slow-food-campaniaCinque giorni per raccontare la Campania “cibo per l’anima”

55 piccole e medie imprese, cooperative, consorzi protagonisti dell’agroalimentare e dell’enogastronomia regionale, 17 Presìdi Slow Food, 33 eventi e uno spazio istituzionale di oltre 100 metri quadri condiviso da Regione Campania, Parco Nazionale del Vesuvio, Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. (altro…)

Colli a Volturno(Is)- (di Michele Visco) Strada statale 158 “Valle del Volturno“: sarà un autunno di novità. Si preannuncia l’apertura di un nuovo cantiere nei pressi di Colli a Volturno. Intanto vanno avanti i lavori su gran parte dell’arteria. L’Anas punta al miglioramento complessivo della strada. La statale 158 “Valle del Volturno” fa ancora parlare tanto di se. Sono numerose le novità che interesseranno l’arteria stradale di fondamentale importanza per tutta la provincia di Isernia e per i vari snodi commerciali che si legano al movimento industriale della zona. Quella più importante riguarda l’apertura, a breve, di un cantiere nei pressi del bivio di Colli a Volturno e a salire di qualche chilometro verso Rocchetta. In molti si ricorderanno che gli stanziamenti per il miglioramento degli standard di sicurezza erano già avvenuti nei mesi scorsi e questa zona era stata interessata da lauti fondi per migliorare almeno le condizioni di viabilità Il sogno tanto atteso sembra che possa divenire realtà Continua a leggere

COORDINAMENTO REGIONALE RIFIUTI (nella foto, autore Andrea Pioltini, fotoreporter) – Il Comitato Allarme Rifiuti Tossici promuove per il giorno 28 Aprile un  incontro presso la la II Municipalità in Piazza Dante n.ro 93 – Napoli, alle ore 17:30 per la costituzione del Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania, finalizzato alla reciproca conoscenza, all’organizzazione e alla promozione di azioni congiunte. Sono invitati ad aderire tutte le Associazioni ambientaliste e i Comitati campani impegnati sul tema rifiuti Continua a leggere

Denuncia della sezione Campana dell’AISLA Associazione Sclerosi Laterale Amiotrofica.

ANIMA E CUORE ONLUS HA RICEVUTO IN DATA 08/02/2008 QUESTA DENUNCIA ESPOSTA DA UNA DELEGAZIONE DELL’ AISLA CAMPANIA E NON AVENDO PURTROPPO NULLA DA AGGIUNGERE IN MERITO ALL’ACCADUTO RITIENE OPPORTUNO DIVULGARE A TUTTI QUESTO ENNESIMO EPISODIO DI MANCANZA DI RISPETTO PER I IU’ DEBOLI… CI RIVOLGIAMO SPECIE A TUTTI QUELLI CHE ANCORA OGGI ADORANO PARLARE DI ”SOLIDARIETA’ E DI SENSIBILITA” PER LE FASCE DEBOLI….I RISULTATI SONO I SEGUENTI..!!!

Napoli– La sezione campana dell’AISLA denuncia l’incidente gravissimo verificatosi ieri negli uffici della regione CAMPANIA al centro direzionale isola C, quando una delegazione dell’AISLA accompagnata dal suo presidente nazionale Dott. Mario Melazzini, composta da ammalati alcuni gravemente disabili ed in carrozzella non trovava il direttore generale della Sanita’ della Campania Antonio Gambacorta che, ad attenderli come ci si aspettava dopo aver preso regolare appuntamento, ha lasciato detto che per motivi urgenti doveva essere a Roma per discutere il problema dei rifiuti a Napoli. In sua vece era stato designato il Prof. Zamparelli. Continua a leggere

Dal  COORDINAMENTO PROVINCIALE DEI COMITATI PER LA SALUTE E L’AMBIENTE. Lettera al presidente della provincia di Benevento Carmine Nardone

