basta violenzaVairano Patenora(Ce)- Quanto è accaduto ieri, con l’assassinio del frutticoltore Galdiero, ha sconvolto l’ intera zona interna della Provincia di Caserta. Ha sconvolto soprattutto i più giovani da non capacitarsi sull’ accaduto.
Purtroppo bisogna ricordare che non è il primo agguato, o meglio non è la prima sparatoria con morto avvenuta nelle nostre zone.
Alcuni anni fa la prima sparatoria in questa zona avvenne su Via Napoli davanti ad un negozio di Frutta e Verdura, fu ucciso a sangue freddo un uomo e li si trattò di agguato camorristico. Il secondo fu in Via Pantani, anche li fu freddato un uomo in una Renault 4 rossa. Qualche giorno addietro, per motivi futili, a brucia pelo con un fucile, viene quasi staccata la testa a un agricoltore di Sant’Angelo d’Alife. Ne vanno dimenticate le varie intimidazioni camorristiche avvenute negli anni 80, (altro…)

‘TUTTI HANNO VISTO, TUTTI SAPEVANO…’. Una nebbia fitta ha avvolto questa vicenda. In passato ci sono state segnalazioni, denunce, sopralluoghi, sequestri, analisi, carotaggi, una fitta corrispondenza tra Enti, relazioni, conferenze di servizio, (altro…)

Logo 3 Ambasciatori Pace III MillennioMatese(Caserta) – Un anno fa dalle pagine di questo portale (leggi articolo), in vista dell’ escalation de casi anomali di patologie tumorali nella nostra area matesina fu lanciato l’allarme, per la costituzione di un comitato civico di sorveglianza sul territorio, affinché si potesse avviare un attento esame di monitoraggio ed avviare l’iter per l’istituzione di un Registro dei tumori per quanto riguarda l’ intera area matesina. (altro…)

Aversa(CE)-  La terribile notizia di quanto è accaduto questa notte nella nostra città di Aversa.
Con il grande dolore per una vita stroncata e per una vita che ne rimarrà irrimediabilmente segnata, portiamo nel cuore tanto dolore e tanto desiderio di piegare il nostro animo sul cuore di chi è stato privato della vita, e, allo stesso modo, sul cuore di chi lo ha colpito.
L’uccisione di un giovane, di un ragazzo per mano di un altro, giovane come lui, è un fatto terribile per la morte che priva un uomo della sua vita, e per l’assurdità di una lotta tra uomini che si contrappongono nello stesso desiderio di vivere.
L’uccisione di un giovane, di un ragazzo per mano di un altro, giovane come lui, è una grave sconfitta dell’umanità e ci coinvolge tutti. In questa morte (altro…)

GRAVE incoerenza sul Caso BRUCELLOSI. In merito ai fatti accasuto nel Basso Volturno, che in seguito al divieto di commercializzazione del latte per presenza di capi positivi alla brtucellosi é stata colpita dal divieto anche una delle aziende più antiche di Terra di Lavoro. Il SINDACALISTA Lino MARTONE protesta e Interroga le Istituzioni Italiane. Durissimo l’attacco di Martone: Da che parte sta la CAMORRA e da che parte i suoi COMPLICI consapevoli o inconsapevoli che siano! (altro…)

Bellona(Ce)- (Di Salvatore Minieri) La Ilside – Gardenia di Bellona è intestata a tale Ovidio Maria Jacorossi, lo stesso personaggio che si ritrova ad essere protagonista di scandali ambientali come quello della mancata bonifica di alcuni siti del litorale Domitio e del Foro Boario di Maddaloni. E’ bastata una piccola visura camerale, per entrare nel profilo dell’ingegnere Francesco Morelli, responsabile tecnico della struttura che ancora sta sprigionando diossina sulle nostre teste. Da quel sito, abbiamo capito che la Ilside-Gardenia di Bellona è di proprietà di chi inquina per poi prendersi gli appalti per le bonifiche; bonifiche puntualmente disattese come confermano anche documenti della magistratura. Sul rapporto Ecomafie 2010 di Legambiente si legge testualmente che:  “…nel 2001 la società romana Jacorossi, leader in Europa in materia di riqualificazione ambientale, ha stipulato, insieme alla società Fintermica, una Continua a leggere

