Sindaco Stefano Giaquinto: “Ci abbiamo creduto e lavorato”

CAIAZZO, PRIMA CITTA’ IN ITALIA AD USARE GLI SHOPPERS BIODEGRADABILI

Presentato a Roma il “No plastic bag” progetto promosso dal comune casertano

Caiazzo(Ce)- (di Giuseppe Sangiovanni)  ”E’ un progetto che abbiamo avuto sempre a cuore, ci abbiamo creduto e lavorato, siamo orgogliosi che finalmente lo presentiamo”. Lo ha detto il sindaco di Caiazzo (Caserta), Stefano Giaquinto (nella foto), durante la presentazione del progetto ”No plastic bag” promosso dal piccolo comune casertano, in collaborazione con Legambiente, Cittaslow Rete Italia e Anci, nel quale si vieta l’utilizzo degli shoppers non biodegradabili sul territorio comunale sostituendoli con sacchetti certificati biodegradabili e compostabili. Nella sede nazionale dell’ associazione dei comuni e’ stata firmata la Carta degli Impegni che partendo dal comune casertano indirizzerà tutte le Cittaslow italiane ed internazionali a seguire la strada di mettere al bando i sacchetti in polietilene derivati dal petrolio per dare un importante contributo nella direzione di una riduzione di emissioni di Co2 in atmosfera e della massa di rifiuti non biodegradabili. Continua a leggere

Caiazzo(Ce)- Parte il progetto di un Centro Commerciale Naturale (CCN) a Caiazzo: proficuo vertice tra commercianti e Amministrazione Comunale. Il Centro Commerciale Naturale è l’idea-progetto che, pensata dall’Amministrazione Comunale già dallo scorso anno, è stata presentata giovedì 7 gennaio presso l’aula consiliare di Palazzo Mazziotti a Caiazzo alla presenza del Sindaco Stefano Giaquinto, dell’Assessore allo Sviluppo Economico Antonio Di Sorbo (nella foto)e dell’Assessore all’Ambiente Antonio Chichierchia. Lo scopo prioritario è quello di rivitalizzare, attraverso la riqualificazione degli spazi pubblici, le attività miste presenti nelle aree principali del centro urbano e storico della città. Continua a leggere

cittaslowCaiazzo(Ce)- La Città di Caiazzo si appresta ad ospitare il raduno internazionale delle cittaslow evento di straordinaria importanza sia per la cittadina dell’alto casertano che per l’intera provincia di Caserta. Oltre al coordinamento internazionale che dovrà discutere sul futuro ruolo delle cittaslow e circa gli indirizzi che dovranno scaturire da questo incontro, l’evento sarà arricchito da una serie di manifestazioni collaterali. Innanzitutto le vetrine del gusto dove numerose città italiane rappresentate dagli amministratori locali giungeranno a Caiazzo portando in esposizione e degustazione i loro prodotti tipici: Abbiategrasso con il gorgonzola ed i formaggi della tradizione lombarda, Castelnovo ne Monti e Bazzano con il consorzio del parmigiano reggiano, San Daniele del Friuli con il pregiato prosciutto dell’omonimo consorzio, Orvieto con vini e salumi, Levanto con vini e pesto. Caiazzo ed i comuni del comprensorio saranno presenti con i vini pallagrello e casavecchia, conciato romano, mozzarella di bufala ed il pregiato olio ottenuto dalla spremitura di olive della varietà caiazzana. La filosofia di sviluppo e crescita delle cittaslow è fondamentalmente caratterizzata dalla tutela delle identità locali, dalla valorizzazione dei prodotti tipici e relativa commercializzazione, dalla volontà di ritornare ad una dimensione più umana della vita. Le Cittaslow offrono, quindi, un modello per un nuovo concetto del vivere, del produrre, del consumare basato sulle “qualità lente”.  Continua a leggere