San Salvatore Telesino(Bn)- Il problema rifiuti è esploso a Napoli ma sta ribollendo in tutta la Campania e anche la provincia di Benevento sta dimostrando con manifestazioni e partecipazione popolare che esso deve essere risolto con la compartecipazione dei cittadini alle decisioni politiche che le istituzioni intendono prendere per risolverlo. L’emergenza sarà sempre più grave ed incontrollabile se ciò non accadrà, definendo nuove aree di crisi nelle aree periferiche e aumentando sempre più la sfiducia nella politica e nelle istituzioni. Dai giornali e dal Comunicato stampa della Provincia abbiamo saputo che lunedì si discuterà del piano provinciale rifiuti in Consiglio Provinciale. Continua a leggere

CAMPANIA – E’ scattata nella notte di sabato scorso, in Campania, l’operazione di contrasto all’evasione fiscale “Un ballo in maschera” con l’impiego di 110 funzionari dell’Agenzia delle Entrate e di 40 ispettori della Siae (Società Italiana Autori ed Editori).  I controlli hanno riguardato 23 locali in tutta la regione tra discoteche e sale da ballo delle province di Napoli (10), Avellino (3), Salerno (5), Caserta (3) e Benevento (2). Per tutta la notte sono state presidiate le casse dei locali controllati e, in alcuni casi, sono stati riscontrati introiti superiori del 500% rispetto agli incassi registrati nelle serate delle settimane precedenti. Sono state anche rilevate irregolarità nella tenuta delle scritture contabili, mancate emissioni di scontrini fiscali, corrispettivi non registrati e omissione nella registrazione dei corrispettivi.  Inoltre sono stati identificati due evasori totali; in particolare, un organizzatore di serate danzanti “tutto compreso”, dal personale necessario al successo della manifestazione alle strutture a disposizione (ristorante, bar e discoteca), ma tutto – ovviamente – rigorosamente “in nero”. Continua a leggere

Si legge nel corpo del comunicato diffuso dall’Ass. “Saverifiuti-napoli-d.jpg the Children” una delle più importantiorganizzazioni internazionali ong  per la tutela dell’infanzia: ” L’emergenza rifiuti è un palese attentato alla salute dei minori in senso ampio

“Temiamo che l’attuale momento politico rallenti ancora di più la già tardiva soluzione dell’emergenza rifiuti in Campania, perché nelle discariche e sotto il cumulo di immondizia che da giorni ricopre Napoli e parte della regione, sono finiti anche i diritti di buona parte degli oltre 7.000 bambini che vivono in queste terre. Save the Children ha verificato, alla luce della Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo, che sono almeno 10 i diritti fondamentali negati a tanti bambini e adolescenti”. Queste le parole e il commento di Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia. E questo a seguire il Decalogo dei Diritti in Discarica: Continua a leggere

rifiuti-rifiuti-rifiuti.jpgNapoli – CARDINALE CRESCENZIO SEPE, IN DUOMO: “E’ UN MOMENTO DRAMMATICO ” [ed espone le ampolle di San Gennaro ]; “…basta ! Questi politici hanno tradito il popolo…” ( veglia di preghiera per l’emergenza rifiuti ma il sangue non s’è sciolto ). I napoletani come per le pestilenze, guerre e terremoti. [ e BASSOLINO: “inamovibile” – ” solutus “, Cordova – docet ! ]
 L’ OMELIA E L’ANATEMA
 Cari fratelli, care sorelle, ancora una volta, come pastore di questa cara e tormentata terra, vi ho chiamato a raccolta, in questa nostra cattedrale: in questo momento estremamente drammatico è urgente il bisogno di pregare insieme per la salvezza di questa città, per la sua coscienza. Dal profondo del cuore imploriamo l’Altissimo con le stesse parole, sempre attuali, della Sacra Scrittura: Signore, “Abbi compassione della città” (Sir. 36,12). Solo pochi mesi fa, durante il meeting sulla pace, quando il Santo Padre ha visitato la nostra terra, eravamo fieri di noi, della nostra Napoli, della nostra regione, finalmente alla ribalta di una cronaca che le ha fatto onore. Sebbene la catastrofe fosse già da tempo annunciata , mai avremmo pensato, in quegli indimenticabili giorni di ottobre, che di lì a poco, all’inizio del 2008, la città sarebbe sprofondata in una delle notti più buie della sua storia. La tragedia dei rifiuti ha portato di nuovo Napoli e tutta la Campania sulle prime pagine dei giornali e delle televisioni di tutto il mondo con fotografie e titoli impietosi, che tuttavia denunciano una realtà impossibile da giustificare. La Chiesa di Napoli sente la gravità del momento ed è per questo che la preghiera viene sulle labbra, così come fluisce dal cuore un moto dell’anima che non si ferma alle parole, ma va in cerca delle vie profonde per tracciare un cammino nuovo. Continua a leggere

