo di ogni anno dall’ Assemblea generale delle Nazioni Unite sin dal (altro…)

rubinetto alifeAlife(Ce)- Erano sui piedi di guerra i cittadini alifani e non solo, ma anche quelli degli altri comuni della vasta Valle Alifana-Matesina: Raviscanina, Sant’Angelo d’Alife, Alvignano, Baia e Latina, Dragoni,  Liberi, Castel di Sasso e  Piana di Monte Verna. A causa di un guasto improvviso ad un tubo vecchio e obsoleto della condotta idrica individuato lungo la direttrice principale, appunto la strada provinciale 330 Alife – Piedimonte Matese, come si annunciava nel comunicato precedentemente pubblicato, occorso nel primo pomeriggio di giovedi scorso 27 Febbraio, i suddetti comuni della Valle Alifana si erano ritrovati senz’acqua. Nel primissimo pomeriggio della giornata odierna, domenica 2 Marzo, finalmente il problema è stato risolto e l’emergenza è rientrata nella normalità. Il guasto alla condotta idrica è stato definitivamente riparato. Tra l’altro nel vecchio tubo erano state riscontrate anomalie a causa della presenza di amianto. Sul posto per la riparazione, i tecnici del Carnevale-politiciConsorzio Idrico “Terra di Lavoro” di Caserta, con il geometra Stellato, responsabile di zona del Consorzio Idrico, e la ditta ECOM di Galatina, in provincia di Lecce, specializzata nella rimozione e smaltimento del cemento amianto. I cittadini di Alife erano su tutte le furie, visto che da quattro giorni l’erogazione idrica era stata interrotta. In particolare, chi a subire maggior danno sono stati i titolari di esercizi commerciali, che per portare avanti l’attività necessitano dell’uso d’acqua. Costretti a lavorare con bacinelle e taniche. “Siamo arrivati ai tempi del dopoguerra“- avevano dichiarato alcuni di questi. Altri invece avevano minacciato: ” Ma com’è possibile dimenticare un’ intera comunità, senza provvedere ad una risoluzione momentanea mediante la messa a disposizione di autobotti?” Per non parlare delle scuole che hanno subito forti disagi nei primi giorni della crisi idrica. Molti studenti a causa della scarsa igiene dei bagni avevano accusato forti malori. Proprio in giornata odierna i cittadini alifani incontratisi in alcune piazze, si stavano mobilitando per mettere in atto una manifestazione di protesta. “Se entro domani, lunedi, l’acqua non arriva– avevano dichiarato- allora ci faremo sentire con una class action. Per il diritto all’acqua paghiamo le tasse, un diritto che qui arriva con il contagocce. Non è possibile che nei comuni da dove sorgono le noti sorgenti del Maretto e del Torano, nel 2014 si deve essere costretti a convivere con un pessimo servizio da dopoguerra! Non è possibile stare quattro giorni senz’acqua. Per chi non possiede pozzi questa è una situazione insostenibile. Restituiteci i soldi!“. Manco li avessero sentiti, o forse si? “Qualcuno” si sarà spaventato delle minacce lanciate e ha chiesto di accelerare i lavori ordinando ancora di fare l’impossibile, che così è stato, visto che in codesta giornata il danno è stato finalmente riparato.  No, perchè “Guai a far incazzare gli alifani!”. Per l’amor di Dio, sono tutte brave persone, ma quando gli tocchi il tassello principale, allora, con tanto di rispetto per “San Sisto protettore”, costoro sono capaci di attrezzarsi, da veri figli di autentici contadini, con armi, trattori, zappe, traini, mantelli e forconi, per mandare al patibolo ( tradotto: a quel paese) “Chi ” sanno  a loro.  In poche parole “sora acqua” è finalmente arrivata grazie solo a Mister CARNEVALE che con la sua bella “maschera di pagliaccio(1)” ha fatto credere a tutti che ogni scherzo vale anche a Carnevale, e che ancora una volta la crisi idrica è stata solo un’ ironico scherzo del destino. Invece, il tanto e atteso “miracolo “di  “Mister Carnevale”, si è avverato in data odierna. Mister Carnevale infatti, ha voluto mostrare clemenza, specie verso i bambini che tanto l’amano e l’attendono, e così “sora acqua” è ritornata  a sgorgare copiosa nelle ridenti Valli della piana Alifana. Tutto bene ciò che finisce bene, almeno per ora, nella speranza che il “miracolo di Carnevale” non abbandoni più questa terra tanto bistrattata e calpestata dai signori amministratori, che, tra proclami e carrozzoni, in tutti questi anni, l’hanno  solamente soggiogata e “malamente” governata. Buon Carnevale a tutti! (Comunicato stampa  da ufficio stampa Carnevale alifano)

