Speciale INFLUENZA Suina A – H1N1


Italia- Quanti di noi conoscono in maniera abbastanza precisa il numero di morti causati dall’influenza A?  Probabilmente un gruppo di persone decisamente rilevante data la “gara alla notizia” in corso in pratica su ogni mezzo di comunicazione nazionale e locale. Ogni decesso causato (in maniera quasi sempre indiretta e per colpa di patologie pregresse) viene infatti meticolosamente e solertemente monitorato e posto all’attenzione dei cittadini. Anche la stampa, dunque, cade colpevolmente nel retino del terrore indotto e della sovracomunicazione; preoccupandosi, con fare ossessivo, di seguire un’epidemia influenzale come tante che, a differenza delle tante, ha anche visto una copiosa, celere (e dispendiosa) fornitura di vaccini.  Continua a leggere

L’intervento in parlamento di Ewa Kopacz contro le case farmaceutiche
“Almeno 20 punti poco chiari: tre diversi tipi, nessuna controindicazione, pochi controlli”

H1N1, la denuncia del ministro polacco "Quei vaccini sono una truffa"ROMA – Dalla Polonia un attacco ai paesi più ricchi sulla gestione dell’influenza A/H1N1. Un intervento in parlamento firmato dal ministro della Sanità, che accusa senza mezzi termini i governi, mette in discussione gli accordi con le case farmaceutiche e conclude: “Siamo in grado di distinguere una situazione oggettiva da una truffa”. Le domande sull’efficacia del vaccino, uniti alle polemiche sui ritardi delle consegne, alimentano dubbi e incertezze non solo in Italia. In questo clima ha colpito molto l’intervento di Ewa Kopacz, titolare del ministero della Sanità polacco, che ha denunciato pubblicamente la “truffa” ai danni dei cittadini da parte delle case farmaceutiche che producono i vaccini. Continua a leggere

Il vaccino per l’H1N1 fa abortire (titolo aggiunto dal traduttore)*Testimonianza- Forse vi ricordate che circa un anno fa Howard Straus e io (Charlotte Gerson, ndt) eravamo stati invitati allo show della popolare e attiva presentatrice di programmi sulla salute Sherry Beall, in Los Angeles. Era presente anche il ben conosciuto giocatore di baseball Shaye Ramont, chiamato per testimoniare sulla sua guarigione dal cancro a seguito della terapia Gerson ( vedi http://www.gerson.org/ , http://www.cancer.org/docroot/ETO/content/ETO_5_3X_Gerson_Therapy.asp?sitearea=ETO ehttp://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/cam/gerson/patient )

Oggi, Sherry ha tenuto un altro dei suoi regolari e molto seguiti show, a cui aveva invitato come suo ospite anche un giornalista, Gary Null,
Argomento di discussione della serata sono stati i terribili problemi legati al vaccino contro l’H1N1 e la continua pressione che viene fatta perché si vaccinino soprattutto le donne incinte e i bambini piccoli (negli Stati Uniti, ndt ). Durante lo show è venuto fuori che le “autorità” sanitarie avvisano il pubblico che potrebbero esserci degli oppositori che potrebbero affermare che i vaccini causano aborti e che invece è solo propaganda ( quindi sapevano già che sarebbe venuto fuori questo problema e, se lo sapevano, è perché è vero – ndt). Bene, Sherry e Gary Null hanno detto molte cose circa questo argomento, ma la cosa più importante è che una dozzina di donne erano state chiamate a partecipare allo show e hanno detto che, nel giro di poche ore dalla somministrazione del vaccino, esse hanno perso i loro bambini, cioè hanno abortito! Continua a leggere