L’operazione della Guardia di Finanza ha portato a 14 arresti. Sequestrati oltre 300 immobili e terreni per un valore di 250 milioni di euro, riconducibili ai clan Zagaria, Bidognetti, Nuvoletta e Polverino. Accertate vere e proprie joint venture dove alla convenienza ed alla speculazione imprenditoriale si affiancano interessi di natura squisitamente criminale

Caserta, 22 feb. – Operazione anticamorra Domitia village nelle Province di Caserta e Napoli condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla Dda del Tribunale di Napoli. Impiegati centinaia di militari, che hanno eseguito numerose COntinua a leggere

S. Antimo(Na)- 26 NOV. Arrestato Antonio D’Agostino, 39 anni, ritenuto l’attuale reggente del clan D’Agostino-Bottone: era latitante da 8 mesi. A catturarlo, in un’abitazione nel comune di S. Antimo (Napoli), sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Frattamaggiore. D’Agostino si era reso irreperibile dal 25 marzo 2011, quando nei suoi confronti era stata emessa, dal Gip del Tribunale di Napoli, Continua a leggere

Caserta– ( Di Giampiero Casoni )I Servizi impelagati nella offuscata vicenda della gestione dei rifiuti in Campania secondo due direttrici ipotetiche ma inquietanti, una depistatoria ed un’ altra di supporto a Forze dell’ Ordine isolatamente troppo “integrate” con il territorio su cui operare e con l’appoggio permanente delle Istituzioni che contano? Da stanotte è un dato di fatto: ed una delle innumerevoli chiavi di volta dell’ agghiacciante teorema porta un nome Continua a leggere

Sessa Aurunca(Ce)- Beni per 6 milioni di euro sono stati sequestrati dalla polizia ad Arturo Di Marco di 55 anni sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno a Sessa Aurunca nel casertano. Di Marco e’ stato impiegato nel 2008 nel comune di Sessa Aurunca Continua a leggere

Marcianise(Ce)- L’ultimo colpo al clan camorristico “Belforte/ Mazzacane” – egemone a Marcianise, in provincia di Caserta – azzera i vertici del gruppo criminale che da almeno due decenni controlla il territorio. Un clan nato con la nuova camorra organizzata e poi alleatosi con i Casalesi, con una strategia consolidata. Da un lato l’accumulazione di capitali con attività illecite: estorsioni in modo capillare, usura, e, dall’altra, il riciclaggio del denaro sporco in due settori chiave: l’edilizia e i rifiuti. Questa mattina, su ordine della direzione distrettuale antimafia di Napoli, coordinata dall’aggiunto Federico Cafiero De Raho (pm Ribera, Conso e Falcone), i carabinieri del nucleo operativo ecologico di Roma, agli ordini del capitano Pietro Rajola Pescarini, hanno arrestato Camillo Belforte per associazione Continua a leggere

Per amore del mio popolo. Il documento diffuso a natale del 1991 in tutte le chiese di Casal di Principe e della zona aversana da don Peppino Diana e dai parroci della forania di Casal di Principe(Caserta)

Impegno dei cristiani Il nostro impegno profetico di denuncia non deve e non può venire meno. Dio ci chiama ad essere profeti.

“PER AMORE DEL MIO POPOLO”

Siamo preoccupati

Assistiamo impotenti al dolore di tante famiglie che vedono i loro figli finire miseramente vittime o mandanti delle organizzazioni della camorra. Come battezzati in Cristo, come pastori della Forania di Casal di Principe ci sentiamo investiti in pieno della nostra responsabilità di essere “segno di contraddizione”. Coscienti che come chiesa “dobbiamo educare con la parola e la testimonianza di vita alla prima beatitudine del Vangelo che é la povertà, come distacco dalla ricerca del superfluo, da ogni ambiguo compromesso o ingiusto privilegio, come servizio sino al dono di sé, come esperienza generosamente vissuta di solidarietà”. Continua a leggere

Pignataro Maggiore(Ce)- ( Di Giampiero Casoni) Giorgio Magliocca, Sindaco di Pignataro Maggiore, è stato tratto in arresto per aver favorito gli interessi del clan Lubrano, da tempo egemone sul territorio, questo in cambio, secondo una circostanziata quanto ipotetica accusa della Procura Antimafia competente, Santa Maria Capua Vetere, che ha ritenuto di procedere con l’ordinanza di custodia cautelare. Ordinanza sulla cui entità dovrà Continua a leggere

