Caserta, 14 giugno 2008( di Giuseppe Messina, nella foto, autore Andrea Pioltini)  Lettera aperta al sottosegretario dr. Guido Bertolaso E p.c. Alla Stampa Illustrissimo signor sottosegretario, ancora una volta lei è stato chiamato dal governo, questa volta dal centro destra, per tentare di affrontare quella che viene chiamata “emergenza rifiuti” in Campania. Lei ben conosce le mie posizioni e quelli di tanti come me che si battono per la legalità prima di tutto, la trasparenza e la verità, nel segno del bene comune. Con Lo Uttaro lei è stato indotto ad errore e la sua scelta è stata dettata da una serie di documenti falsi, dichiarazioni false e nascondendole la verità dei fatti. Sempre Continua a leggere

Pubblicità

SAN NICOLA LA STRADA (Ce)- (di Nunzio De Pinto) In Campania è stato istituito, in capo al Procuratore Capo di Napoli Giandomenico LEPORE, un ufficio giudiziario a competenza regionale, limitatamente alla sola Campania, proprio per i problemi legati all’emergenza rifiuti. L’ANM (Associazione Nazionale Magistrati) non ci sta e contrattacca. Ma, secondo Roberto Castelli, Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, già Ministro della Giustizia, “La vicenda di Napoli è ancora oscura ed è prematuro dare giudizi. Tuttavia c’è il timore che dietro questa vicenda vi possa essere un “avviso” a chi si dà troppo da fare per risolvere una volta per tutte il problema dei rifiuti campani non è da escludersi. Bene ha fatto il governo” – secondo Castelli – “ad accentrare nel Procuratore di Napoli tutti i poteri, prefigurando proprio azioni di disturbo da parte di qualche pm troppo zelante Continua a leggere

Caserta– ( di Antonio Roano) Ieri mattina, durante un giro a Caserta per impegni personali, ho approfittato dell’occasione per tastare il polso ai casertani sull’emergenza rifiuti. La risposta che la maggior parte di essi mi ha dato sulla decisione del governo di individuare ancora una volta la zona Lo Uttaro per lo sversamento dei rifiuti è stata “mica la “monnezza” può stare per strada, da qualche parte la dovranno mettere”. Ho capito quindi che il modo di vedere la vicenda rifiuti si intreccia fortemente con le altre emergenze che esistono nel nostro Paese, da quella dell’immigrazione clandestina a quella del lavoro precario, dalla criminalità ordinaria all’emergenza climatica, dall’affollamento delle carceri all’abusivismo edilizio, dall’evasione fiscale al rientro di capitali dall’estero. Per ognuna di queste situazioni il bombardamento mediatico effettuato dalle TV e dai giornali in mano ai grandi poteri economici, ha avuto lo scopo di creare un clima di forte preoccupazione, quasi di panico. Tale stato mentale offusca le normali capacità cognitive Continua a leggere

Caserta– (On. Riccardo Ventre ) “Egregio Sottosegretario, apprezzo la sua richiesta di collaborazione a tutti e, accogliendo l’invito, mi permetto fornirle qualche suggerimento che raccolgo dalla gente comune e dagli amministratori. Le misure adottate dal Governo sono state apprezzate da tutti, il più delle volte anche dagli avversari, in Italia e ancor più all’estero. La cosa che invece sembra vanificare siffatte scelte normative giuste ed idonee è l’individuazione di siti per le discariche a ridosso, nella quasi totalità delle volte, dei centri urbani. La gente non riesce a capire, e francamente nemmeno io, perché in un territorio così vasto, come quello campano, e morfologicamente diversificato, i rifiuti debbano essere sversati nei pressi di ospedali, di scuole, di case abitate. Se si pensa poi ai tempi tecnici necessari per la messa a sistema dell’intero ciclo dello smaltimento dei rifiuti, ancor più si percepisce come negative le scelte anzidette Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce)-(di Nunzio De Pinto) Sull’emergenza rifiuti, che da quattordici anni ha ammorbato i milioni di cittadini campani che non ne possono più, la Chiesa, o per meglio dire i prelati, hanno sempre avuto atteggiamenti divergenti. Ma, per quanto riguarda la provincia di Caserta, l’atteggiamento del Vescovo di Caserta, Monsignor Raffaele NOGARO (nella foto, autore Andrea Pioltini fotoreporter. Le foto in quest’articolo sono tratte dalla manifestazione e messa contro discarica Lo Uttaro con la presenza del Vescovo Nogaro sul luogo della discarica maledetta adiacente alla cava Mastroianni-alias Uttaro 2- in località Torrione), è sempre stato univoco: NO alla discarica Lo Uttaro e profonda vicinanza alle popolazioni interessate dal “Mostro“, come ebbe a intitolare una canzone contro la Uttaro(leggi), la famosa cantautrice della Pace, Agnese Ginocchio. Tutti ricorderanno la polemica che nacque con Monsignor Betori della Chiesa Romana, ma Nogaro non cambiò idea ed è sempre stato vicino al “suo gregge”. Continua a leggere