Colli a Volturno(Is)- (di Michele Visco) ancora frane e smottamenti a causa del maltempo. Un masso di grandi dimensioni si è staccato da una parete scoscesa nei pressi del cimitero comunale. La zona è stata transennata. Sembra proprio che la pioggia intensa di questi ultimi giorni non abbia terminato ancora di fare danni. Da due giorni a questa parte su gran parte della Valle del Volturno è tornato a splendere il sole ma l’acqua caduta in abbondanza sta mostrando i suoi effetti ora. Continua a leggere

La redazione del nostro portale “Alto Casertano-Matesino & d” nell’ apprendere notizia della crisi dello stabilimento COMIND srl di Alife, esprime all’ amministrazione dell’ azienda il proprio rammarico e dispiacere per l’accaduto. Da anni  la Comind srl di Alife era considerata un punto di riferimento di vendita e di ricchezza  del territorio. Speriamo vivamente che quanto prima si possa trovare una soluzione per fronteggiare la crisi in atto. Se tutti chiudono, quale sviluppo del territorio del Matese dunque?(da red. Alife)

Alife(Ce)- (di Fernando De Felice) La crisi economico finanziaria che ha colpito trasversalmente il mercato automobilistico mondiale è sotto gli occhi di tutti, crisi che da congiunturale è diventata strutturale, agevolata da un quadro finanziario globale denso di incertezze, unito ad una bassissima crescita economica e ad un sistema del credito fragile e restrittivo. Conseguenza di ciò, nell’anno che va a concludersi, abbiamo assistito ad una considerevole decurtazione degli ordinativi, che sono diventati veri e propri annullamenti in concomitanza con il fine anno. In questo scenario non certamente positivo, siamo stati costretti “per la prima volta dopo più di un decennio” a chiedere l’intervento straordinario degli ammortizzatori sociali per salvaguardare i salari dei trenta dipendenti occupati presso lo stabilimento Comind srl di Alife(nella foto). Dopo varie assemblee aziendali con i sindacati, Continua a leggere

Caserta- Lunedì 20 ottobre gli studenti del Liceo Classico “Pietro Giannone” hanno dato vita per le strade della città ad un corteo di protesta contro la riforma Tremonti-Gelmini. «La riforma che taglia i fondi alla scuola pubblica minaccia di privarci del diritto allo studio, e assicura ai giovani un futuro senza preparazione e senza nessuno sbocco lavorativo in un mondo in cui le conoscenze diventano sempre più fondamentali.» così ha dichiarato un rappresentante degli studenti del Giannone durante la manifestazione. Dopo aver percorso le strade del centro, circa trecento giovani hanno organizzato un sit-in davanti al palazzo del Provveditorato agli Studi di via Ceccano, dove sono stati raggiunti da una delegazione del Liceo Scientifico “A. Diaz”, per chiedere al Provveditore un incontro Continua a leggere

Fonderghisa: l’imprenditore del Nord si tira indietro e non presenta nessun offerta per l’acquisizione dello stabilimento. Prevista per questa mattina l’apertura delle buste in occasione della quinta asta fallimentare, ma non ci saranno sorprese. “Abbiamo tentato tutto il possibile. In tutto ciò ha contribuito anche la crisi del settore auto”. Così Fabio Ottaviano.

Pozzilli(Is)-  (di Michele Visco) E’ sfumato l’acquisto della Fonderghisa di Pozzilli, stabilimento presente all’interno del nucleo industriale di Isernia-Venafro, da parte di alcuni imprenditori del Nord (dei quali non si cita il nome per questioni di privacy) che avevano intavolato una trattativa di quelle importanti per rilevare in occasione della quinta asta fallimentare la fonderia fallita da oltre due anni. La notizia viene comunicata direttamente dal commissario del consorzio per lo sviluppo industriale di Isernia-Venafro, Fabio Ottaviano, (nella foto) che ha ricevuto le informazioni dai diretti interessati che si sarebbero tirati fuori dall’operazione per motivi personali e soprattutto a causa del pessimo momento che l’economica sta attraversando a livello globale e nazionale. In questo modo l’apertura della buste di questa mattina dovrebbe divenire solamente un puro fatto formale, visto che non ci dovrebbero essere novità dell’ultima ora. “E’ stato fatto tutto il possibile per concludere Continua a leggere