Il Video dell’arresto del Super Boss Antonio Iovine

Il boss della camorra e capo storico del clan dei Casalesi, Antonio Iovine, è stato arrestato dalla polizia. Iovine, noto come ‘o ninno, era latitante da oltre 14 anni. E’ stato preso dalla squadra mobile di Napoli a Casal di Principe, storica roccaforte dei Casalesi, in via Cavour. Il boss era nella lista del Viminale dei 30 latitanti più pericolosi. Il ministro Maroni: “Oggi è una bellissima giornata per la lotta alla mafia”. Continua a leggere

MATESE 2.0. CI CONGRATULIAMO CON IL SINDACO DI ALVIGNANO DI COSTANZO. L’ADESIONE ALLA STAZIONE UNICA APPALTANTE E’  LOTTA ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA CHE ANCHE NEL MATESE E’ PRESENTE E CONDIZIONA GLI APPALTI

Alvignano(Ce)- (Di Marco Fusco) “Mi congratulo con il sindaco di Alvignano dottor. Di Costanzo per aver aderito alla stazione unica appaltante, strumento per rendere trasparente l’attività della pubblica amministrazione in fatto di appalti. Pregherei il sindaco Di Costanzo di indire una riunione pubblica per spiegare le ragioni della sua scelta e spingere tutti i sindaci dei comuni del Matese a fare altrettanto. Continua a leggere

 

 

La Procura di Napoli indaga sui legami tra l’ex sottosegretario e i casalesi. Già nel 2009 l’Aula bocciò la richiesta di arresto nei suoi confronti. I finiani hanno votato in sintonia con l’opposizione. Ma, a conti fatti, ci sono stati almeno 12 “franchi tiratori”.

Vedi video 1 (di “Daniele Martinelli”, vedi nota 1  in coda)

Video 2: (da “Il Fatto Quotidiano”, vedi nota 2 in coda )

ROMA – La Camera ha negato alla Procura di Napoli l’autorizzazione a usare le intercettazioni nell’inchiesta sul deputato ed ex sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino. I voti, espressi a scrutinio segreto come anticipato ieri e come richiesto formalmente dal Pdl, sono stati 308 contro 285. Continua a leggere

S. Arpino(Ce)- Il Sindaco di Sant’Arpino Eugenio Di Santo esprime la sua solidarietà al Primo Cittadino di Cesa Vincenzo De Angelis in seguito all’atto ignobile di cui è stato recentemente vittima. “Un gesto vigliacco – ha commentato Di Santo – aggravato ancora di più dal fatto che le minacce siano state fatte oltraggiando la memoria di suo padre, vittima innocente della camorra. Un gesto che colpisce non solo il sindaco e la sua famiglia, ma la comunità intera. Un atto ignobile che non può che essere condannato con tutte le nostre forze per far sì che, chi si serve di strumenti come questi per dialogare, venga zittito per sempre e assicurato alla giustizia. La politica non ha certo bisogno di atti vergognosi come questo ma di amministratori come De Angelis, Continua a leggere

Caserta- E’ rimbalzata di recente agli onori della cronaca la notizia dell’uccisione di Angelo Vassallo, sindaco di Pollica (frazione di Acciaroli), freddato lo scorso 5 Settembre da nove proiettili mentre si apprestava a tornare a casa. Un delitto inspiegabile, anzi, no. I colpi di pistola che sono costati la vita a Vassallo richiamano tante, troppe, esecuzioni, che hanno unito il destino di coloro che “sapevano troppo” e che dalla propria lotta all’illegalità hanno ottenuto una morte violenta e prematura. Vassallo, già consigliere nella Provincia di Salerno, governava Pollica-Acciaroli dal 2005. Continua a leggere

LETTERA APERTA AL MINISTRO DEGLI INTERNI ONOREVOLE ROBERTO MARONILE TANTE FACCE DELLA CAMORRA …E’ CAMORRA NON ADERIRE ALLA STAZIONE UNICA APPALTANTE… 