La suora e dottoressa Teresa Forcades Vila sta coraggiosamente denunciando l’orrore e la pericolosità dei vaccini allo squalene contro l’influenza suina. Proprio per questo (ovviamente) è al centro di una campagna di discredito da parte del quotidiano spagnolo El Paìs. Da notare che Juan Luis Cebrián, direttore del quotidiano in questione è un abituale invitato alle riunioni del gruppo Bilderberg (vedi 1 e 2), gruppo di economisti, finanzieri, leader aziendali, politici (di destra, sinistra e di centro) e altri membri delle élite dominanti che si riunisce annualmente sotto la presidenza del famigerato Henry Kissinger, tristemente noto per le sue responsabilità nel colpo di stato cileno del 1973, nello scoppio della guerra del Vietnam, nei crudeli bombardamenti contro la Cambogia. Continua a leggere

pecorina forteFOTONOTIZIA. Ecco La Nuova Medicina Per l’influenza Suina: grippetta suina PECORINA FORTE!  La novità arriva con questo farmaco sperimentato ed EFFICACISSIMO: “PECORINA FORTE”. Provatelo tutti, pure chi non ha i sintomi del virus da maiale. E’ stato sperimentato dando risultati eccellenti! Da un carattere turbolento, fortemente aggressivo e violento come quello tipico  dei maiali, si passa ad un carattere docile e mansueto come invece lo é quello degli agnelli- alias-pecore! Ricordate: “PECORINA FORTE”. Particolarmente consigliata per gli UOMINI VORACI[…]!!! Passateparola. Grazie!!! ( Preso da Facebook.…)

Piedimonte Matese(Ce)- I pediatri dell’Associazione Pediatrica Matesina (dott.ssa Esterina Lippolis, dott.ssa Giuseppina Santoro e dott. Emilio Iannotta), alla luce degli articoli e dei comunicati giornalieri (talvolta tra loro contrastanti e in qualche caso scientificamente non validati) con cui i media stanno informando a riguardo della diffusione dell’influenza A H1N1, contribuendo ad alimentare, in qualche modo, interrogativi ed ansia dei genitori dei loro pazienti, ritengono opportuno intervenire per fare il punto della situazione. L’influenza A H1N1, che sta avendo anche nell’Alto Casertano una discreta diffusione, sta decorrendo in maniera benigna nella quasi totalità dei casi e con sintomatologia spesso meno importante rispetto alle comuni affezioni virali. Continua a leggere

Gli antivirali suggeriti ufficialmente dal Center for Disease Control americano (CDC) per il protocollo del trattamento dei casi sospetti di Influenza Suina sono 2:

Zanamivir/Relenza: E’ un inibitore della neuroamminidasi usato nel trattamento e enella profilassi dell’influenza di tipo A e B. E’ commerciato esclusivamente dalla GlaxoSmithKline sotto il nome Commerciale di Relenza. A causa di gravi effetti tossici legati a psicosi e allucinazioni la FDA non lo ha approvato per l’uso su bambini di età inferiore a 7 anni e per pazienti con malattie croniche dell’apparato respiratorio come l’asma

Oseltamivir/Tamiflu: è un altro inibitore delle neuroamminidasi commercializzato dalla casa farmaceutica Hoffmann-La Roche sotto il nome di Tamiflu. E’ stato il farmaco di elezione per il trattamento dell’Influenza Aviaria. Continua a leggere

Il discusso vaccino distribuito per cercare di ostacolare il diffondersi dell’influenza H1N1 ha influenza_suinipresumibilmente prodotto le prime morti (voce modificata a seguito della confusione generata dall’uso del termine “morti accertate” utilizzato poichè allo stato attuale la vaccinazione è l’unica causa del decesso che viene valutata), sono quattro donne svedesi che, in quanto infermiere, rientravano nelle categorie a rischio indicate dai governi e si sono sottoposte a vaccinazione usando il farmaco Pandemrix della GlaxoSmithKline, un preparato contenente mercurio e squalene. Aumentano anche i casi di effetti tossici dovuti all’inoculamento del vaccino. Sono ormai centinaia i ricoveri avvenuti a causa delle forti reazioni allergiche seguite alla vaccinazione; i primi sintomi che si denunciano sono febbre, dolori muscolari, mal di stomaco, mal di testa, vertigini, stanchezza seguiti da forti dolori in sede di iniezione e da un senso di costrizione toracica che causa dispnea. COntinua a leggere