Lettera del prof. Francesco Bernieri ( detto Franco, nella foto a sx il primo da dx, insieme ad Antonio Roano ed Agnese Ginocchio. Manifestazione Rifiuti contro la discarica Lo Uttaro Caserta. Autore foto : Andrea Pioltini fotoreporter) un cittadino casertano libero da condizionamenti politici e da ogni interesse che non riguardi la salvaguardia dell’ambiente e la salute dei cittadini e che, in oltre un anno di impegno civico nel COMITATO EMERGENZA RIFIUTI di Caserta, di cui è stato uno dei fondatori ed il portavoce, ha raccolto numerose testimonianze e documenti su quello che non si dice, non si vuol far sapere e non si vuol dire sulla questione “RIFIUTI”.

Caserta e prov. – Che Multinazionali ed industriali italiani abbiano finanziato i principali partiti di centro-destra e di centro-sinistra è per molti ben più di una certezza (questo spiegherebbe perché le cose non cambiano indipendentemente da chi sta al governo) ciò allo scopo di ottenere l’approvazione di leggi che prevedano la concessione di finanziamenti pubblici agli impianti di INCENERIMENTO dei RIFIUTI ( CIP 6 nel 92 e certif.verdi nel 2003)facendoli assimilare alle FONTI RINNOVABILI ( idroelettrico,eolico,solare…)ed orientando di fatto la soluzione dello smaltimento dei rifiuti verso l‘INCENERIMENTO anzichè verso la RIDUZIONE, il RECUPERO ed il RICICLO molto più rispettosi dell’AMBIENTE e della SALUTE dei cittadini e più conveniente sul piano economico.. Eccetto rare eccezioni,infatti, la media naz. di  R.D. , anche al nord, non supera il 35/40 % ,quota che sostanzialmente rappresenta la frazione umida la quale non può essere bruciata perché ridurrebbe l’efficienza degli inceneritori . Che il sistema dell‘INCENERIMENTO non abbia FUTURO è facile da capire. Come si può pensare di preservare il nostro pianeta per le future generazioni se ci disfiamo di materie prime trasformandole tra l’altro in sostanze tossiche? Continua a leggere

Italia- “Speciale Emergenza rifiuti Campania”  Inchieste su rifiuti e camorra– Pubblichiamo un articolo di Michelangiolo Bolognini (Medicina democratica) che ripercorre le vicende campane evidenziando quali siano state le scelte capestro, politiche ed affaristiche, che hanno condotto ai disatri attuali. La vera emergenza rifiuti in Campania – si scrive – è dovuta alla presenza di un sistema camorristico di Stato, che si avvale, per funzionare “ordinariamente”, di uno stato di emergenza permanente (Foto in alto: ” lo striscione portato dai comitati emergenza rifiuti  sul quale si legge lo slogan tratto dalla canzone di protesta ambientalista: “Fermate il Mostro” di Agnese Ginocchio. Manifestazione contro rifiuti Napoli. Autore foto: Andrea Pioltini, fotoreporter)