Fontegreca(Ce)-  Onorevole Ministro dell’Interno Roberto MARONI, intervenga Lei. Le scrivo dalla provincia di Caserta, da un piccolissimo paesino, Fontegreca appena 800 anime. Più volte amministratore pubblico, alle ultime elezioni amministrative non ho partecipato per passare nell’associazionismo. In questo momento, tra le tante cariche che ricopro al di fuori della politica, c’è quella di coordinatore della regione Molise dell’Associazione “Fareambiente”. Continua a leggere

Castel Volturno(Ce)- (di Tommaso Morlando) Per far rispettare le leggi e le regole minimali del vivere civile, spesso il prezzo da pagare nelle nostre terre, per amministratori onesti e servitori dello Stato … è la vita! Sembra assurdo, inconcepibile in un paese civile … ma è l’amara realtà. Ti cadono le braccia ad ascoltare queste notizie, è come ricevere cazzotti nello stomaco, inizi a pensare a dove vivi e come si è esposti… ed è inutile nasconderlo, la paura ti prende e pensi alla famiglia e ai cari del povero Angelo, di cui adesso molti parleranno e lo ricorderanno, con sentimenti commossi e forse anche in buona fede… ma forse prima è stato lasciato troppo solo. Come d’altronde da soli siamo lascianti in tanti, le pacche sulle spalle, gli encomi e le belle parole di circostanza servono a poco se poi appena passato il “momento” gli altri ritornano nelle loro comode poltrone romane e gli altri a combattere con spade di cartone. Continua a leggere

Castello del Matese(Ce)- Un pacco minatorio recapitato nelle mani del sindaco del paese. All’interno una testa di cane ancora sanguinante, una decina di proiettili e una lettera con forti minacce. Il gesto sembra essere legato ai tanti lavori pubblici che interessano l’ente del piccolo centro matesino. Gare alle quali da molto tempo non riescono più a partecipare le “solite” ditte dell’agro aversano che, invece, in altri centri di Terra di Lavoro monopolizzano gli appalti. Potrebbe essere questa la chiave di lettura del grave gesto che pochi giorni fa ha scosso la famiglia Montone.
LA CONSEGNA A DOMICILIO
Alcune persone sconosciute – secondo alcune indiscrezioni raccolte in paese – sarebbero arrivate a Castello di buon mattino e avrebbero chiesto ad una persona del posto di consegnare più tardi un pacco al sindaco. Il gruppo di sconosciuti si sarebbe poi allontanato velocemente, facendo perdere le tracce. Continua a leggere

Pignataro Maggiore (Ce)- (di Davide De Stavola) Tra i beni sequestrati questa mattina dai carabinieri del Comando Provinciale alla famiglia Passarelli, c’è anche l’azienda “Commerciale Europea spa” di Pignataro Maggiore, meglio conosciuta come la raffineria dello zucchero “Kerò”. L’azienda, gestita da due dei figli del defunto patriarca Dante – imprenditore del settore dello zucchero ritenuto prestanome dei capi storici del clan dei “Casalesi”, Francesco Schiavone, detto ‘Sandokan’, e Francesco Bidognetti, detto ‘Cicciotto e mezzanotte’ – e dalle rispettive consorti, è stata utilizzata per riciclare i proventi delle attività illecite, in continuità con quanto avveniva precedentemente con lo stabilimento Ipam, già sequestrato dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e confiscata nell’ ambito del processo Spartacus I in via definitiva. Continua a leggere

NAPOLI – Ieri le sue dimissioni da sottosegretario all’Ecomonia. Oggi, nel pieno centro di Napoli, manifesti a sostegno di Nicola Cosentino. Chiaro lo slogan: ‘Forza Cosentino. Siamo tanti. Siamo con te!’. Continua a leggere

“Lascio il governo per concentCosentino si dimette da sottosegretario Anm: i magistrati coinvolti vadano viararmi sul Pdl in Campania”. La decisione dopo un vertice con Berlusconi a palazzo Chigi, presente anche Verdini. Il deputato mantiene il ruolo di coordinatore del Pdl in Campania

