slow-food-campaniaCinque giorni per raccontare la Campania “cibo per l’anima”

55 piccole e medie imprese, cooperative, consorzi protagonisti dell’agroalimentare e dell’enogastronomia regionale, 17 Presìdi Slow Food, 33 eventi e uno spazio istituzionale di oltre 100 metri quadri condiviso da Regione Campania, Parco Nazionale del Vesuvio, Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. (altro…)

Annunci

Colli a Volturno(Is)- (di Michele Visco) Strada statale 158 “Valle del Volturno“: sarà un autunno di novità. Si preannuncia l’apertura di un nuovo cantiere nei pressi di Colli a Volturno. Intanto vanno avanti i lavori su gran parte dell’arteria. L’Anas punta al miglioramento complessivo della strada. La statale 158 “Valle del Volturno” fa ancora parlare tanto di se. Sono numerose le novità che interesseranno l’arteria stradale di fondamentale importanza per tutta la provincia di Isernia e per i vari snodi commerciali che si legano al movimento industriale della zona. Quella più importante riguarda l’apertura, a breve, di un cantiere nei pressi del bivio di Colli a Volturno e a salire di qualche chilometro verso Rocchetta. In molti si ricorderanno che gli stanziamenti per il miglioramento degli standard di sicurezza erano già avvenuti nei mesi scorsi e questa zona era stata interessata da lauti fondi per migliorare almeno le condizioni di viabilità Il sogno tanto atteso sembra che possa divenire realtà Continua a leggere

COORDINAMENTO REGIONALE RIFIUTI (nella foto, autore Andrea Pioltini, fotoreporter) – Il Comitato Allarme Rifiuti Tossici promuove per il giorno 28 Aprile un  incontro presso la la II Municipalità in Piazza Dante n.ro 93 – Napoli, alle ore 17:30 per la costituzione del Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania, finalizzato alla reciproca conoscenza, all’organizzazione e alla promozione di azioni congiunte. Sono invitati ad aderire tutte le Associazioni ambientaliste e i Comitati campani impegnati sul tema rifiuti Continua a leggere

Denuncia della sezione Campana dell’AISLA Associazione Sclerosi Laterale Amiotrofica.

ANIMA E CUORE ONLUS HA RICEVUTO IN DATA 08/02/2008 QUESTA DENUNCIA ESPOSTA DA UNA DELEGAZIONE DELL’ AISLA CAMPANIA E NON AVENDO PURTROPPO NULLA DA AGGIUNGERE IN MERITO ALL’ACCADUTO RITIENE OPPORTUNO DIVULGARE A TUTTI QUESTO ENNESIMO EPISODIO DI MANCANZA DI RISPETTO PER I IU’ DEBOLI… CI RIVOLGIAMO SPECIE A TUTTI QUELLI CHE ANCORA OGGI ADORANO PARLARE DI ”SOLIDARIETA’ E DI SENSIBILITA” PER LE FASCE DEBOLI….I RISULTATI SONO I SEGUENTI..!!!

Napoli– La sezione campana dell’AISLA denuncia l’incidente gravissimo verificatosi ieri negli uffici della regione CAMPANIA al centro direzionale isola C, quando una delegazione dell’AISLA accompagnata dal suo presidente nazionale Dott. Mario Melazzini, composta da ammalati alcuni gravemente disabili ed in carrozzella non trovava il direttore generale della Sanita’ della Campania Antonio Gambacorta che, ad attenderli come ci si aspettava dopo aver preso regolare appuntamento, ha lasciato detto che per motivi urgenti doveva essere a Roma per discutere il problema dei rifiuti a Napoli. In sua vece era stato designato il Prof. Zamparelli. Continua a leggere

Dal  COORDINAMENTO PROVINCIALE DEI COMITATI PER LA SALUTE E L’AMBIENTE. Lettera al presidente della provincia di Benevento Carmine Nardone

San Salvatore Telesino(Bn)- Il problema rifiuti è esploso a Napoli ma sta ribollendo in tutta la Campania e anche la provincia di Benevento sta dimostrando con manifestazioni e partecipazione popolare che esso deve essere risolto con la compartecipazione dei cittadini alle decisioni politiche che le istituzioni intendono prendere per risolverlo. L’emergenza sarà sempre più grave ed incontrollabile se ciò non accadrà, definendo nuove aree di crisi nelle aree periferiche e aumentando sempre più la sfiducia nella politica e nelle istituzioni. Dai giornali e dal Comunicato stampa della Provincia abbiamo saputo che lunedì si discuterà del piano provinciale rifiuti in Consiglio Provinciale. Continua a leggere

CAMPANIA – E’ scattata nella notte di sabato scorso, in Campania, l’operazione di contrasto all’evasione fiscale “Un ballo in maschera” con l’impiego di 110 funzionari dell’Agenzia delle Entrate e di 40 ispettori della Siae (Società Italiana Autori ed Editori).  I controlli hanno riguardato 23 locali in tutta la regione tra discoteche e sale da ballo delle province di Napoli (10), Avellino (3), Salerno (5), Caserta (3) e Benevento (2). Per tutta la notte sono state presidiate le casse dei locali controllati e, in alcuni casi, sono stati riscontrati introiti superiori del 500% rispetto agli incassi registrati nelle serate delle settimane precedenti. Sono state anche rilevate irregolarità nella tenuta delle scritture contabili, mancate emissioni di scontrini fiscali, corrispettivi non registrati e omissione nella registrazione dei corrispettivi.  Inoltre sono stati identificati due evasori totali; in particolare, un organizzatore di serate danzanti “tutto compreso”, dal personale necessario al successo della manifestazione alle strutture a disposizione (ristorante, bar e discoteca), ma tutto – ovviamente – rigorosamente “in nero”. Continua a leggere

Si legge nel corpo del comunicato diffuso dall’Ass. “Saverifiuti-napoli-d.jpg the Children” una delle più importantiorganizzazioni internazionali ong  per la tutela dell’infanzia: ” L’emergenza rifiuti è un palese attentato alla salute dei minori in senso ampio

“Temiamo che l’attuale momento politico rallenti ancora di più la già tardiva soluzione dell’emergenza rifiuti in Campania, perché nelle discariche e sotto il cumulo di immondizia che da giorni ricopre Napoli e parte della regione, sono finiti anche i diritti di buona parte degli oltre 7.000 bambini che vivono in queste terre. Save the Children ha verificato, alla luce della Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo, che sono almeno 10 i diritti fondamentali negati a tanti bambini e adolescenti”. Queste le parole e il commento di Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia. E questo a seguire il Decalogo dei Diritti in Discarica: Continua a leggere