Piedimonte Matese (Ce)- (di Nicola Iannitti)La cipolla grande protagonista della conviviale con signore del Rotary Club Alto Casertano Piedimonte Matese svoltasi negli accoglienti locali della Maison de Campagne di Alvignano giovedi scorso. Dotto conferenziere il Dr. Gaetano Sangiuliano che, dopo i lusinghieri giudizi ottenuti nel convegno svoltosi presso la Camera di Commercio di Isernia nel mese di giugno, ha riproposto all’attento uditorio dei numerosi rotariani presenti il tema dell’Allium Cepa, il frutto universale dalle molte proprietà. Ospiti d’eccezione della serata l’assistente del governatore Massimo Fini e il presidente del Rotary Club di Benevento, Oscar Miracolo e della Valle Telesina, Pasquale Lavorgna con le rispettive gentili signore. Il padrone di casa Alfonso Marra, presidente del Rotary Club Alto Casertano Continua a leggere

Caserta- (di Ernesto Genoni)I soci dell’Associazione Polizia di Stato di Caserta unitamente al Centro Internazionale di Ricerche e Studi “Ad Iustitiam Pro Libertate”, esprimono vivo cordoglio e profondo dolore alle famiglie e all’istituzione Polizia di Stato per la perdita dei colleghi, in forza alla Questura di Torino, Francesco Alighieri e Gabriele Rossi caduti in servizio questa mattina(leggi quì)  nel corso di una operazione di controllo in provincia di Caserta nell’adempimento del proprio dovere per il mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza pubblica. “Il drammatico destino toccato ai nostri due colleghi Francesco Alighieri e Gabriele Rossi insieme a Davide Venerando Fiaschetti, con l’episodio del collega di Genova – hanno commentato a caldo il presidente Giulio Letizia e l’ispettore generale della Polizia di Stato Gennaro Fiorito – rappresentano un quadro inquietante della nostra società in un momento che impone una riflessione attenta Continua a leggere

Caserta-(di Salvatore Candalino) Dopo la pausa estiva riprende l’attività dei Rennets, Giovedì 18 settembre alle ore 15,00 circa riprenderà l’attività della scuola di baseball per i bambini e bambine dai 7 ai 12 anni. Si ritroveranno sul campo coach e mini-atleti che hanno svolto con successo l’attività l’anno scorso. La scuola è aperta a nuove iscrizioni e a chiunque voglia provare questo sport. Le prime prove sono gratuite e il materiale è messo a disposizione dalla società Continua a leggere

Napoli- ( Articolo del prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia, Università di Napoli Federico II)Nei mesi scorsi, tra la fine del 2007 e la primavera 2008, le immagini delle strade della Campania sommerse dai rifiuti e del governo Prodi incapace di risolvere il problema hanno fatto il giro del mondo. Le elezioni di aprile 2008 hanno determinato la scomparsa della sinistra dal Parlamento Italiano e la vittoria del centro destra. L’attuale Presidente del Consiglio Berlusconi in campagna elettorale aveva promesso che avrebbe risolto l’emergenza rifiuti in Campania in alcune decine di giorni; vinte le elezioni, e senza nuovi impianti, le strade della Campania sono state in gran parte ripulite dai rifiuti. Il Presidente del Consiglio ha così dimostrato di avere mantenuto la parola con capacità di governo riuscendo, finalmente, ad imporre l’azione dello Stato in una Campania abitata da cittadini sporchi e cattivi, amministrata da incapaci e per di più sottomessi alla malavita organizzata. Apparentemente ci troviamo di fronte a tre “miracoli”: 1- il suicidio del governo Prodi; 2- l’autoeliminazione della sinistra; 3- Berlusconi che straordinariamente in poche decine di giorni riesce ad eliminare i rifiuti dalle strade della Campania, cosa che non è riuscito a fare Prodi in un anno e mezzo Continua a leggere

