Speciale Alife (Matese & d) Scandalo Discarica abusiva


S. Angelo d’Alife(Ce)- 12 Maggio 2010- Incendio doloso alla discarica in località “la Stella” a S. Nicola (nei pressi del campo sportivo) nel comune dell’ alto casertano-matesino di S. Angelo d’Alife(Ce), nel cuore del Parco del Matese. L’incendio alla discarica perpetrato da balordi, stando alle testimonianze raccolte, ha avuto un preciso preciso scopo: quello di compiere l’ennesimo dispetto post elettorale alla nuova giunta comunale capeggiata dall’ avv. Crescenzo Di Tommaso. A chi da fastidio  l’amministrazione Di Tommaso? Prima di compiere questo genere di azioni scorrette e sconsiderate, indubbie azioni di inciviltà e di arretratezza mentale si provi un attimo a pensare che chi a rimetterci la propria salute non sarà solo l’amministrazione,  bensì l’ intera comunità. Aggredire l’ambiente significa aggredire e uccidere la vita umana. Bisogna sapere che dai rifiuti bruciati si sprigiona nell’ aria la diossina, veleno dannosissimo non solo per la terra ma soprattutto  per la salute umana. L’accumulo di diossina nei polmoni e nel sangue umano provoca  malformazioni congenite, patologie tumorali, etc.. La diossina sprigionatasi dai rifiuti bruciati va a finire nell’ aria che noi respiriamo, sui terreni dove pascolano gli animali e dove si pratica l’ agricoltura. Bisogna sapere che i prodotti, compresi quelli  agricoli che vengono coltivati in questi terreni avvelenati dalla diossina Continua a leggere

Raviscanina(Ce)- (di Quinzio De Sisto) E’ trascorso quasi un anno dall’arrivo di “Striscia la Notizia “ (vedi quì video di Luca Abete) a Raviscanina. Dopo le accuse fatte a chi vi scrive per aver messo in cattiva luce il paese, ovviamente, da personaggi che del territorio, della salute e della salvaguardia del creato se ne “fregano”, arriva l’attesa punizione per i già sfortunati e malcapitati raviscaninesi. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (da Società civile Matesina) Complimenti al Sindaco di Raviscanina Ermanno Masiello (nella foto) per la nomina a Presidente dell’ Assemblea del Parco del Matese. Veramente singolare come il Pd e la Margherita premia i loro Iscritti, sia Sindaci sia Simpatizzanti. Questo è veramente il colmo, nominare Presidente dell’Assemblea del Parco l’unico Sindaco che con il parco è stato veramente cattivo. Non si è curato del territorio del suo comune, figuratevi se si cura degli altri comuni. Una vera burla. Ma, vi siete scordati che qualche mese fa fu scoperta una mega discarica a Raviscanina? Paese Governato dal bravissimo Sindaco Masiello. Chiedo scusa al prof. Marco Fusco, ma non sono d’accordo con quello che lei dichiara nel suo articolo Continua a leggere

Su articolo di alifano firmato con il nome di ‘Bacardi (leggi quì art ) ‘ nel quale  si chiamava in causa il lavoro della commissione edilizia, scende in campo un membro della commissione, si tratta dell’ing. Fabio Consola, il quale precisa quanto segue:

Alife(Ce)- (dell’ing. Fabio Consola)  Sono le ore 0.40 di questo ormai venerdì, e dopo una giornata di lavoro, che tuttora continua questa sera, una mattinata trascorsa sui cantieri e un pomeriggio trascorso in commissione edilizia a tutelare gli interessi degli alifani, sempre con passione e dedizione, mi sento indignato e carico di rabbia. La rabbia nasce dalla lettura del seguente articolo: “Alife(Ce)- Politica ad Alife: Lettore alifano ‘Bacardi Interviene su Amministrazione Comunale Iannelli” di cui  il (cliccare quì) link Veniamo al dunque: Innanzitutto, faccio i miei migliori auguri a tutta la nuova amministrazione, alla quale porgo un saluto e un augurio di buon lavoro. Saluto il neo sindaco dott. Fernando Iannelli, al quale rivolgo un grosso in bocca al lupo. Saluto anche il sig. Sisto Angelillo a cui devo tanto e a cui voglio dedicare un pubblico ‘ringraziamento’ per avermi dato la possibilità di arricchire il mio bagaglio culturale Continua a leggere

