Lettera aperta Alle Istituzioni, Ai medici impegnati in mateia ambientale e oncologica, Alla Chiesa, Alla politica, Alla LILT, Al CO AS.CA, alle Associazioni e movimenti,Alla stampa, ai cittadini.

 E ora Basta ad alimentare i tumori Agiamo , prima che sia troppo tardi

Caserta- (Di Mario Cozzolino) Se facessi silenzio, significherebbe, abbandonare, ad un destino atroce e imprevedibile nella tombe dei tanti cimiteri, tra cui , l’oltraggiato luogo Sacro di Caserta , quanti siano morti di metastasi da carcinoma un tumore maligno al seno, al cervello; al fegato e quant’altro; significherebbe abbandonare tutti coloro che in questi giorni o da anni stanno subendo questo maledetto male. Invece no , io parlo e scrivo e insisto nel parlare di tumori, perché dei Continua a leggere

Vairano Patenora(Ce)- Il PSI dà sempre è schierato in prima linea contro la realizzazione della Centrale termoelettrica da 850kw alimentata a gas naturale che dovrebbe sorgere a confine tra i territori di Vairano e il venafrano nel comune di Presenzano– afferma la segretaria del psi Vairanese Carmen Cipollone– In ambito regionale è stata rivolta dal capogruppo Oliviero l’interrogazione consiliare al presidente della giunta regionale sulle “iniziative volte alla tutela e alla salvaguardia del territorio ricadente sul comune di presenzano in ordine alla realizzazione di centrali di produzione elettrica”. Una centrale-continua la dirigente politica vairanese- che non serve al fabbisogno energetico del territorio Continua a leggere

Napoli- (a cura del geologo prof. Franco Ortolani) Discarica nelle cave di tufo di Quarto: i siti non sono ambientalmente idonei La Provincia di Napoli ha proposto di realizzare una discarica in una cava di tufo in località Spinelli nella parte occidentale del territorio di Quarto, al confine con Giugliano. Al fine di fornire istituzionalmente indicazioni scientifiche e Continua a leggere

LE NOSTRE IDEE E LA NOSTRA SALUTE CONTINUANO A NON AVERE PREZZO!! OGGI COME IL 29 AGOSTO 2004  DICIAMO NO ALL’INCENERITORE!! MERCOLEDI’ 25 MARZO 16.30 CORTEO REGIONALE CON CONCENTRAMENTO PIAZZA DUOMO. GIOVEDI’ 26 MARZO ORE 10 PRESIDIO CON CONCENTRAMENTO PIAZZA CASTELLO

Acerra(Na)- (da Movimento Campano Rifiuti Zero) Il 26 marzo Berlusconi inaugurerà la prima linea dell’inceneritore di Acerra. (foto articolo 1 -3 e 7 a cura di Andrea Pioltini) La macchina organizzativa è avviata e la sola vera preoccupazione è quella della buona riuscita dell’evento sotto il profilo mediatico. Si vogliono addirittura esporre reperti archeologici provenienti dalla collezione Spinelli, custoditi negli sgabuzzini del Museo Nazionale di Napoli, invano richiesti da anni dalle associazioni e dalle istituzioni cittadine. Nulla importa che a lavorare in quel cantiere, presidiato dall’esercito, ci sia ancora una società sotto processo per truffa aggravata ai danni dello Stato e frode in pubbliche forniture che ha trasformato la Campania, a spese dei cittadini, in una vera e propria discarica a cielo aperto. Continua a leggere

Sabato 8 Novembre manifestazione “Nessuna discarica! Bonifica di tutto il territorio!”. Partenza ore 16:00 rotonda Titanic (Marano)

Chiaiano(Na)- (di LEANDRO DEL GAUDIO) Blitz a Chiaiano nell’area destinata ad ospitare la discarica napoletana. Un sopralluogo prezioso, che ha consentito di mettere a fuoco le condizioni di degrado in cui versa un’area strategica per le sorti del capoluogo napoletano, ma anche i probabili sversamenti abusivi avvenuti per anni alle porte di Napoli. Quattro vasche di cemento, eternit e amianto, ma anche altro genere di rifiuti speciali e pericolosi: è quanto rinvenuto ieri mattina, al termine dell’intervento voluto dal procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore. Il blitz è stato coordinato dal pm Antonio D’Alessio, titolare del fascicolo sulla bonifica dell’area delle cave di Chiaiano, con il Noe del capitano Achille Sirignano, il nucleo operativo dei carabinieri coordinato dal maggiore Lorenzo D’Aloya. Lo scenario riscontrato a Chiaiano, nella zona difesa dai comitati cittadini nati negli ultimi mesi contro i piani del governo Berlusconi, è stato desolante: in almeno quattro vasche interrate c’era amianto e eternit. Continua a leggere