Bari- Questa è la notizia riportata da alcuni notiziari on line come romagnaoggi.it, il quale precisa:  L’uomo si è presentato lunedì al nosocomio accusando do­lori al petto. I medici gli hanno somministrato il vaccino, ma intorno alle 23 è deceduto. Prima di morire aveva accusato ancora dolori al petto. Vorrei non credere a quello che leggo, ma sembra proprio che una persona che manifestava una sofferenza sia stata oggetto di una vaccinazione che in tale circostanza si poteva quanto meno ritardare per precauzione. A quanto apprendo dai quotidiani on-line l’uomo era obeso e diabetico e lavorava come centralinista nell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari).  Ma come viene presentata la notizia in questo caso? Parlando di “un giallo”, vedi per esempio l’articolo sul sito bari.cronacacity.com dove leggiamo pure le dichiarazioni tranquillizzanti dell’assessore (e ti pareva!): “Si è trattato di una semplice coincidenza che l’autopsia chiarirà senza ombra di dubbio. Continua a leggere

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Provinciale Napoli

MONORCHIO (Croce Rossa): INFLUENZA A – MAI PRESA IN CONSIDERAZIONE LA NOSTRA DISPONIBILITA’ AD UNA CORRETTA FORMAZIONE – INFORMAZIONE “GRATUITA” PER TUTTI I CITTADINI

Il Dott. Paolo Monorchio, Commissario della Croce Rossa di Napoli e Provincia ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Napoli- “In merito alla notizia diffusa dai media sulla possibilità dei campani – medici e comuni cittadini – di approfondire la propria conoscenza sulla pandemia influenzale H1N1 sfogliando i «volumetti informativi» sfornati dalla Regione Campania ad un costo di duecentomila euro attraverso l’utilizzo di stampati, poster e manifesti in scuole e ospedali, ci preme sottolineare che già nel mese di giugno la CROCE ROSSA di NAPOLI aveva messo a disposizione dell’Assessorato i propri volontari (3000) ed i propri mezzi per una campagna di formazione-informazione gratuita per tutti i cittadini e per tutte le categorie a rischio, chiedendo di costituire un tavolo specifico. Continua a leggere

Napoli- (di Giuseppe Biasco) Quando mi svegliai, la stanza era piena di luce; pensai che doveva essere molto tardi, non avrei potuto andare a scuola. Mi rigirai nel letto e solo allora mi resi conto che ero coricato nel letto dei miei genitori, al posto di mia mamma, sprofondato nel grande cuscino con il quale lei dormiva e che a me piaceva tanto. Un odore forte, di qualcosa cotta sulla fiamma viva mi fece cacciare la testa da sotto le coperte, quel profumo mi aveva svegliato anche lo stomaco, avevo molta fame e mi accingevo a chiamare mia madre per sapere perché non ero andato a scuola e perché mi ritrovavo nel suo letto. Continua a leggere

Riceviamo dal Dott. Lino MARTONE : SI ALLARGA E SI SOSTANZIA SEMPRE DI PIU’ IL LEGITTIMO SOSPETTO CHE VI E’ DIETRO L’ANNUNCIATA PANDEMIA DELL’INFLUENZA SUINA E IL SUO USO STRUMENTALE. IL DOCUMENTO CHE SEGUE E’ VERAMENTE ALLARMANTE.

Sorpresa: nei grandi ospedali per malattie infettive buona parte di medici in servizio non intende vaccinarsi contro il virus della Suina. Succede al Cotugno di Napoli. E non solo. Vediamo perche’.