FotoNotizia: Polizia Municipale Sant'Angelo d'Alife scopre Discarica abusiva contenente amianto, materiale di scarto, etc

Sant’Angelo d’Alife(Ce)- (di Quinzio De Sisto) Brillante operazione di Polizia Municipale qualche settimana fa nell’importante comune dell’altocasertano. Mentre l’agente di P.M. Giuseppe Ferrazzano, eseguiva il suo solito giro d’ispezione e controllo del territorio, scopriva in località mulinello in quel di Sant’Angelo una discarica abusiva contenente materiale edile di scarto e lastre di eternit di sospetta composizione. L’agente subito informa il suo comandante maresciallo Raffaele De Risi che insieme delimitano e sequestrano il sito adibito a discarica. Immediato l’intervento del Sindaco Dr. Salvatore Bucci che attua tutto quanto in suo potere per risolvere la questione. Continua a leggere

Raviscanina(Ce)- (da red. cronaca Matese) Pubblichiamo in esclusiva per il nostro portale il Video di denuncia realizzato dalle telecamere  e dal giornalista di Mediaset Luca Abete per il programma  Striscia la Notizia, giornale satirico di A. Ricci, trasmesso nella medesima trasmissione in data di sabato 27 dicembre 2008 .  Nel video é da evidenziare la parte finale, quando ad un certo punto  il giornalista di Striscia Luca Abete porgendo in regalo una pigna di impegno (simbolo della Montagna) al sindaco di Raviscanina Ermanno Masiello, si é fatto strappare dal sindaco questa promessa (riportata anche sul bigliettino che accompagnava il regalo):  “La Montagna é Natura, é aria pura, Non dev’esserci spazzatura!”…….
(Comunicato da red. cronaca Matesina)
 
Di seguito riportiamo nuovamente l’articolo (correlato di foto) inerente al  Blitz Striscia la Notizia su luogo discarica abusiva Le Vaglie in Raviscanina(Ce), effettuato in data 16 Dicembre 2008
 
 
Raviscanina(Ce)- (di Quinzio De Sisto e red cronaca Alto Casertano-Matesino & d)In seguito all’articolo del giornalista  Quinzio De Sisto, correlato di foto e video di denuncia, realizzati dal fotoreporter Andrea Pioltini e pubblicati sul portale d’ informazione  matesino: “Alto Casertano-Matesino & d (vedi quì)ed inoltre su gran parte dei portali d’ informazione della provincia (a cui va un sentito ringraziamento), la settimana scorsa la redazione del nostro portale si é recata sul luogo della discarica Le Vaglie in Raviscanina, per verificare se, a tre mesi di distanza dalla prima denuncia lanciata, fosse cambiato qualsosa. Purtroppo nulla di nulla, solo un cartello sul quale si leggeva: “Divieto di abbandono di rifiuti“. In compenso abbiamo scoperto altre discariche abusive sempre nel comune di Raviscanina.