Colli a Volturno(is)- (di Michele Visco)  Allarme amianto nella zona Pip. Nei pressi della raccolta di rifiuti ingombranti situata a poca distanza dalla statale 158 in località Valle Porcina i soliti ignoti hanno abbandonato rifiuti pericolosi. Si lamentano anche gli operatori ecologici. Questa volta la preoccupazione dei cittadini, degli addetti ai lavori e degli agricoltori del posto è veramente seria. Ancora una volta la zona di scarico dei rifiuti ingombranti è stata presa di mira dai soliti e consuetudinari “scaricatori” di rifiuti in maniera illegale. Come al solito nessuno ha visto, notato e sentito nulla. Eppure qualcuno in zona ha visto più volte un camion sospetto avvicinarsi alla zona di scarico e allontanarsi repentinamente. Per ora gli “inquinatori” non sono stati colti sul fatto, ma prima o poi, visto l’intensificarsi dei controlli in zona, qualcosa accadrà. Ormai è certo che presso la zona Pip collese giungono anche dai centri limitrofi diverse persone che in maniera incauta si liberano dei loro rifiuti, anche di quelli pericolosi. Infatti, come testimoniano le immagini alquanto eloquenti, questa volta, sono stati abbandonati dei tubi idraulici e componenti in amianto. Come tutti sanno la polvere di amianto e “micidiale” per la salute dell’uomo e porta con se possibilità di contrarre mali incurabili. Diverse decine di tubi e altri oggetti abbandonati in zona sono proprio di questo materiale. I “soliti ignoti” non hanno seguito la regolare pratica di smaltimento di questi rifiuti e hanno ben pensato di abbandonarli in località Valle Porcina che è divenuta ormai terra di nessuno e senza confine. Continua a leggere

Sabato 20 Settembre 2008 si é svolta la Manifestazione dei comitati cittadini di Orta Nuova denominata “Puzza DAY”.

Orta di Atella(Ce) –  Ovviamente ci si riferisce al terribile fetore e al puzzo insopportabile proveniente dall’ eurocompost che sta letteralmente gettando nello sconforto l’intera comunità atellana, che ricordiamo é parte della nostra provincia, alias nostra comunità. Il nostro portale solidarizza con la lotta del comitato perché lotta a difesa della vita e della salute. La nostra provincia come la regione Campania a causa di tanti veleni tossici che vengono trasportati dall’aria (quella che tutti respiriamo) oltre a quelli sotterrati attraverso lo sversamento illegale dei rifiuti, é sempre più minacciata dalle catastrofi ambientali.  A causa di ciò non c’é da aspettarsi nulla di buono. Il nostro territorio versa in un irreversibile stato di inquinamento ambientale Vedete come i tassi di cancro e di malattie anomale stanno aumentando a dismisura nella nostra regione,  che gode il record in Italia delle regioni più nere proprio perché in continuo aumento i casi anomali di cancro. La colpa, vi siete domandanti di chi e da dove proviene?  Meditate gente. Svegliatevi finché c’é ancora un pò di tempo per salvare il salvabile. Non c’é tempo da perdere.  Non c’é futuro  davanti a noi, se andremo avanti di questo passo. Urge  dunque un decisivo cambio di rotta!!! I cittadini di  ORTA di ATELLA non ce la fanno più a convivere con il puzzo insopportabile proveniente dall’ Eurocompost che sta mettendo a serio rischio la salute pubblica ed il futuro di questa terra. Ecco, mentre il referente del comitato Sossio Pezzullo (autore delle foto pubblicate in questo articolo) ci ha inviato alcune foto inerenti alla  manifestazione in oggetto,  ci ha anche scritto queste parole: “Scusatemi, ma oltre alla voce non ha neanche più la forza di scrivere” . Ciò proprio a causa dello stato d’animo e dell’esasperazione in cui versa l’intera comunità atellana. Non é giusto lasciarli soli. Scrivete lettere e messaggi di solidarietà, li pubblicheremo sul nostro portale!!! Di seguito riportiamo l’articolo della giornalista atellana Cinzia Perfetto che ci descrive gli ultimi sviluppi circa la drammatica vicenda che Orta sta vivendo da alcuni mesi a questa parte. (Commento da direzione “Alto Casertano-Matesino & d”) Continua a leggere