Caserta- Riceviamo da Lorenzo Tessitore del ComER. L’articolo in oggetto a firma di Gianluca Di Feo e Emiliano Fittipaldi é stato pubblicato sul settimanale l’Espresso di questa settimana. Per chi fa parte dei Comitati ambientalisti contro i rifiuti in Campania e rispettive province,  questa rivelazione non é una novità, in quanto queste cose si sapevano da tempo. Le intercettazioni telefoniche ne hanno dato conferma. Ancora non si riesce a capire come mai questo sistema politico marcio continua ad andare avanti nonostante le rivelazioni choc, gli scandali, gli scempi e i disastri ambientali con conseguente pericolo  d’allarme della salute pubblica ( i casi di cancro che stanno aumentando a dismisura ne sono una prova lampante….) perpetrati dalla classe politica campana corrotta. Domani sarà pubblicato l’ultimo intervento su caso rifiuti Campania, a cura dell’esperto prof. Franco Ortolani, ordinario di geologia dell’Università di Napoli Federico II ( abbiamo aperto nella rubrica delle Categorie uno spazio dedicato al prof. Ortolani in cui si possono leggere tutti i suoi articoli pubblicati sul n.s. portale; vedere nella barra laterale destra dell’home page del portale in ordine alfabetico)

(di Gianluca Di Feo e Emiliano Fittipaldi –L’Espresso)  Temo per la mia vita e per questo ho deciso di collaborare con la giustizia e dire tutto quello che mi riguarda, anche reati da me commessi. In particolare, intendo riferire sullo smaltimento illegale dei rifiuti speciali, tossici e nocivi, a partire dal 1987-88 fino all’anno 2005. Smaltimenti realizzati in cave, in terreni vergini, in discariche non autorizzate e in siti che posso materialmente indicare, avendo anche io contribuito… Comincia così il più sconvolgente racconto della devastazione di una regione: venti anni di veleni nascosti ovunque, che hanno contaminato il suolo, l’acqua e l’aria della Campania. Venti anni di denaro facile che hanno consolidato il potere dei casalesi, diventati praticamente i monopolisti di questo business sporco e redditizio. La testimonianza choc di una follia collettiva, che dalla fine degli anni Ottanta ha spinto sindaci, boss e contadini a seminare scorie tossiche nelle campagne tra Napoli e Caserta. Con il Commissariato di governo che in nome dell’emergenza ha poi legalizzato questo inferno. Gaetano Vassallo è stato l’inventore del traffico: l’imprenditore che ha aperto la rotta dei rifiuti tossici alle aziende del Nord. E ha amministrato il grande affare per conto della  famiglia Bidognetti, seguendone ascesa e declino nell’impero di Gomorra. I primi clienti li ha raccolti in Toscana, in quelle aziende fiorentine dove la massoneria di Licio Gelli continua ad avere un peso. I controlli non sono mai stati un problema: dichiara di avere avuto a libro paga i responsabili. Anche con la politica ha curato rapporti e investimenti, prendendo la tessera di Forza Italia e puntando sul partito di Berlusconi Continua a leggere

PIACENZA -(da Repubblica – PAOLO BERIZZI ) Quando gli uomini della Guardia di  Finanza trascrivono le intercettazioni, quasi non credono alle loro orecchie. Chi è il rappresentante legale e amministratore unico dell’azienda che ricicla formaggi avariati e scaduti? Semplice, l’ex comandante della stazione dei carabinieri. E chi certifica, passando a bere un caffè, che è tutto a posto, nonostante le celle frigorifere trabocchino di tonnellate di merce con dentro insetti, larve, escrementi e carcasse di topi, muffe, pezzi di plastica? Semplice: il veterinario dell’Asl. È talmente disinvolto, il medico, con i banditi della tavola, da “dimenticarsi” i timbri dell’Asl di Piacenza – dov’è tuttora tranquillamente in servizio – in un cassetto della scrivania, nell’ufficio contabilità del caseificio. E così da controllore è diventato controllato. Continua a leggere

Alife (Ce)- (da red. cronaca Alife-Matese)Il 2008 ha portato il rinnovo del consiglio comunale solo in  due comuni della comunità montana del Matese con le conferme dei due sindaci di Letino e Raviscanina, rispettivamente Antonio Orsi (Rifondazione) e Ermanno Masiello (Partito democratico) a capo delle amministrazioni che potranno guardare l’orizzonte politico amministrativo. Ben altra cosa ha in serbo il prossimo anno. Chiusi gli ombrelloni si aprono le danze preparatorie per le elezioni amministrative in parecchi comuni, con il risultato che andrà a modificarsi pesantemente la rappresentanza politica nel maggiore organo sovracomunale quale è l’ente montano. Tra i comuni in cui si andrà a votare spicca il centro di Alife in man saldamente al centro destra da poco più di otto anni. Forza del centro destra, ma anche debolezza del centro sinistra che alle due occasioni si è presentato diviso ed in ordine sparso salvo capire dopo l’importanza dell’unione. Ma le cose cambieranno anche per il centro destra pur aperto a spezzoni di indipendenti. A cominciare dal candidato sindaco che non potrà più essere l’uscente Roberto Vitelli (Forza Italia-Pdl)(nella foto) Continua a leggere

