alife-san-sisto-evento-2016Alife(CE)- Al via le celebrazioni per il Terzo Centenario del ritrovamento del Corpo del Santo patrono Sisto I papa e martire nella Cripta della Cattedrale. La (altro…)

don geppino ferrazzanoLa cerimonia di dedicazione dell’Albero prevista per sabato 2 Aprile ore 11:00 si svolgerà nell’Area davanti la Scuola dell’Infanzia in Via Volturno.

ALIFE(CE)- Il “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato – III Millennio” della provincia di Caserta, in occasione del 10° anniversario della (altro…)

12918990_10208908672172589_1211827421_nDal “Giardino della Pace e del Creato e Giardino dei Giusti” (in allestimento), dove l’anno scorso fu piantato l’Albero della Pace durante il passaggio della Fiaccola della Pace dei 100 anni della grande guerra. L’area si trova nel piazzale antistante la scuola dell’infanzia in Via Volturno ad ALIFE(CE). Per info e visite contattare il “Movimento per la PACE” tramite la pagina Fb MATESE TERRA DI PACE  https://www.facebook.com/mateseterradipace/

BUONA PASQUA di PACE e di RESURREZIONE.

A Pasqua risorge il Cristo morto in croce in mezzo a due banditi, a due ribelli all’Impero romano, a persone che rifiutano il potere, poveri ed emarginati, a coloro che vogliono la giustizia. A loro promise il Paradiso. Ed è in mezzo a loro, ai ribelli, ai poveri ed (altro…)

alife no al terrorismo 1 ALIFE(Ce)- In solidarietà alle vittime dei recenti attacchi terroristici in Francia e a tutte le vittime degli attentati nel mondo si è svolta Venerdi 20 Novembre 2015 la Marcia per la Pace per dire “NO al Terrorismo!” L’evento è stato fatto coincidere con la Giornata nazionale dell’Albero e della ricorrente Giornata mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza. La manifestazione è stata organizzato dall’Istituto Comprensivo di Alifediretto dalla Dott.ssa Anna Maria Pascale, in collaborazione con il Movimento Internazionale per la Pace e la alife no al terrorismo 3Salvaguardia del Creato III Millennio della provincia, presieduto dalla (altro…)

ACETO marescialloAlife(Ce)– Grazie alle indagini coordinate dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese e condotte dai militari della Stazione di Alife (nella foto il maresciallo  Giovanni ACETO) , è stato identificato e denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere un 54enne che, spacciandosi come notaio, aveva tentato una truffa ai danni del parroco della locale Cattedrale. L’uomo, secondo quanto accertato dai militari, attraverso alcune telefonate fatte al parroco, lo aveva informato che un’anziana donna del posto aveva devoluto in beneficenza venticinquemila euro, in assegni, che si trovavano in giacenza presso l’ufficio postale, ma per incassare tali titoli avrebbe dovuto immediatamente saldare una parcella notarile di duemilacinquecento euro a mezzo vaglia on-line. Il prelato, insospettito dall’insistenza e dalla fretta imposta dal sedicente notaio, nell’effettuare l’operazione di versamento della parcella, si è rivolto ai Carabinieri, che hanno attivato immediatamente le loro indagini, smascherando in poco tempo il falso (altro…)

Alife(Ce)– L’amministrazione guidata dall’ex sindaco Maddalena Di Muccio, dovrà restituire il 30% delle indennità incassate fra il 2010 e il 2011. Tutto nasce dallo sforamento del patto di stabilità. Infatti, così come prevede la normativa in materia, quando un ente non rispetta il patto di stabilità allora gli amministratori devono ridursi le indennità del 30%. Ciò, nel municipio di Alife, non sarebbe avvenuto permettendo così al sindaco e agli assessori – in carica in quel periodo – di incassare interamente le competenze previste. Per il sindaco poco meno di 2mila euro al mese, per gli assessori poco meno di 600 euro mensili.  Una somma che doveva essere “scontata”, dopo lo sforamento del patto di stabilità, del Continua a leggere

Denunciati un uomo di 60 anni e una donna di 50. Ai richiami del netturbino la risposta violenta della coppia

Foto: Agente tiene in mano bastone sequestrato

Alife(Ce) – Un dipendente comunale bastonato da due coniugi. L’operatore ecologico pretendeva solo il rispetto della legge e delle norme che vietano lo sversamento dei rifiuti nelle campagne e nelle strade periferiche. Non solo un atto di illegalità ma di profonda inciviltà. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 273 follower