Il 9 marzo 2005 la Commissione bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti procedeva all’audizione dei piú importanti gruppi bancari italiani, Capitalia, Banca Intesa, San Paolo Imi e Gruppo Unicredito Italiano[1], preoccupati per i loro finanziamenti alle società Fibe e Fibe Campania del gruppo Impregilo, allora controllato da Cesare Romiti, facente parte del “salotto buono” della finanza, editore del maggior quotidiano italiano. Le banche avevano voglia di smarcarsi: si erano esposte per decine e decine di milioni di euro finanziando con la massima leggerezza Fibe e Impresilo. La relazione della Commissione afferma infatti: «non è chiaro come gli istituti bancari possano aver pensato, nel momento in cui fornivano i finanziamenti, di essere in condizioni di “normalità”, come espressamente affermato, posto che l’emergenza campana era pluriennale e nota a tutti; considerato, peraltro, che vi era piena consapevolezza del fatto che tale sistema, come proposto da Fibe, era “certamente pionieristico”, “il primo in Italia di queste dimensioni”»[2].  Il sistema a cui si riferisce la Commissione è la messa in atto, in modo generalizzato e “dogmatico” nella regione Campania, commissariata da oltre tredici anni, del cosiddetto «ciclo integrato dei rifiuti», assai propagandato dall’associazione ambientalista “parastatale” Legambiente e fatto proprio dalla quasi totalità delle forze politiche italiane.  Continua a leggere

Campania– Napoli / Caserta(13 Gennaio 2008) Su notizia circa il grave agguato provocato da teppisti senza scrupoli ai danni dei Vigili del fuoco accaduto lo scorso 9 Gennaio 2008 in località Rione Toiano, mentre da un’ altra parte della città si stava svolgendo la manifestazione pacifica e nonviolenta contro la discarica Pisani in Pianura, la rappresentante del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio (manifestazione rifiuti Napoli Pianura, nella foto insieme a Alex Zanotelli, autore foto Andrea Pioltini, fotoreporter ) , testimonial per la Pace, che ha da poco ricevuto il premio nazionale per la Legalità Borsellino per l’impegno sociale e civile, ha inviato una nota alle redazioni manifestando la propria solidarietà e vicinanza a questa istituzione (Vigili del Fuoco) ed ha espresso dura condanna al grave attentato accaduto. “Se non fosse stato per questi nostri validi operatori, durante la scorsa estate saremmo tutti soffocati e arsi vivi in Campania a causa del record degli incendi dolosi provocati da piromani e folli senza scrupoli che ancora una volta hanno (altro…)

PIEDIMONTE MATESE (Ce)- Giornata decisamente fuori dal consueto quella che si terrà questa mattina presso il liceo scientifico “Galileo Galilei”. Infatti, tutti i liceali dell’ultimo anno prenderanno parte alla Conferenza di Orientamento all’occupazione, organizzato dal vertice dell’ex Distretto Militare di Caserta, Colonnello Luciano Iannetta. Il Centro Documentale di Caserta (denominazione assunta da pochi mesi), sta  svolgendo,  in questo periodo, una serie di intense attività  connesse alla promozione e informazione degli arruolamenti volontari, che costituiscono oggi giorno una valida opportunità occupazionale, per i giovani di entrambi i  sessi. Dopo il successo ottenuto con il “Tour promozionale invernale” presso il Centro Commerciale  Campania, che ha riscosso un notevole successo tra le centinaia di ragazzi e ragazze che quotidianamente affollavano il centro commerciale, il Centro Documentale di Caserta, nell’imminente futuro, sarà impegnato, con delle conferenze di Orientamento presso Istituti Scolastici della provincia. Continua a leggere