Continua a leggere

Raviscanina(Ce)- (di Quinzio De Sisto e red cronaca Alto Casertano-Matesino & d)In seguito all’ articolo del  giornalista Quinzio De Sisto, correlato di foto e video di denuncia, realizzati dal fotoreporter Andrea Pioltini e pubblicati sul portale d’ informazione matesino: “Alto Casertano-Matesino & d (vedi quì)ed inoltre su gran parte dei portali d’informazione della provincia (a cui va un sentito ringraziamento), la settimana scorsa la redazione del nostro portale si é recata sul luogo della discarica Le Vaglie in Raviscanina, per verificare se, a tre mesi di distanza dalla prima denuncia lanciata, fosse cambiato qualsosa. Purtroppo nulla di nulla, solo un cartello sul quale si leggeva: “Divieto di abbandono di rifiuti“. In compenso abbiamo scoperto altre discariche abusive sempre nel comune di Raviscanina. Insomma un vero e proprio disastro ecologico che si sta consumando ai piedi del Parco Regionale del Matese, un territorio che dovrebbe essere tutelato e salvaguardato ad ogni costo proprio perché in questa zona si pratica l’agricoltura e sorgono importantissime falde acquifere che vanno ad alimentare tutti i comuni del comprensorio matesino-provinciale. Dopo qualche giorno dal nostro arrivo, in seguito all’ennesimo articolo di denuncia con tanto di aggiornamenti e foto, sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Ailano che, increduli allo scenario che si é presentato ai loro occhi, non hanno potuto che constatare il grave disastro ambientale perpetrato nel cuore del Parco del Matese e disporre così l ‘immediato sequestro del sito interessato dalla mega-discarica abusiva  inquinante. Nella mattinata di martedi 16 Dicembre, dopo il gran polverone sollevato, sono arrivate finalmente anche le telecamere di Mediaset per documentare in diretta lo scempio che da mesi si sta consumando nel cuore verde del Parco del Matese. La cosa diventa ancora più grave se si va a considerare il disinteresse da parte delle istituzioni del posto ad adottare delle soluzioni decisive per porre fine al disastro ecologico e chissà quanto tempo ancora si dovrà aspettare perché si possa arrivare ad una risoluzione del problema.

Continua a leggere

Il reportage fotografico effettuato su sopralluogo, in data 8 Dicembra 2008,  é a cura di Andrea Pioltini fotoreporter e sono in esclusiva per “Alto Casertano-Matesino & d”. Cliccare su ciascuna immagine per ingrandire.

Raviscanina(Ce)- (di Quinzio De Sisto) Da quando abbiamo pubblicato sul nostro portale la notizia in merito alla discarica abusiva sita in località le Vaglie in quel di Raviscanina (vedi quì l’articolo), sono passati circa tre mesi. Ieri, finalmente, i carabinieri sequestrano il sito. Qualche collega giornalista alcuni giorni fa  ha riportato la notizia, ma non sapendo i fatti reali come stanno ha un poco stravolto la vicenda. Quì non si tratta di grandi operazioni di polizia, ma semplicemente di salvaguardare il parco del Matese, il territorio di Raviscanina e il futuro dei nostri figli. Puntare il dito e imputare colpe è facile, ognuno assuma la propria responsabilità. I primi, sono quelli che fino ad ora sono stati zitti…alla faccia dell’ “omertà”, della legalità e della trasparenza! Nessuno sapeva….Ma! Il sottoscritto il giorno dell’Immacolata, insieme alla testimonial della Pace Agnese Ginocchio ed il fotoreporter Andrea Pioltini si è recato sul posto per vedere cosa era cambiato. Niente! Solo un cartello con la dicitura divieto di scarico rifiuti (come dimostrano le  foto 1 e 2 ). Niente, bonifica niente, nemmeno a pensarlo. Dopo tanta pioggia, tutto quel percolato dove è andato a finire? Continua a leggere

Nota da parte della nostra redazione: Effettivamente i rifiuti (come documenta la foto n 2 scattata alcuni giorni fa) nei pressi del cimitero non ci sono più. Lo abbiamo constatato con i nostri occhi proprio noi del portale “Alto Casertano-Matesino & d” che in data odierna ci siamo recati nei pressi del cimitero di Piedimonte per documentare lo scempio, ma a nostra sorpresa, non abbiamo trovato alcun sacchetto di rifiuti sparso per terra. Un plauso quindi va all’impegno del sindaco Cappello che si è prodigato  immediatamente  per la risoluzione del grave problema. Non si può dire lo stesso, purtroppo per altre amministrazioni dei comuni limitrofi e dell’intera provincia di Caserta, i cui territori sono invasi di rifiuti e di discariche abusive, ciò nonostante si pratichi la raccolta differenziata(vedi Alife). A breve il nostro giornale web pubblicherà un servizio più dettagliato a riguardo…

