Pnalm(IS)- (di Michele Visco) Bocconi avvelenati nel versante laziale del parco. Recuperati su segnalazione di alcuni cittadini. Continua purtroppo la pratica del rilascio di boccini avvelenati nei boschi del Pnalm (Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise). L’ultima segnalazione in ordine di tempo riguarda il versante laziale dell’area protetta, dove sabato scorso è stato recuperato, su invito di alcuni cittadini, un lupo maschio di circa tre anni di età che presentava i classici sintomi dell’ avvelenamento. Il lupo si trovava al confine del parco, nel territorio comunale di Settefrati, e, ancora vivo, è stato trasportato dal servizio di sorveglianza a Pescasseroli, presso i locali attrezzati del servizio veterinario. All’interno di questi ultimi è stato sottoposto alle cure del caso, ma è deceduto dopo poche ore. Continua a leggere