CASERTA – (di Mauro Giaquinto) Abbiamo ricevuto e pubblichiamo volentieri la lettera che Mauro Giaquinto, Presidente casertano del Comitato della Due Sicilie ha inviato al direttore del Corriere della Sera per contestare un articolo a firma del giornalista Gian Antonio Stella, quello stesso giornalista che ha pubblicato il libro sulla “Casta”. Ci sembra interessante il punto di vista di Giaquinto. “Al Direttore del Corriere della sera, in questi giorni di emergenza rifiuti in Campania, i quotidiani stanno pubblicando di tutto. C’è chi nei propri articoli colpevolizza la popolazione, che si è opposta alle discariche; c’è chi punta il dito contro i politici, rei di aver sperperato soldi pubblici, senza risolvere il problema e c’è chi come Gian Antonio Stella ha elaborato un articolo, pubblicato dal suo giornale il 10 gennaio u.s., in cui ha  “riesumato” le dichiarazioni degli stranieri venuti a Napoli, 3 o 4 secoli fa e che registrarono una immagine pessima della città, indicando la nostra come terra di sudiciume e di colera. Il giornalista in questo articolo, sembra che abbia voluto inizialmente sparare sul mucchio e successivamente poi raddrizzare il tiro, facendo cenno ad altrettanti giudizi negativi emessi nei confronti di altre città del Nord, questa volta però senza indicarne il contenuto. Continua a leggere

La testimonial per la Pace, di origine matesina, scende in campo e lancia l’ennesimo messaggio di monito e di riflessione rivolto ai politici rei di aver portato il nostro territorio in questo grave stato di degrado, inquinamento e di paralisi totale, ed invita la società civile a partecipare alla Manifestazione contro i rifiuti e la discarica Pisani a Napoli in sostegno alla popolazione di Pianura.

Caserta, Napoli e Campania– Dopo i duri moniti lanciati e anche “cantati” in questo caso ( vedi canzone di protesta ambientalista “Fermate il mostro“..) ai nostri poilitici campani e casertani, colpevoli di avere permesso un grave disastro ambientale mai accaduto nella storia, Agnese Ginocchio testimonial e cantautrice internazionale per la Pace, insignita dell’ultimo riconoscimento del “premio nazionale per la legalità Borsellino per l’impegno sociale e civile”, torna a farsi sentire rivolgendosi alla società civile, e, lanciando un accorato appello alla presa di coscienza sul grave stato in cui versa la nostra provincia per qualto riguarda il problema o meglio la guerra dei rifiuti, invita a partecipare al corteo della manifestazione del 9 Gennaio prossimo a Napoli per sostenere la lotta della popolazione di Pianura(leggi quì programma), che in queste si batte per l’unico diritto di difesa alla vita, protestando per l’apertura della discarica illegale di Pisani. Continua a leggere

“La priorità del mio mandato è quella di puntare sulla formazione”Nicola Cecere è il nuovo Presidente campano dell’A.N.G.A., l’Associazione Nazionale dei Giovani Agricoltori, che fa capo a Confagricoltura.

Cecere, 34 anni, commercialista, gestisce nel casertano l’Azienda zootecnica di famiglia, specializzata nell’allevamento bufalino . E’ rappresentante in quota Ceja (Comitato Europeo Giovani Agricoltori ), nel gruppo consultivo per la promozione dei prodotti tipici presso la Commissione Europea e rappresentante nazionale dell’ANGA nella Federazione Nazionale di Prodotto per l’Agricoltura Biologica, nonchè componente del Comitato di Presidenza di Confagricoltura-Caserta. Il neopresidente di ANGA Campania resterà in carica un triennio. Continua a leggere

CASERTA -(di Nunzio De Pinto) -Sfoderando un decisionismo degno di miglior causa, il  Presidente del Consiglio dei Ministri ieri è apparso in televisione annunciando, con tono perentorio (se non fosse per i capelli e gli occhiali somiglierebbe troppo ad un noto personaggio del ventennio) che “Ho dato disposizioni affinché le scuola riaprano e l’immondizia fuori le scuola sia rimossa“. Detto fatto, dalle prime ore dell’alba di oggi, erano circa le 3.30, il Genio dell’Esercito ha cominciato la raccolta straordinaria dei rifiuti in Campania a Caserta. Sono entrati in azione due bobcat e due pale meccaniche messi a disposizione dal 21° Reggimento Genio Guastatori “Timavo“, al cui vertice c’è il Colonnello Massimo Margotti, che hanno collaborato sino alle ore 7.30 con la Sace, azienda addetta alla rimozione dei rifiuti nel capoluogo campano. Continua a leggere