Dopo la recente scoperta di un grosso quantitativo di lastre di Eternit arriva la denuncia di escursionisti ed ambientalisti: Pericolo “mesotelioma pleurico”. Scampagnata di ferragosto a rischio». Sicignano (Pdl): «L’Amministrazione verifichi quanto prima l’agibilità dei boschi, tenendo in considerazione la tutela del gran numero di persone che si recheranno in tali posti per la giornata del ferragosto ».

CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI)-(da Circolo della Libertà) Giorni difficili per gli stabiesi che, come da tradizione, sono soliti trascorrere la festività del ferragosto nei parchi dei boschi di Quisisana. Ed infatti, dopo le polemiche degli ultimi giorni sul ritrovamento di alcune lastre di Eternit in un vallone del complesso boschivo, si è formalizzata negli ultimi giorni una nuova protesta da parte di alcuni frequentatori della zona. Sono comparsi in prossimità di alcuni accumuli di rifiuti cartelli anonimi che denunciano il precario stato di abbandono della zona ed invitano gli amministratori locali a rassegnare le dimissioni. Tuttavia, il nuovo allarme parte da un gruppo di escursionisti che, in considerazione della consueta scampagnata del ferragosto, sottolineano i gravi rischi alla salute che potrebbero derivare dal precario stato igienico – sanitario del complesso boschivo. «L’abbandono della zona – sottolinea Vittorio Sanese, membro di un gruppo di escursionisti della zona – può pregiudicare l’agibilità dei boschi di Quisisana in vista della scampagnata del ferragosto Continua a leggere

Montenero Valcocchiara il comitato di tutela e salvaguardia del territorio si batte contro l’eolico. Fino ad oggi raccolte oltre 300 firme, parte delle quali depositate già in regione. Esistono dei progetti che potrebbero deturpare una zona protetta come quella del pantano.

(di Michele Visco) A Montenero Valcocchiara, piccolo centro della provincia di Isernia ai confini con l’Abruzzo, alcuni cittadini locali si stanno battendo contro la probabile installazione di pali eolici in zona. Proprio per questo motivo i dinamici ed attivi Vincenzo Di Pardo (responsabile del comitato) e Pietro Matta (responsabile dell’associazione ambientalista “Il Nibbio-Pro natura”) hanno creato il comitato “Valcocchiara” in difesa del territorio locale. La questione sollevata in anteprima da “Nuovo Molise” della probabile installazione di impianti eolici nella Valle del Volturno riguarderebbe anche il piccolo centro che vive di turismo e quindi fonda tutta la sua economia sulle bellezze paesaggistiche, a partire dal pantano conosciuto a livello internazionale. La battaglia portata avanti dai promotori di questa iniziativa Continua a leggere

ALIFE(Ce)- (di Pietro Rossi) La notizia non é ancora ufficiale, ma pare che il Sindaco di Alife avv. Roberto Vitelli sia stato contattato alcuni giorni fa dal commissario prefettizio di Napoli, perché sembra che una delle cave appartenenti ad un privato, che sorge lì proprio dove é collocata la nota pizzera dal nome omonimo “La cava” in località S. Michele (frazione di Alife) (foto 1 a sx. Autore Andrea Pioltini fotoreporter. Cliccare sopra per ingrandire) sia stata individuata per ospitare un mega sito di stoccaggio di ecoballe. Ricordiamo che le eco-balle di eco non hanno proprio nulla ma sono solo balle cariche di veleni mortali. Ovviamente il Sindaco di fronte a tale scellerata e probabile decisione, con tanto di documentazione presentata ha cercato di dimostrare la non idoneità del sito, in quanto la cava non presenta affatto le caratteristiche morfologiche idonee a ospitare rifiuti, e, cosa ancora più grave proprio in questa zona vi é una massiccia presenza di pozzi d’acqua Continua a leggere Continua a leggere Continua a leggere