FOTONOTIZIA: Discarica in Via Pertini a S. Nicola La Strada

SAN NICOLA LA STRADA (Ce)-(di Nunzio De Pinto) E’ trascorso appena poco tempo dall’intervento di pulizia radicale che ha consentito alla città di San Nicola la Strada di tornare al suo aspetto migliore che già è sorta una discarica abusiva in Via Pertini, già via Centimolo, meglio conosciuta coma circumvallazione che porta a Maddaloni. Gli appelli del Premier che venerdì scorso subito dopo il vertice in Prefettura parlò di senso civico da parte dei cittadini e prese una ramazza e raccolse cartaccia in Piazza del Plebiscito, sono rimati inascoltati. Nella discarica, che ironia della sorte, o forse è stato fatto apposta, in dispregio a qualsiasi appello al rispetto della legge e del vivere civile, è sorta proprio ai piedi di un cartello che indica il divieto di abbandono dei rifiuti, si può trovare di tutto. Continua a leggere

Giuseppe Muratori anziano padre del maresciallo scomparso Ludovico M.

Disperato appello di un anziano genitore che chiede giustizia per il figlio perito in un tragico incidente aereo, che costò la vita ad altri sei commilitoni VOGLIO SAPERE LA VERITA’ SULLA MORTE DI MIO FIGLIO. Negli ultimi cinque anni ha scritto centinaia di lettere indirizzate alle istituzioni, senza ricevere alcuna risposta

Giugliano in Campania (Napoli)- (di Giuseppe Sangiovanni)”Voglio sapere la verità sulla morte di mio figlio, e cercherò di appurarla fino alla fine dei miei giorni: non mi darò pace fino a quando non si scoprirà la verità e sarà fatta giustizia, la vera giustizia, quella con la G maiuscola- voglio capire se quella strage poteva essere evitata.”. A parlare è Giuseppe Muratori, 78 anni/foto 1), rappresentante di stoffe in pensione, che da cinque anni insegue verità, responsabilità e cause della tragedia che hanno sconvolto la sua esistenza. Era il 30 ottobre del 2000. Una data che gli ha cambiato la vita, e stroncato quella di Ludovico, l’adorato figlio (foto 2), maresciallo dei carabinieri, comandante la Stazione Ardenzia di Livorno, arruolatosi contro il volere dei genitori(avvertivano il brutto presagio), caduto per servire la patria, in quella tragica notte, impegnato in un’operazione repressiva, che forse poteva essere evitata.  Continua a leggere

Il dirigente settore: Criminalità organizzata  Trasparenza pub. Amministrazione Castel Volturno, 14 /7/ 2008 Prot. n° 013/08 (da citare nella risposta) Al Dirigente Settore Ambiente Comune di Castel Volturno – Geom. Carmine Novello Fax 0823-764639  p.c. Al Direttore Generale del Comune di Castel Volturno – Dr. Carlo Comes – p.c. Signor. Prefetto di Caserta S.E. Ezio Monaco

Castel Volturno(Ce)- (da Tommaso Morlando -IdV) La presente per portare alla Sua attenzione una problematica che ci è stata segnalata. Sembrerebbe che da oltre un mese un veicolo di proprietà del Comune di Castel Volturno, nello specifico il furgone con rimorchio in dotazione al Settore Ambiente verde pubblico, c.d. gasolone, non viene utilizzato dal personale preposto in quanto gravato da un provvedimento restrittivo, supponiamo un fermo amministrativo, in virtù del mancato pagamento di un verbale di contravvenzione del quale è stato oggetto l’automezzo. Inoltre sembrerebbe che il fermo sia dovuto ad un verbale non pagato, ma l’infrazione non sia stata commessa da dipendenti comunali regolarmente autorizzati Continua a leggere