Napoli (di Roberto Saviano) – È un territorio che non esce dalla notte. E che non troverà soluzione. Quello che sta accadendo è grave, perché divengono straordinari i diritti più semplici: avere una strada accessibile, respirare aria non marcia, vivere con speranze di vita nella media di un paese europeo. Vivere senza dovere avere l’ossessione di emigrare o di arruolarsi. E’ una notte cupa quella che cala su queste terre, perché morire divorati dal cancro diviene qualcosa che somiglia ad un destino condiviso e inevitabile come il nascere e il morire, perché chi amministra continua a parlare di cultura e democrazia elettorale, comete più vane delle discussioni bizantine e chi è all’opposizione sembra divorato dal terrore di non partecipare agli affari piuttosto che interessato a modificarne i meccanismi. Si muore di una peste silenziosa che ti nasce in corpo dove vivi e ti porta a finire nei reparti oncologici di mezza Italia. Continua a leggere

rifiuti-napoli-d.jpgNapoli– I Comitati campani ambientalisti hanno costituito un Coordinamento regionale e un Comitato scientifico per proporre un NUOVO PIANO RIFIUTI alle Autorità commissariali.5 i punti essenziali per poter uscire da questo disastro:

1) interruzione produzione ECOBALLE; 2) Individuazione DISCARICA REGIONALE PROVVISORIA (nell’alto avellinese), con REINGEGNERIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI EX-CDR con RICONVERSIONE A IMPIANTI TMB BIOSSIDATIVI A FREDDO; riconversione anche dell’ INCENERITORE DI ACERRA, con immediata sospensione dei lavori e delle gare di appalto. Continua a leggere

Nell’articolo tratto dal quotidiano nazionale: “Il Giornale” sul caso Emergenza rifiuti in Campania, anche: “Fermate il Mostro ” , canzone ambientalista di Agnese Ginocchio e l’urlo imponente: “Dio Liberaci dalla discarica” del Vescovo di Caserta Raffaele Nogaro (nella foto 2 a dx insieme a Ginocchio. Autore delle foto 1 e 2  fotoreporter Andrea Pioltini)

(di Gabriele Villa- Il Giornale) – Sulla spazzatura rischio di perdere la mia credibilità»: Antonio Bassolino, agosto, 2007, Napoli. Italia. Pianeta Terra, non Marte né Saturno. Ma dove è stato Bassolino fino ad oggi? Ma quante cose avrebbe dovuto e potuto fare e non ha fatto Bassolino in tutti questi anni? La sua credibilità? Forse solo scavando tra scarpe vecchie, ossa di pollo e bucce di banana si può ancora trovarne traccia.  Promesse, dichiarazioni d’intenti. Assicurazioni. Parole in libertà. Che, in quattordici anni, giorno dopo giorno, sono andate ad ammonticchiarsi una sopra l’altra. Stratificandosi esattamente come i rifiuti che stanno soffocando la Campania. È dal 1994 che i cassonetti di Napoli e dintorni traboccano. È dal 1994 che i politici di turno, sempre gli stessi (hanno solo cambiato posto come nel gioco antico della sedia) regalano proclami e certezze. Continua a leggere

Grande affluenza di pubblico per la prima serata del Presepe Vivente grottese. Appuntamento il 29 e 30, in preparazione anche un DVD. Grande successo del Presepe Vivente: rivive il Centro Storico di Grottaminarda(Avellino)

Grottaminarda(Av)- Ottima affluenza di pubblico e apprezzamenti critici per la Nona Edizione del Presepe Vivente di Grottaminarda, inaugurata ieri sera, 28 dicembre 2007, nel Centro Storico della cittadina irpina. Ogni Presepe vivente sprigiona la propria magia, ma questo di Grottaminarda ha avuto sicuramente qualcosa in più: la riappropriazione da parte della cittadinanza del Centro Storico, con grandi sforzi organizzativi e logistici da parte dei ragazzi del Forum Giovanile e dei membri della Pro Loco.  Continua a leggere