Piedimonte Matese(Ce)-(di Pietro Rossi) In questi giorni ferragostani la situazione rifiuti a Piedimonte Matese si è aggravata ulteriormente e in alcuni angoli del paese sono ricomparsi cumuli di sacchetti e rifiuti abbandonati. Ci risiamo, la città di Piedimonte Matese, è sporca e invasa di sacchetti, uno spettacolo veramente indecoroso se consideriamo che da circa quattro mesi è iniziato tra mille sacrifici e l’impegno della popolazione il servizio di raccolta differenziata, ma chi dovrebbe effettuare il ritiro dei sacchetti non lo fa regolarmente e il sindaco di Piedimonte Matese Avv. Vincenzo Cappello (foto 1)è dovuto intervenire di nuovo. Le situazioni più critiche sono state segnalate con apposite foto anche da Nico Brunelli referente locale del WWF(leggi quì articolo) , nei pressi del Cimitero (foto 2), in Largo Breccie e presso l’Ospedale Civile A.G.P. di Piedimonte Matese. Visto che quanto è accaduto sta determinando la condizioni dell’insorgere di situazioni di precarietà igienico sanitaria, anche in considerazione delle alte temperature del periodo il Sindaco di Piedimonte Matese Avv. Vincenzo Cappello, già intervenuto con apposite ordinanze nei giorni scorsi affidando la pulizia straordinaria a ditte private esterne per far fronte all’emergenza, ha fatto un sopralluogo per ispezionare insieme ai tecnici del comune i siti segnalati. Riunito il suo staff presso la casa comunale ha intimato al Consorzio Unico Interprovinciale Ambito Caserta 1 con sede in S. Potito Sannitico (CE), alla Via Sannillo, di provvedere “AD HORAS”

Continua a leggere

San Potito Sannitico(Ce)- I militari del Nucleo Mobile di Piedimonte Matese capitanati dal comandante Liliano Liberato ( nella foto il primo da sx, insieme al finanziere scelto Vincenzo Micheli; cliccare sopra la foto per ingrandire immagine ) in collaborazione con i Baschi Verdi della Compagnia di Montesarchio(Bn), nella nottata a cavallo tra venerdì e sabato, hanno arrestato tre giovani di San Potito Sannitico poiché colti in possesso di hashish e marijuana. I falchi delle fiamme gialle si sono messi sulle tracce dei tre pensando che probabilmente potevano essere i pusher che rifornivano i tossicodipendenti della zona. I finanzieri in un primo momento hanno pensato che i pusher per rifornirsi prendessero come direzione Napoli mentre i tre 20enni di San Potito Sannitico, che non avevano intuito di essere inseguiti, arrivati nella zona di Montesarchio tempestivamente è stato imposto loro l’alt dai falchi matesini in sinergia ai colleghi della locale Compagnia competente per territorio che si sono avvalsi anche dell’aiuto delle Unità Cinofili. Subito dopo i tre giovani venivano tradotti presso la Casa Circondariale Capodimonte di Benevento dove tutt’ora si trovano a disposizione della Procura datosi che potrebbero appartenere a una grossa rete di narcotrafficanti a cavallo tra Benevento e Caserta Continua a leggere

La Croce é stata consegnata anche al Preside Diana del 1° Circolo didattico G. Falcone