Note: (1 ) Ogni riferimento  é puramente casuale

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

crisi idricaAlife(Ce)- Improvvisa interruzione idrica dal primo pomeriggio di giovedi 27 febbraio. Danni improvvisi alla condotta idrica all’ altezza della Strada Provinciale 331 Alife – Piedimonte Matese, in direzione Sud. Sono in corso i lavori di ripristino della fornitura d’acqua dalla rete idrica, ma è difficile prevedere i tempi di ripristino del servizio. Ad oggi infatti, venerdi 28 febbraio,  mentre si scrive quest’ articolo (ore 18:40), di “sora acqua” non c’è la minima goccia che esce dal rubinetto. La Città di Alife e i Comuni del Matese nel caos. Cittadini infuriati: “Paghiamo le tasse per un servizio che funziona a singhiozzo come ai tempi del dopoguerra..” . C’è da evidenziare però che il problema non è solo dei privati, ma soprattutto di chi esercita attività pubbliche, le scuole per esempio. In giornata odierna infatti, sono stati registrati tantissimi disagi nelle scuole. A causa dell’ interruzione idrica i bagni delle scuole alifane, non funzionavano e molti studenti hanno accusato forti malori a causa della scarsa igiene…Ma non solo, i titolari di molte attività commerciali dove è richiesto l’uso dell’ acqua, costretti a lavorare con i (altro…)

presidio 27 febbraio acqua pubblica

Mena Moretta -Cena Pace CasertaA CASERTA NON C’E’ ACQUA DA PERDERE: CITTADINI SI’, SUDDITI NO

Il 21 febbraio scorso nel salone teatro della Parrocchia Buon Pastore a Piazza Pitesti si è svolta una partecipata assemblea cittadina promossa dal coordinamento sull’ emergenza costituita dalla gestione del servizio idrico della città che, dopo la rescissione del contratto con la Napoletanagas, l’amministrazione intende affidare ai privati contravvenendo la palese volontà popolare espressa con il referendum del 2011.
Erano stati invitati per un primo confronto, con largo anticipo, il sindaco, i (altro…)

maretto_piedimontePiedimonte Matese(CE)– Il noto problema del Maretto e delle sue sorgenti che periodicamente si intorbidano al verificarsi di piogge particolarmente abbondanti, rendendo necessaria la turnazione dell’acqua tra i comuni della Media Valle del Volturno, ha trovato una soluzione che risolverà i tanti disagi che derivano dall’assenza periodica del servizio idrico. Sono stati gli stessi funzionari della Regione Campania ad anticiparlo, nel corso di un tavolo tecnico convocato l’altro ieri presso la Prefettura di Caserta, a cui hanno preso parte tutti i sindaci dell’Alto Casertano interessati, il dirigente della Regione Ciro Pesacane accompagnato dallo staff tecnico, la dottoressa Laura Leoncini dell’ Asl, (altro…)