 Il sottosegretario all’Economia, Nicola Cosentino

ROMA – Dopo un vertice a Palazzo Chigi con il premier, Nicola Cosentino si è dimesso da sottosegretario all’Economia. “Ho deciso di concerto con il presidente Berlusconi di rassegnare le mie dimissioni da sottosegretario per potermi completamente dedicare alla vita del partito, particolarmente in Campania, anche al fine di contrastare tutte quelle manovre interne ed esterne poste in essere per fermare il cambiamento”. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- Le parole del presidente Mattucci sul caso Cosentino non suonano certo peregrine alle orecchie di una comunità umana e politica che è cresciuta e si è formata tenendo ben saldi i valori portanti della propria militanza. La legalità è senza dubbio uno di questi. E’ per ciò opportuno, come dice Mattucci, “fare chiarezza”, così da sgombrare il campo da equivoci, accuse o congetture strumentali, che ingabbiano e ingessano l’azione politica non solo di chi ne è direttamente chiamato in causa, ma anche e soprattutto di chi, base militante, è ogni giorno in prima linea a spendersi per il proprio territorio, garante di un simbolo, quello del PDL, che deve essere prima di tutto emblema di trasparenza e legalità.” Continua a leggere

Lettera aperta a Roberto Saviano

Caserta-(di Pasquale Iorio) Caro Roberto, a nome di tutte le persone libere ti voglio ringraziare per la bellissima lezione di vita che ci hai offerto ieri sera insieme a Fazio. Con una passione civile e culturale – degna dei più grandi intellettuali – ci hai fatto vedere come è possibile far vivere la bellezza anche in quei luoghi che la violenza umana ha trasformato in un inferno. Il tuo racconto della storia di Castel Volturno ha fatto chiarezza su uno dei casi più eclatanti di distruzione e rapina, di un vero e proprio dissesto prodotto dall’uomo in uno dei luoghi più belli del mondo. Ed è stato molto efficace il richiamo al libro di Mario Luise (al suo viaggio dal fiume al mare tra gli “spaesati” di Castel Volturno), un sindaco che venne lasciato solo a combattere contro lo strapotere dei Coppola, che hanno prodotto uno degli scempi edilizi più devastanti nel nostro Paese, con la costruzione dell’omonimo villaggio sul mare e nella pineta. Continua a leggere

L’ AREA SARA’ DEDICATA A FEDERICO DEL PRETE

IN OCCASIONE DELL’ INAUGURAZIONE DELL’ AREA MARCATO L’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE E AGRORINASCE ORGANIZZANO UNA GIORNATA PER LA LEGALITA. Saranno presenti le più alte cariche dello stato in provincia di Caserta.

Santa Maria La Fossa (Ce)-  L’ inaugurazione dell’ area mercato, che si svolgerà questa mattina, si tramuterà in un’ occasione per una giornata per la legalità. L’ area sulla quale è stata realizzata, infatti, è stata confiscata alla camorra. Ma il significato della giornata organizzata dalla società agrorinasce di concerto con l’ amministrazione comunale diviene ancora più pregnante in quanto si è voluta intitolare l’ area mercato a Federico Del Prete, (nella foto) sindacalista degli ambulanti (lui stesso un ambulante) ucciso dalla camorra per aver denunciato il racket delle estorsioni proprio in danno della categoria. Il programma prevede due momenti: alle ore 10,00 è prevista l’ inaugurazione dell’ area mercato; mentre alle 11,00 circa si svolgerà un convegno sul tema: “Legalità e Sviluppo per una terra senza più camorra”, presso la scuola Media “mons. Ernesto Mirra”. L’ on. Nappi, assessore regionale all’ agricoltura, scoprirà l’ insegna dell’ area. Procederà poi il sindaco dott. Antonio Papa al taglio del nastro con la benedizione dell’ arcivescovo di Capua mons. Bruno Schettino. Continua a leggere

Castel Volturno(Ce)- (da segreteria Picierno) Pina Picierno, (nella foto) dopo la presenza al ventennale dell’ uccisione di Jerry Essan Masslo, l’africano innalzato a simbolo dello sfruttamento degli immigrati in territorio casertano, interviene sulla strage di Castelvolturno ad un anno dall’omicidio di sei cittadini dell’Africa uccisi dalla camorra. “ Si è detto che erano spacciatori, delinquenti, camorristi- commenta la deputata del Pd- invece erano solo immigrati nelle mani del caporalato, che si alzavano la mattina alle cinque per provare a trovare qualche ora di lavoro”. Un plauso per l’arresto degli autori della strage giunge dalla responsabile legalità del Pd. Continua a leggere