Piedimonte Matese (Ce)- Nell’ambito della giornata conclusiva sul tema della Pace, Legalità, Ambiente e Diritti Umani svoltasi presso il plesso scolastico in Sepicciano, sezione distaccata del 1° Circolo didattico “Giovanni Falcone” di Piedimonte Matese(Ce) diretto dal preside dott. Giacomo Diana (nella foto a sx di Agnese Ginocchio, cliccare sopra per ingrandire immagine. Autore: Andrea Pioltini fotoreporter), che ha visto la presenza della cantautrice e Testimonial del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio nella tappa susseguitasi in più giorni nei tre plessi della scuola, é stato presente il comandante della tenenza della guardia di Finanza di Piedimonte Matese Liliano Liberato(nella foto a dx di Agnese Ginocchio, cliccare sopra per ingrandire immagine. Autore: Andrea Pioltini fotoreporter), delegato a consegnare al preside Giacomo  Diana l’attestato di merito conferito al 1° circolo didattico Falcone di : “Scuola per la Legalità aperta alla Pace e alla Salvaguardia del Creato“. Il Comandante della Guardia di Finanza Liliano Liberato al termine della consegna dell’ attestato é stato insignito insieme al preside Giacomo Diana della singolare “Croce Missionaria della Pace”.  “Questa Croce ” -ha spiegato Agnese Ginocchio- ” riposta anche sulla tomba di San Francesco d’Assisi nella basilica pontificia in Assisi eretta in onore del Santo patrono della Pace, dell’ ecologia e del dialogo, sulla quale sono dipinti i colori arcobaleno universali della Pace, é unica al mondo ed é il Logo del Movimento Internazionale per la Pace e del nostro Movimento Ambasciatori e Testimoni di Pace. Ella rappresenta un’ importante riconoscimento, viene consegnata a persone, che in vita si sono sapute distinguere in merito all’impegno (inteso come missione) per la salvaguardia della vita, della Pace, dell’ Ambiente, per la difesa della legalità e i valori universali della solidarietà lì negli ambienti dove sono chiamati a operare mediante i propri ruoli, talenti e professioni. Il comandante Liliano Liberato, che ho avuto modo di conoscere da vicino e di apprezzare le sue enormi doti umane, la sensibilità, la disponibilità e l’attenzione verso le problematiche del territorio, ha svolto numerose ed importanti azioni di monitoraggio per il rispetto della legalità e la salvaguardia dell’ambiente, una di queste, mi preme evidenziarlo” – spiega la testimonial della Pace- ” mi riguarda da vicino in quanto tocca proprio il mio territorio a motivo di ciò non smetterò mai di ringraziare la guardia di Finanza capitanata da Liliano Liberato, proprio il sequestro della mega discarica abusiva nell’ azienda degli orrori in località Totari frazione di Alife(leggi quì art.). Auguro al comandante Liliano e a tutta la Guardia di Finanza della tenenza di Piedimonte Matese di continuare con determinazione, lucidità, discernimento e coraggio l’opera di sorveglianza a difesa della vita e della sicurezza in tutto il territorio dell’alto casertano matesino. Ne abbiamo tanto bisogno. Con le sue azioni si é fatto promotore e difensore della Pace”. Nella motivazione riportata sull’ attestato che ha accompagnato la consegna della Croce della Pace, si legge anche una particolare menzione alla memoria dell’eroe della Patria finanziere scelto Antonio Sottile medaglia d’oro al valor civile (leggi quì) . (Comunicato a cura del giornalista Pietro Rossi)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

In merito all’articolo pubblicato qualche giorno fa su: “ALLARME: Ecoballe, Probabile arrivo Eco-balle in località  Cava S. Michele frazione di Alife (Clicca sulla scritta per leggere l’articolo)”   Prime e dure reazioni anche sul blog degli amici di Alife “Alife Happy“. Tutti sentenziano all’unanime: “NO” Fermiamo questo imminente e probabile disastro ecologico nel cuore del Parco del Matese. DI seguito riportiamo l’articolo pubblicato sul suddetto blog. Il coordinamento redazionale del nostro portale “Alto Casertano-Matesino & d“,  invita caldamente tutti i lettori ad alzare la voce e farsi sentire contro questo grave scempio ambientale e ad inviarci pareri, articoli e dichiarazioni in merito, che saranno tutte pubblicate su questo portale. “Per il bene, la salute, la vita e la salvaguardia del nostro territorio FACCIAMOCI SENTIRE” !!!!

ALIFE(CE)- La imminente notizia di una probabile invasione di eco-balle nel territorio alifano ha preso piede tra le pagine di network e quoditiani locali creando sconcerto tra gli alifani e non solo. Dal comunicato di Agnese Ginocchio ” portavoce della pace” apprendiamo che nel nostro territorio in una cava situata in località S.Michele (nella foto a dx, Una delle due cave bianche, cliccare sopra per ingrandire. Autore: Andrea Pioltini fotoreporter) è stata individuata come sversatoio di eco-palle, pardon balle. L’articolo originale apparso per intero sulla testata cartacea della provincia: “Gazzetta di Caserta” ( e altre testate cartacee ridotto) nella giornata di sabato 10 Maggio 2008  parlava dell’immediata mobilitazione del Sindaco Vitelli delegato dall’intera giunta comunale, opposizione compresa, che convocato a Napoli, nella settimana scorsa, con relative documentazioni, respingeva l’indecente proposta effettuata dal commissario Continua a leggere