Caserta e prov. – Sono decine i cumuli di immondizia data oggi alle fiamme nel rifiuti-bruciati.jpgcasertano dai cittadini esasperati per il prolungarsi del mancato prelievo dei rifiuti ammassati a tonnellate lungo le strade e le piazze. I vigili del fuoco sono stati impegnati a circoscrivere e domare gli incendi in vari punti del capoluogo e in diversi comuni, a Santa Maria Capua Vetere, ad Aversa e nei territori limitrofi. I roghi hanno minacciato anche alcuni edifici.  Continua aleggere

rifiuti1.jpg SAN NICOLA LA STRADA (Ce)- All’orizzonte della più spaventosa crisi per l’emergenza rifiuti che la città abbia mai visto non si intravede alcuna via d’uscita. Pieni tutti gli scarrabili che l’amministrazione comunale è riuscita, con grande esborso quotidiano per l’affitto di questi mezzi, a far sistemare nei pressi del cimitero cittadino, la città ora straborda di immondizia. Si segnalano le lamentele dei residenti che, un po’ a macchia d’olio, hanno avvistato numerosi topi far festa nei cumuli di spazzatura, oltre ai soliti cani randagi e gatti. La situazione dei rifiuti è, dunque, nuovamente insostenibile. Non se ne può più e la speranza di poter gestire anche la normalità è ormai naufragata. Continua a leggere

Invitiamo tutti i cittadini che sono senza linea ADSL nel territorio dell’alto casertano matesino ( ALIFE, SANT’ANGELO D’ ALIFE, PIEDIMONTE & dintorni) a scrivere LETTERE di PROTESTA ( per linea ADSL interrotta) presso la nostra redazione, ferma da oltre un mese per lo stesso problema. Siamo davvero stufi di questa truffa a danno della società civile. Non se ne può proprio più di essere continuamente presi in giro dal servizio assistenza del server, il quale continua a ribadire che il problema ADSL  é stato risolto, quando invece sappiamo benissimo che non é così, in quanto una grossa fascia del territorio si trova ad affrontare ancora enormi disagi a causa di questo problema. Continua a leggere

30 NOVEMBRE 1 e 2 DICEMBRE a Piedimonte Matese (Caserta) presso il :Teatro e sale della diocesi di S.Maria Maggiore P.zza Roma n°52 Piedimonte Matese e sala dell’ Ecomuseo dell’Alto Casertano v. sala n°2 S.Potito Sannitico si svolgerà: “I Suoni e i Rumori del Parco , “Festival Nazionale della Ballarella”-I edizione-. L’Ente Parco del “Parco Regionale del Matese in collaborazione con i Centri di Educazione Ambientale di Valle Agricola e S. Potito Sannitico organizza: l’Incontro-il Confronto-lo Scambio tra 4 culture unite dalla BALLARELLA. 4 regioni coinvolte con la proprio musica trazionale. Oltre a rappresentanti del Matese campano parteciperanno rappresentanti del Molise, dell’Abruzzo e del Lazio. SEMINARI, LABORATORI, CONCERTI e Tanta Musica Tradizionale Locale delle Comunità di Cusano Mutri, Faicchio, Gioia Sannitica, S. Potito Sannitico, Piedimonte Matese, S.Gregorio Matese ,S. Angelo d’Alife, Letino, Fontegreca,Valle Agricola, Prata Sannita, Gioia Sannitica Continua a leggere

Urgente Appello che ci é appena pervenuto dal Comitato Ambientalista contro il mega sito di stoccaggio delle ecoballe a” Taverna del Re”.