Napoli -Se, come dimostrano i numeri, i colossi del farmaco, dall’alto del loro mezzo biliardo di dollari e passa all’anno di fatturato, superano di gran lunga l’invincibile industria delle armi, non risulta poi cosi’ difficile capire perche’ periodicamente, con cadenza ormai “regolare”, scoppia l’allarme mediatico sulle pandemie che, come altrettanti Armageddon, stanno arrivando a flagellare il pianeta, mietendo milioni di vittime e rendendo percio’ piu’ che mai invocato l’arrivo di specifici vaccini. Continua a leggere

Caserta- ( Dal Dott. Lino Martone  )FACCIO SEGUITO ALLA SEGNALAZIONE GIA’ FATTA QUALCHE MESE ADDIETRO SULLA DENUNCIA DI UN MEDICO MESSICANO(leggi quì)  CIRCA LE MANOVRE FINANZIARIE CHE STAVANO DIETRO L’ACCENTUAZIONE DEI PERICOLI PERL’ INFLUENZA SUINA, SOTTOLINEANDO IN QUELLA OCCASIONE COME LE PAURE SANITARIE VENGONO ANCHE UTILIZZATE PER INTERVENIRE SUI MERCATI ALIMENTARI E GLI INTERESSI FINANZIARI CHE VI SONO DIETRO. E COME VOLEVASI DIMOSTRARE, ECCO CHE CON PIU’ CHIAREZZA SPUNTA L’AFFARE FINO AD INSOSPETTIRE LA CORTE DEI CONTI. CI SI LAMENTA CHE SI RISCHIA L’INTASAMENTO DEGLI OSPEDALI DOPO AVER DIFFUSO LA PAURA AD ARTE.

ARRESTATE GLI AFFARISTI E IL PROBLEMA SI RISOLVE

COLLEGATEVI AL SEGUENTE SITO DELLA CORTE DEI CONTI E VE NE RENDETE CONTO. Continua a leggere

Italia –Continua la campagna allarmistica sulla eventuale pericolosità di uno degli innumerevoli virus influenzali, l’A/H1N1. La realtà quotidiana, per quanto abilmente camuffata, ne dimostra la scarsa pericolosità. Vengono considerati deceduti a causa del virus, pazienti gravemente ammalati di differenti patologie. Ciò nonostante si è stabilito, senza sperimentazione clinica adeguata, che ci dobbiamo vaccinare, bambini e donne incinte inclusi. Tutto ciò non ha nulla di scientifico, ma risulta essere, in definitiva, uno enorme, scandaloso e pericoloso spot pubblicitario. Molti Medici, Farmacologi ed operatori del Sistema Sanitario hanno affermato tutto ciò, ma le loro voci vengono sommerse dai gridi di allarme. Continua a leggere

Caserta- (di Lino Martone) Credo di fare cosa gradita e utile alla redazione di AltoCasertano (la redazione ringrazia il dott. Martone) , inviando per la possibile pubblicazione questa nota che mi è stata recapitata dal circuito mail di “sovranitalimentare” intitolata PANDEMIA DI LUCRO. La nota non è altro che la traduzione in italiano, fatta a cura del “Laboradtorio Eudomonia”, di un documento proveniente dal Brasile firmato dal dottor Carlos Alberto Morales Paità. I fatti semplici descritti oltre ad autorizzare l’indicazione ironica con il titolo pandemia di lucro, possono a ragione essere indicati come i dati inconfutabili della nuova frontiera della questione agraria e alimentare, verso cui troppe sono le reticenze e i ritardi, anche degli intellettuali progressisti che pensano, magari, di risolvere la questione della salubrità alimentare mediante gli slo food o le sagre paesane, senza porsi la domanda delle condizioni economiche e di vita di chi ancora è preposto a produrre la materia prima degli alimenti. Continua a leggere

E’ un articolo del 29 Luglio sul Daily Mail. Lo trovate qui.

