Il “fiume in piena” è giunto in piazza del Plebiscito. E la conta dei presenti, per l’organizzazione, si ferma a 100mila partecipanti, per la polizia 30mila: in genere la valutazione più probabile è quella (altro…)

Dichiarazione shock di Antonio Marfella: “Scoprire che Giorgio Napolitano era il Ministro dell’Interno all’epoca delle dichiarazioni segretate di Schiavone è una pugnalata al petto”.

Le dichiarazioni fatte dal boss pentito Carmine Schiavone nel lontano 1997 alla Commissione d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti e rimaste segrete fino ad oggi, sono davvero raccapriccianti. I (altro…)

S. Arpino(Ce)- Venerdi 30 novembre alle ore 19.30, incontro pubblico nella Parrocchia di Sant’E lpidio in Sant’Arpino con Don Maurizio Patriciello e i rappresentanti del (altro…)

Alife(Ce)-Laudato sii o mì Signore per Sora Acqua“. Il 2 Giugno 2011, giornata in cui si celebra la Festa della Repubblica particolarmente significatica quest’ anno in cui ricorre il 150° dell’ Unità nazionale, a difesa della Democrazia e dei diritti del Popolo Italiano, il ” Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato- III Millennio” con il Patrocinio della Città di Alife, organizza un’  importantissima manifestazione a sostegno dei “SI” per il referendum del 12 e 13 Giugno. A partire Continua a leggere

Carinaro(Ce)- Il “WWF Agro Aversano-Napoli nord e Litorale Domizio” in partnership con le Associazioni di volontariato “AVIS Carinaro” e “Sinistra 2000”, organizza un convegno dal titolo “RIFIUTI, SALUTE E STILI DI VITA” con medici ed esperti del settore ambiente per discutere dei rischi per la salute connessi all’ inquinamento da rifiuti e delle strategie di miglioramento della qualità della vita. L’incontro si terrà a Carinaro (CE), l’11 Giugno 2010, Continua a leggere

Test diossina, i risultati nei cassetti del ministero

NAPOLI — (di Fabrizio Geremicca) Gennaio 2008: la Regione Campania promuove lo studio Sebiorec. Prevede il prelievo di campioni di sangue di 780 persone e del latte materno di 50 donne, in 13 Comuni delle province di Napoli e Caserta, per analizzare il contenuto di diossine e di metalli pesanti. Continua a leggere

Giugliano(Na)-Si svolgerà sabato 8 marzo, alle 17.30, il dibattito promosso dall’Iise e da Legambiente sul tema “Diossina e metalli pesanti nell’area a nord di Napoli“. (Foto: Manifestazione Napoli contro i rifiuti. Autore: Andrea Pioltini fotoreporter) Apre i lavori il sindaco Francesco Taglialatela. Introduce il dibattito, che segue la proiezione del video “Inquinati” (curato da Pino Faiello), il responsabile di Legambiente Giugliano Vincenzo Micillo.  Intervengono: Raffaele Del Giudice, direttore generale Legambiente Campania, lo psichiatra Gennaro Esposito, selegato Assocampaniafelix, l’oncologo Antonio Marfella, il colonnello Giampiero Angeli, assise palazzo Marigliano.  Porterà la sua testimonianza Bruna Gambardella, una donna “intossicata dalla diossina”. (Comunicato da ufficio stampa sindaco Tonia Limatola)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Napoli– Ieri al convegno dei professionisti presenti: lo staff del Commissario straordinario, l’oncologo Antonio Marfella, “Amici di Beppe Grillo” e associazioni di volontariato  Sala gremita ieri, mercoledì 20 febbraio, all’Hotel Alabardieri di Napoli per il convegno dei professionisti della Campania chiamati a raccolta dal presidente del C.U.P. (comitato unitario delle professioni) presieduto dall’avvocato Maurizio De Tilla, per presentare risposte concrete e eventuali studi, con consulenze gratuite, per collaborare alla risoluzione dell’emergenza rifiuti in Campania. Il commissario straordinario Giovanni De Gennaro ha accettato l’invito alla collaborazione, comunicandolo con una lettera inviata nei giorni scorsi, ma al convegno, essendo impegnato in un vertice a Salerno, ha mandato parte del suo staff: il prefetto Angelo Malandrino (soggetto attuatore dell’area giuridico amministrativa), il suo vice Carlo Sessa ed il dott. Vincenzo Severino (area tutela della salute). Continua a leggere

Napoli– Sabato 26 gennaio alle ore 15 si è insediato, in piazza del Gesù , il presidio di controinformazione permanente per l’emergenza rifiuti urbani in Campania, aggravata, o forse alleviata, dall’emergenza rifiuti parlamentari nazionale. (Le foto pubblicate in questo articolo sono tratte dal reportage fotografico: Manifestazione nazionale contro i rifiuti a Napoli. Autore Andrea Pioltini fotoreporter) Due stand, il primo, a ridosso del liceo Genovesi , a cura del comitato dei disoccupati, i veri protagonisti di questa incresciosa farsa perdurante ormai da quindici anni e che ha visto lo sperpero di milioni e milioni di euro sottratti alla loro fisiologica destinazione di legittima remunerazione del netturbino, per finire nelle tasche della corruttela politico imprenditoriale mafiosa che, sotto l’ alibi della privatizzazione della gestione del ciclo rifiuti, punta alla produzione di grosse quantità di rifiuto residuo finale, per giustificare le scelte dei mega inceneritori. Gli aspiranti operatori ecologici autonomamente documentatisi , da qualche tempo, con impegno, sulla problematica dei rifiuti, hanno allestito sul tema una interessante documentazione in mostra. Un secondo gazebo è stato posto sotto la cittadella di s.Chiara, a cura della rete campana salute e ambiente allargata a tutte le associazioni, i sindacati di base, i centri sociali, i comitati cittadini, le assise e quant’altro presente sabato 19 gennaio all’assemblea cittadina di palazzo Orsini-Gravina e che da questo momento chiameremo con l’assunto comune di: “RETE RIFIUTI ZERO”. Continua a leggere

Pubblichiamo di seguito con estrema urgenza l’articolo inviatoci dal leader dei comitati emergenza rifiuti casertani “Antonio Roano”, tratto dal quotidiano: Corriere del Mezzogiorno – NAPOLI -(sezione: IN PRIMO PIANO – data: 2007-09-19 num: – pag: 2 categoria: REDAZIONALE) . L’ articolo riguarda l’analisi della diossina nel sangue umano in Campania effettuata dal dott. Antonio Marfella, oncologo e tossicologo presso l’ospedale Pascale di Napoli. La situazione é drammatica. Valori fuori della norma. L’allarme sanitario e ambientale é scattato. Non c’é tempo da perdere. Bisogna correre ai ripari, prima di assistere inermi ad un genocidio di massa.( I colori in rosso e giallo nella foto 1 della Mappa italiana, mostrano le zone più inquinate ed altamente tossiche in Campania. Da notare l’angolo della morte del nostro casertano e napoletano). L’ Inquinamento UCCIDE.. Continua a leggere