Ci é pervenuto questo comunicato di chiarimento da parte del Sindaco di Castel Campagnano “Giuseppe Di Sorbo” in merito ad alcune affermazioni mosse dal “Movimento Onda”, che pubblichiamo di seguito.

Castel Campagnano(Ce)- “Circa un articolo che asserisce la mia non volontà ad accettare un pubblico dibattito con l’opposizione. Ho da precisare Continua a leggere

PROCESSO PER IL CROLLO DEL COSTONE TUFACEO DI VIA LO RECCO DI CASTEL CAMPAGNANO, NICOLA CAMPAGNANO) ex SINDACO che ALL’ EPOCA DEI FATTI (2005), ERA stato ACCUSATO di DISASTRO COLPOSO ha ricevuto l’ “ASSOLUZIONE PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE”

Castel Campagnano(Ce)- Questa è stata la decisione del Giudice di Piedimonte Matese giovedì scorso che ha posto fine ad una assurda vicenda, oggetto, tra l’altro, di non poche strumentalizzazioni anche nella recente campagna elettorale. Il fatto aveva preso le mosse da un esposto fatto da un cittadino che, ritenendo di essere stato danneggiato nella Continua a leggere

 Video  dell’ evento a cura del prof. Fernando Occhibove

Castel Campagnano(Ce)- (di Fernando Occhibove) A Castel Campagnano si è svolta nei giorni 30 e 31 ottobre la prima edizione della manifestazione promozionale di uno dei prodotti tipici del territorio: “I luoghi del Pallagrello: quali vantaggi per i piccoli produttori “, organizzata dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune di Castel Campagnano, della Provincia di Caserta, della regione Campania, della Coldiretti, della Continua a leggere

Castelcampagnano(Caserta) -(di Giuseppe Sangiovanni) FRANA L’ITALIA NON RISPARMIANDO NEMMENO I CIMITERI! CIMITERO CHIUSO AI VISITATORI E PARENTI DEI DEFUNTI. IL PRESIDENTE DEL COMITATO PASQUALE DI NARDO:
“SIAMO DISPERATI, AIUTATECI, DA GIORNI NON POSSIAMO FARE VISITA E PORTARE UN FIORE AI NOSTRI CARI DEFUNTI”. IL SINDACO GIUSEPPE DI SORBO: “CI STIAMO ATTIVANDO, ABBIAMO GIA’ INDIVIDUATO (ALL’ INGRESSO DEL CIMITERO) UN’AREA PER SPOSTARE LE SALME, IL GENIO CIVILE E LA PROTEZIONE CIVILE IERI E OGGI HANNO EFFETTUATO UN ACCURATO SOPRALLUOGO. NON E’ SEMPLICE DA UN GIORNO ALL’ALTRO SPOSTARE IN UN LUOGO SICURO TRECENTOCINQUANTA SALME. FAREMO IL POSSIBILE PER RISOLVERE IL PROBLEMA E GARANTIRE LA VISITA AI PROPRI DEFUNTI. I MIEI CONCITTADINI, SONO ALLARMATI GIUSTAMENTE PER QUANTO POTREBBE ACCADERE. HANNO TUTTA LA MIA COMPRENSIONE”.
Allertata la troupe del tg Rai Campania- che ha realizzato un servizio(dall’inviato Pasquale Piscitelli) andato in onda su Rai3 Campania, Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)-(di Pietro Rossi) Il nuovo Progetto di “Innovazione Recapito Postale” dell’Ente Poste Italiane sta destando negli amministratori e nei cittadini dell’alto casertano forti preoccupazioni e perplessità per via della soppressione di ben 41 recapiti postali nella provincia di Caserta. Il Progetto prevede la soppressione nella zona dell’alto casertano di: Ailano, Alvignano, Baia Latina, Castel Campagnano, Castello Matese, Ciorlano, Fontegreca, Gallo Matese, Prata Sannita, Raviscanina, S.Gregorio Matese, San Potito Sannitico e Valle Agricola con conseguenti disservizi e disagi per le popolazioni dell’entroterra del Matese. Per capire e comprendere il progetto di riordino occorre confrontare il ” vecchio ” ed il ” nuovo ” modello organizzativo. La fonte del vecchio modello organizzativo è rappresentata dal Codice e dal Regolamento Postale ( che erano leggi dello stato ) che delegavano le prestazioni “universali “, compresa la distribuzione della corrispondenza e pacchi non recapitati, agli uffici postali dei comuni e quartieri dei capoluoghi (quelli in cui l’utente si reca per le raccomandate, i pacchi, i conti correnti ecc.). La fonte del nuovo modello organizzativo, invece, è rappresenta ta dalle Condizioni di Servizio ( regole stabilite nel 2001 dalla società con il controllo del Ministro onorevole Salvatore Cardinale ) le quali dispongono che il servizio universale, compresa la distribuzione della corrispondenza non recapitata, sarà garantito dagli ” uffici di distribuzione “. In questo modo è stato stravolto il ” concetto di servizio universale ” sconvolgendone l’ ” attuazione Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)-È partita, nel contesto della legge 328/00, Piano di Zona triennale 2007-09, la procedura ad evidenza pubblica finalizzata alla costituzione di un elenco/albo di operatori socio-assistenziali ed educatori professionali. Questo il bando: Il Responsabile del Settore Servizi Sociali, Culturali e Demografici del Comune di Piedimonte Matese, quale Comune Capofila dell’Ambito Territoriale C6; visto il Piano di Zona Triennale 2007-09, approvato dalla Regione Campania, ed il relativo Accordo di Programma sottoscritto dai Comuni dell’Ambito; considerato che il Coordinamento Istituzionale ha deciso nella seduta del 24 luglio 2008 di prevedere la costituzione di un apposito elenco/albo di operatori socio-assistenziali e di un apposito elenco/albo di educatori professionali, finalizzato ad individuare gli operatori necessari all’attuazione dei servizi di assistenza scolastica e di tutoraggio educativo programmati nel Piano di Zona Sociale Continua a leggere

Castel Campagnano(Ce)- Esposizione di auto storiche del club “Alfetta GTV” sabato 14 giugno a Castel Campagnano. L’evento si svolgerà in via XIV Ottobre presso la Villa comunale dalle ore 16 alle 19. L’iniziativa porta la firma del Club “Alfetta GTV” confederato ASI, con sede a Foligno, in provincia di Perugia, presieduto da Paolo Esposito. Socio organizzatore è l’avvocato Giovanni Bencivenga, mentre il coodinamento è affidato a Pasquale Della Peruta. L’evento beneficerà dell’ospitalità di Antonio Donato che per l’occasione Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 188 follower