“Fatti gravi accadono sul territorio giuglianese. Scontri tra polizia e cittadini sulla discarica ‘ Taverna del Re’. INTERVENIAMO TUTTI PER SALVARE IL NOSTRO TERRITORIO, LA NOSTRA SALUTE , I NOSTRI FIGLI. DOMANI 1 NOVEMBRE ORE 10:00 A TAVERNA DEL RE CI SARA’ L’ASSEMBLEA CITTADINA. VI ASPETTIAMO!!! AIUTATECI “COMITATO AMBIENTALISTI DEL GIUGLIANESE ” Continua a leggere

Il caso Pietravairano non è isolato, purtroppo.

Polvica, cava. Foto redazione

Polvica, cava. Foto red.

Il Piano Regionale delle Attività Estrattive della Regione Campania (PRAE) continua ad essere oggetto di accese e controverse discussioni. Questo piano, approvato in sede commissariale, non riesce a risolvere il “problema” cave perché non sancisce regole certe. Sono molti i comuni campani che continuano a chiedere la sua modifica o, addirittura, la sua riscrittura. All’inizio della vecchia legislatura, anno 2001, era stato approntato dalla Giunta un Piano Cave, che vede l’approvazione, in regime commissariale, solo nel 2006, con l’ultimo governo regionale. Il Piano iniziale, quello del 2001, non era perfetto. Certo aveva, necessariamente, bisogno di qualche modifica e/o correttivo, ma in linea di massima non era devastante. Fu approvato dalla Giunta e valutato, nella passata legislatura, dalle Commissioni consiliari competenti (Ambiente e Settori Produttivi) Continua a leggere

CASERTA – La legge 27 dicembre 2006, nr. 296, meglio conosciuta come Legge Finanziaria del 2007, ha attribuito al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso delle abitazioni in locazioni, istituito presso il Ministero delle Infrastrutture, la dotazione di 210.990.000 euro. Con apposito decreto del 3 settembre 2007, avente per oggetto “Riparto delle risorse del Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, relative all’anno 2007”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Generale – nr. 252 del 29 ottobre scorso, il Ministro della Infrastrutture ha provveduto a ripartire la somma fra le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano Continua a leggere

Molti i Messaggi augurali pervenuti all’artista campana, nativa del comune dell’alto casertano matesino di Alife. Fra questi quello del Vescovo di Caserta mons. Raffaele Nogaro, di Alex Zanotelli missionario comboniano, del Senatore Tommaso Sodano etc ( leggi sotto).  Anche tutta la nostra redazione provinciale: “Alto Casertano- Matesino & dintorni” si congratula per l’ impegno della cantautrice ed esprime all’amica conterranea i più sinceri “Auguri “per il meritato riconoscimento che rappresenta motivo d’orgoglio per l’intero comprensorio matesino e della provincia di terra di lavoro.

Campania (Caserta, Alife) – Il “Premio nazionale per la Legalità Paolo Borsellino per l’impegno sociale e civile” sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica, sul tema: “La legalità è… partecipazione, pensieri, parole, idee, percorsi, proposte per una nuova cittadinanza”, é stato istituito nel 1994 dall’associazione culturale-onlus “Società Civile” Abruzzo ( sede a Teramo) aderente a Libera contro le mafie, e viene rilasciato ogni anno a note personalità( fra queste lo stesso presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il giudice antimafia Antonio Caponetto, e fra i premiati di quest’anno il magistrato Forleo etc…), istituzioni ed artisti (fra questi è stato già consegnato a Beppe Grillo, all’attore del film su Borsellino Giorgio Tirabassi, al regista Dario Fo e alla senatrice Franca Rame, etc..) che si sono particolarmente distinti nel campo civile, sociale e nel campo della Legalità. Quest’anno la commissione ha voluto assegnare il Premio all’artista per la Pace campana, originaria del comune matesino di Alife in provincia di Caserta Agnese Ginocchio, per l’impegno profuso in difesa e per la promozione dei valori della libertà, della Pace, della democrazia, della legalità e dell’ambiente. Lo ha annunciato il presidente di Società civile onlus prof. Leonardo Nodari durante il concerto per la Giustizia e la Legalità che la cantautrice ha appena tenuto a Pescara

Continua a leggere