SANTA MARIA LA FOSSA (Ce)-(di Raffaele Raimondo)  “La Testimonial della Pace, Agnese Ginocchio, nella napoleonica giornata del 5 maggio aveva scritto: “Quello che ho visto ieri sul sito della discarica di Ferrandelle è una cosa che supera ogni limite di sopportazione umana…La valle della desolazione…Disastro totale…Perdete ogni speranza voi che entrate… Maledetto l’uomo che devasta la natura e madre terra! Fermiamoli, questi mostri..Shalom.peace.mir.pace”. Espressioni pesanti di un’osservatrice esterna aggredita dal raccapriccio dello scenario che le si è presentato davanti agli occhi. Una voce densa di uguale e corale sdegno s’è levata in Santa Maria la Fossa, a qualche giorno di distanza, dal “Comitato per la tutela del territorio del Basso Volturno” che, mediante un manifesto, si è rivolto a tutti i cittadini al grido di “Non abbandoniamo la speranza!”. Per il Comitato “la bonifica di Ferrandelle non è un’utopia

Chiaiano(Na)- ( di Serena Ferretti) Continua la mobilitazione dei cittadini di Chiaiano, quartiere a nord di Napoli travolto da tumulti di protesta contrari alla costruzione di una nuova discarica, da 700mila tonnellate. Nella notte sono stati, infatti, registrati nel napoletano oltre 40 incendi dolosi di cassonetti ed immondizia lasciata sulla strada, impiegando i vigili del fuoco. A causa di queste proteste, ieri, in un incontro straordinario tra il commissario, Gianni De Gennaro, gli amministratori locali e i comitati dei cittadini si è deciso di rinviare le perizie tecniche necessarie a valutare la possibilità di allestimento e l’apertura della discarica in questione.  In questi giorni la situazione è, infatti, degenerata. Il presidio dei manifestanti davanti l’ex cava di tufo ha paralizzato il quartiere napoletano, bloccando strade, mezzi di trasporto pubblici terrestri e i convogli della linea 1 della metropolitana, con gravissimi disagi per migliaia di pendolari Continua a leggere

ALLARME MONDIALE. IL CLIMA STA CAMBIANDO. IL PIANETA E’ IN CRISI. LA SALUTE AMBIENTALE STA PEGGIORANDO. ALLARME INQUINAMENTO. Lo spettro dei cambiamenti climatici – recita il documento – e’ la peggiore minaccia per il 21esimo secolo. CI STIAMO AVVIANDO VERSO LA FINE PRIMA DEL PREVISTO…

ROMA – L’uomo si conferma come il piu’ terribile predatore fra gli animali, ma presto potrebbe non avere piu’ risorse per sostenersi. Il quadro non proprio ottimista l’ha dipinto l’Unep, l’agenzia dell’ Onu per l’ ambiente, che nel suo ultimo rapporto presentato a Nairobi sottolinea come negli ultimi vent’anni tutti gli indicatori dello stato di salute dell’ambiente siano peggiorati, mentre dal canto suo l”animale uomo’ ha aumentato il suo benessere di un terzo. “Ci sono stati abbastanza avvertimenti fino a questo momento – ha dichiarato il direttore dell’Unep Achim Steiner spero che questo sia quello finale Continua a leggere

In merito a grave allarme sanitario causato dall’apertura della discarica illegale, inquinante e pericolosa de Lo Uttaro, il COMITATO EMERGENZA RIFIUTI(nella foto 1. Cliccare sopra per ingrandire. Autore foto: Andrea Pioltini) invia lettera a: Alla c.a. del Sig. Sindaco di Caserta; Al Sig. Presidente dell’A. ProvincialeAl responsabile della ASL Caserta Ce1; Al responsabile ARPAC Caserta E, p.c. Assessore alla Sanità Regione Campania Angelo Montemarano; Assessore all’ambiente Regione Campania Luigi Nocera; Presidente Commissione Ambiente Regione Campania Michele Ragosta; Assessore all’Ambiente Provincia di Caserta Maria Carmela Caiola; Sindaci, consiglieri ed assessori dei Comuni di Caserta, San Nicola L. S., San Marco Ev., Maddaloni; Alla Stampa. Loro sedi.

Oggetto: Discarica illegale e pericolosa di Lo Uttaro. Richiesta atti e azioni cautelative per la salvaguardia della salute pubblica e dell’ambiente Continua a leggere