ItaliaInfluenza suina h1n1. I reporter inglesi (che salvo i casi delle testate gossippare sono veramente reporter, non come in Italia) hanno intercettato una lettera riservata dal ministero della salute inglese indirizzata ad oltre 600 neurologi. Nella comunicazione si invitano tutti i medici a prestare attenzione perchè a seguito della indiscriminata campagna vaccinatoria degli ultimi tempi, si è potuto constatare un aumento vertiginoso dei casi di sindrome da Guillain Barrè. Avevo già parlato di questo possibile effetto collaterale dei vaccini odierni, ma questa volta è addirittura un governo a mettere in allarme la comunità medica, ovviamente in sordina e cercando di non fare troppo chiasso. Fortunatamente questa sindrome nella maggior parte dei casi si risolve spontaneamente nel giro di pochi mesi, o un anno circa, lasciando pochi strascichi, ma… Sapete che cosa vuol dire cuccarsi questa sindrome? Dunque: si inizia con strane sensazioni agli arti e alle dita, poi con dolori veri e propri. La malattia colpisce tutti i nervi periferici e si può arrivare a tetraplegia completa, nel giro di pochissimo tempo. Continua a leggere

Italia/Salute-Le risposte pubblicate dal Sole 24 ore a domande ricorrenti in merito all’influenza H1N1 Cos’è la nuova influenza provocata da virus A (H1N1)? La nuova influenza A(H1N1) è una infezione virale acuta dell’apparato respiratorio con sintomi fondamentalmente simili a quelli classici dell’influenza: febbre ad esordio rapido, tosse, mal di gola, malessere generale. Come per l’influenza classica sono possibili complicazioni gravi, quali la polmonite. I primi casi della nuova influenza umana da virus A(H1N1) sono stati legati a contatti ravvicinati tra maiali e uomo; il nuovo virus A(H1N1) è infatti un virus di derivazione suina. Nell’uomo infezioni da virus influenzali suini sono state riscontrate occasionalmente fin dagli anni ‘50 e sono legate ad esposizione e contatti ravvicinati (1-2 metri) con suini, ma il nuovo virus A(H1N1) si è ora adattato all’uomo ed è diventato trasmissibile da persona a persona. Continua a leggere

Roma- Gentile redazione, sto cercando una conferma ad una voce che gira negli ambienti economico farmaceutici.. sembra che la Roche produttrice del Tamiflù antivirale per l'”influenza suina” sia stata favorita per compensare del danno economico che la Svizzera ha ricevuto per la rinuncia ad essere un “paradiso” fiscale.. Continua a leggere

oma-  (di Giuseppe Maria Galliano) Quale sia lo scopo di queste forme di terrorismo mediatico, non è dato di sapere. In genere servono o nel coprire malefatte politiche o giudiziarie o nel fare lucrare somme enormi alle industrie farmaceutiche. La prima cosa, vorrei far notare, che l’uso di determinate terminologie non solo è difforme dalla realtà, ma a mio avviso, configura il reato di “ procurato allarme “. Partiamo dal nome dell’ipotetica “ influenza” . La si chiama” influenza suina” nonostante sia accertato, che di suino non c’è nulla, ma, come capita in ogni influenza, il virus primario, muta in una specie animale, per poi diffondersi tra gli umani. Continua a leggere

Finora l’influenza suina ha provocato un totale di 90 morti tra Messico e Stati Uniti. La sera del 25 aprile, il Ministero della Sanità messicano ha comunicato la sospensione delle lezioni in tutte le scuole e università della capitale. Contemporaneamente, molti paesi hanno applicato delle misure per evitare l’epidemia.  Il giorno 25, i funzionari per la sanità e l’istruzione di città di Messico hanno convocato una riunione d’urgenza, durante la quale hanno approvato all’unanimità il piano per la prevenzione del contagio negli studenti.  Continua a leggere