Napoli, Caserta, Matese— Dove sono le condotte in cemento-amianto che trasportano l’acqua potabile in alcuni Comuni del consorzio Ato2? L’angoscioso interrogativo sollevato dal Corriere del Mezzogiorno il 29 novembre scorso, ha messo in allarme i 136 Comuni del Consorzio che distribuisce acqua nel Casertano e in alcune zone a Nord di Napoli. Il Corrmezz ha infatti scoperto che almeno 112 chilometri di tubi sono stati realizzati in eternit nel corso (altro…)

cappello velokPiedimonte Matese(Ce)- E’ per sciogliere ogni dubbio sulla presunta presenza di agenti tossici nelle acque matesine che il sindaco di Piedimonte Matese Vincenzo Cappello ha (altro…)

alfonso-del-giudice-alifeAlife(Ce)- (da red. cultura Alife) Sono passati 4 anni dalla scomparsa di un grande uomo della nostra comunità alifana. Mentre ci si appresta a celebrare la festa patronale di S. Sisto I papa e martire, i familiari e gli amici a 4 anni di distanza non dimenticano, ma anzi desiderano ricordarlo a distanza di tempo.  Alfonso Del Giudice, (fratello dell’attuale consigliere comunale Emilio Del Giudice) , veniva a mancare all’affetto dei suoi cari proprio nella giornata dell 7 Agosto dell’anno 2009, dopo avere combattuto tenacemente contro un male incurabile. Oggi lo si desidera ricordare, anche in vista della prossima manifestazione che si svolgerà ad Alife  il prossimo 1° Settembre 2013, 8a Giornata della “Custodia del Creato,” durante la quale si svolgerà la cerimonia di piantumazione dell’ “Albero della Pace” che sarà (altro…)

Due anni dopo la stessa foto…….e lo stesso no ai privati (altro…)

fontana%20acquaPiana di Monte Verna(Ce)- L’ emergenza acqua diventa una questione sempre più allarmante per i cittadini di Piana di Monte Verna che da diversi mesi improvvisamente sono stati privati dell’ elemento essenziale per la vita quotidiana . Hanno protestato soprattutto i titolari di attività produttive e lavorative, che si svolgono sul territorio . Il sindaco , Raffale Santabarbara in una lettera di protesta scritta al Prefetto di Caserta (altro…)

PROPOSTA D’INIZIATIVA DEI CITTADINI EUROPEI “L’ACQUA E’ UN BENE COMUNE, NON UNA MERCE!”

(Di Marco Fusco) Firmate, firmate, firmate! Il mio appello è rivolto a tutti, soprattutto a chi in questi anni ha manifestato a sostegno di tutte quelle battaglie portate avanti da associazioni, movimenti, gruppi politici in favore dell’acqua potabile come bene pubblico. E’ una proposta d’iniziativa dei cittadini europei che hanno a (altro…)

depuratore san gregorioA proposito di acqua potabile, sorgenti inquinate e merda gratis, ecco come si presentava oggi il depuratore di San Gregorio Matese.
Dopo anni di polemiche e grandi polveroni il depuratore che non funziona continua a scaricare acqua di fogna nelle nostre sorgenti…quello che si vede nella foto è (altro…)

fontana%20acquaPiedimonte Matese (Ce)- Era già tutto previsto! Ci risiamo, è la solita storia! Il “paese dell’acqua” si trasforma in deserto d’estate ma d’inverno nemmeno si scherza. Oramai da qualche anno, sistematicamente alle prime piogge abbondanti autunnali, viene “tolta” l’acqua. “In relazione alle recenti e intense precipitazioni, si è rilevato un rapido incremento di torbidità delle acque del Maretto, tale da impedirne l’uso“, così affermano dall’Area Generale di Coordinamento Ecologia, Tutela dell’Ambiente, Ciclo Integrato delle Acque, della Regiona Campania.
Un’informazione corretta e trasparente ai cittadini dovrebbe indicare il PERCHE’ dell’”intorbidimento”; se è dovuto al movimento di materiale litoide all’interno del sistema carsico del Matese; se è dovuto a impianti di depurazione che non funzionano o funzionano male nei paesi (altro…)

Pagina successiva »