NON VOGLIAMO LE ECO-BALLE”. In merito all’articolo pubblicato qualche giorno fa su: “ALLARME: Ecoballe, Probabile arrivo Eco-balle in località  Cava S. Michele frazione di Alife (Clicca sulla scritta per leggere l’articolo)”  ci scrive il prof. Ranieri Vitagliano da Piedimonte Matese, a cui va un sentito ringraziamento per il suo interessamento. Il coordinamento redazionale del nostro portale “Alto Casertano-Matesino & d“, partendo dall’esempio del prof. Vitagliano invita caldamente tutti i lettori ad alzare la voce e farsi sentire contro questo grave scempio ambientale e ad inviarci pareri, articoli e dichiarazioni in merito, che saranno tutte pubblicate su questo portale. “Per il bene, la salute, la vita e la salvaguardia del nostro territorio FACCIAMOCI SENTIRE” !!!!

Piedimonte Matese(Ce)- (di Ranieri Vitagliano) Questa è la prova del nove. Da decenni l’alto casertano ha pagato lo scotto di delegare al(ai) politico (i) di turno il nostro destino e di fronte a situazioni di pre-allarme facevamo partire I CONTATTI e gli interventi politici Continua a leggere

ALIFE(Ce)- (di Pietro Rossi) La notizia non é ancora ufficiale, ma pare che il Sindaco di Alife avv. Roberto Vitelli sia stato contattato alcuni giorni fa dal commissario prefettizio di Napoli, perché sembra che una delle cave appartenenti ad un privato, che sorge lì proprio dove é collocata la nota pizzera dal nome omonimo “La cava” in località S. Michele (frazione di Alife) (foto 1 a sx. Autore Andrea Pioltini fotoreporter. Cliccare sopra per ingrandire) sia stata individuata per ospitare un mega sito di stoccaggio di ecoballe. Ricordiamo che le eco-balle di eco non hanno proprio nulla ma sono solo balle cariche di veleni mortali. Ovviamente il Sindaco di fronte a tale scellerata e probabile decisione, con tanto di documentazione presentata ha cercato di dimostrare la non idoneità del sito, in quanto la cava non presenta affatto le caratteristiche morfologiche idonee a ospitare rifiuti, e, cosa ancora più grave proprio in questa zona vi é una massiccia presenza di pozzi d’acqua Continua a leggere Continua a leggere Continua a leggere

Alife(Ce)- SPECIALE BLITZ TROUPE MEDIASET– La settimana scorsa la tenenza della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese, agli ordini del Luogotenente “Liberato Liliano“, aveva scoperto una mega discarica abusiva nell’azienda agricola appartenente al gruppo Cirio dimessa denominata Totari(Clicca quì per leggere articolo). Ieri -il blitz della troupe Mediaset capitanata dall’inviato Paolo Massari, (nella  foto 1  il primo da sx)- organizzato dal giornalista freelance casertano, Giuseppe Sangiovanni (nella foto 1 il primo da dx). La troupe del biscione- ieri sotto una pioggia battente- ha immortalato “l’azienda degli orrori“. Intervistata, Agnese Ginocchio, (nella foto 1 al centro) nota cantautrice (è costante il suo impegno per salvaguardare l’ambiente) , definita la Joan Baez italiana. L’azienda degli orrori- si estende su un’area di 60mila metri quadrati Continua a leggere

Ritrovati su un’area di 60mila metri quadrati ethernit. Discarica abusiva di ospedalieri.  Plauso alla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese

Alife(Ce)Ritrovati su un’ area di 60mila metri quadrati ethernit, provette contenenti campioni di sangue e anche un barattolo recante la scritta “embrione”(foto relative all’ articolo. Cliccare su ogni singola foto per ingrandire l’immagine) . Il sequestro è stato effettuato dalla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese(Ce) nella zona di Alife, località Totari. Continua a leggere