Dopo la recente sentenza a favore delle vittime dell’amianto Casale Monferrato, che aspettavano giustizia da anni, ci siamo chiesti, ma quanti sono a conoscenza, soprattutto tra i giovani, dell’enorme pericolosità di questo materiale e sanno quanto sia diffuso in Italia e nel mondo?

Ecco allora che abbiamo preparato una breve storia dell’ amianto e del suo derivato più utilizzato, il fibrocemento – conosciuto come eternit dal nome dell’azienda che loproduceva – che tracciasse un excursus storico dall’ origine del materiale, parlasse della situazione italiana oggi e spiegasse quali interventi di bonifica ambientale siano necessari per smaltirlo.

Iniziamo dal nome: il termine greco ‘amianto’ significa letteralmente inattaccabileincorruttibile, e serve ad indicare un gruppo di minerali formati (altro…)

Alife(Ce)- L’ isola ecologica ad Alife senza permessi trasformata in discarica di rifiuti pericolosi. L’Asl ha scoperto un grosso deposito di Eternit e di sacche di «umido» parzialmente nascosto con terriccio e vegetazione: Continua a leggere

foto-discarica-nella-cava-11-novembre

FotoNotizia: Discarica Chiaiano(Na) 11 Novembre 2008

Chiaiano(Na)- (da Rete Campana Salute Ambiente) Il video è una successione di sequenze, girate tra il 21 ottobre e il 29 ottobre 2008 e poi l’11 novembre 2008, realizzate da un punto di osservazione dal’alto della cava di Chiaiano dove vogliono fare la discarica (cava altrimenti inaccessibile per la legge che ne fà ormai un sito militare…). Per vedere il video cliccare quì:

1) La realizzazione di una misteriosa vasca impermeabilizzata in cui viene sversata terra visibilmente frammista a altri rifiuti speciali (e poi si vedono anche militari con maschere antigas che circondano la vasca con filo spinato) Continua a leggere

Il reportage fotografico effettuato su sopralluogo, in data 8 Dicembra 2008,  é a cura di Andrea Pioltini fotoreporter e sono in esclusiva per “Alto Casertano-Matesino & d”. Cliccare su ciascuna immagine per ingrandire.

Raviscanina(Ce)- (di Quinzio De Sisto) Da quando abbiamo pubblicato sul nostro portale la notizia in merito alla discarica abusiva sita in località le Vaglie in quel di Raviscanina (vedi quì l’articolo), sono passati circa tre mesi. Ieri, finalmente, i carabinieri sequestrano il sito. Qualche collega giornalista alcuni giorni fa  ha riportato la notizia, ma non sapendo i fatti reali come stanno ha un poco stravolto la vicenda. Quì non si tratta di grandi operazioni di polizia, ma semplicemente di salvaguardare il parco del Matese, il territorio di Raviscanina e il futuro dei nostri figli. Puntare il dito e imputare colpe è facile, ognuno assuma la propria responsabilità. I primi, sono quelli che fino ad ora sono stati zitti…alla faccia dell’ “omertà”, della legalità e della trasparenza! Nessuno sapeva….Ma! Il sottoscritto il giorno dell’Immacolata, insieme alla testimonial della Pace Agnese Ginocchio ed il fotoreporter Andrea Pioltini si è recato sul posto per vedere cosa era cambiato. Niente! Solo un cartello con la dicitura divieto di scarico rifiuti (come dimostrano le  foto 1 e 2 ). Niente, bonifica niente, nemmeno a pensarlo. Dopo tanta pioggia, tutto quel percolato dove è andato a finire? Continua a leggere

Alife(Ce)- SPECIALE BLITZ TROUPE MEDIASET– La settimana scorsa la tenenza della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese, agli ordini del Luogotenente “Liberato Liliano“, aveva scoperto una mega discarica abusiva nell’azienda agricola appartenente al gruppo Cirio dimessa denominata Totari(Clicca quì per leggere articolo). Ieri -il blitz della troupe Mediaset capitanata dall’inviato Paolo Massari, (nella  foto 1  il primo da sx)- organizzato dal giornalista freelance casertano, Giuseppe Sangiovanni (nella foto 1 il primo da dx). La troupe del biscione- ieri sotto una pioggia battente- ha immortalato “l’azienda degli orrori“. Intervistata, Agnese Ginocchio, (nella foto 1 al centro) nota cantautrice (è costante il suo impegno per salvaguardare l’ambiente) , definita la Joan Baez italiana. L’azienda degli orrori- si estende su un’area di 60mila metri quadrati Continua a leggere

Napoli-Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato stampa fattici pervenire dalla dottoressa Vertucci, portavoce del Prefetto Gianni De Gennaro: “Il Commissario delegato per l’emergenza rifiuti in Campania, convinto della necessità di proseguire nella strategia delineata ed altrettanto consapevole che un piano emergenziale è per sua natura suscettibile di correzioni ed integrazioni nella fase attuativa, in linea con i principi di trasparenza cui ha improntato il suo mandato, fa sapere di aver completato gli accertamenti tecnici sui siti e sulle discariche oggetto di prima valutazione. Sulla base delle relazioni tecniche redatte da tutte le Autorità competenti ed attentamente vagliate dai rappresentanti del Ministero della Salute, dell’Ambiente e del Dipartimento della Protezione civile oltre che dai consulenti tecnici che collaborano con la struttura commissariale, ha avuto conferma dell’idoneità del sito di stoccaggio provvisorio di Ferrandelle, ove sono stati già avviati i lavori di allestimento e informa che, fin dai prossimi giorni, potranno essere sversati i quantitativi previsti di rifiuti solidi urbani e di ecoballe. Presso il sito di Marigliano sono in corso, come concordato con le Autorità locali, ulteriori conclusivi accertamenti propedeutici al completamento dei lavori in condizioni di assoluta sicurezza. Rigorosi accertamenti sono invece tuttora in corso presso i siti adiacenti l’ex Manifattura Tabacchi, per escludere qualsiasi rischio di presenza di amianto ed in caso contrario per procedere ad una preventiva accurata bonifica. Il Commissario Straordinario ribadisce di aver impartito cogenti direttive che garantiscano l’assenza di rischi per la salute dei cittadini, per l’ambiente e per la sicurezza sui luoghi di lavoro. Continua a leggere