Sessa Aurunca(Ce)- Campania Infelix. (di Carmen Corrado) La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha aperto un’inchiesta. Tra gli indagati Marco Iorio, responsabile della disattivazione della centrale nucleare del Garigliano. Un fisico nucleare del Centro interforze studi applicazioni militari di Pisa, un fisico della Federico II di Napoli e i sommozzatori della Finanza hanno effettuato prelievi nelle acque del fiume Garigliano, che per legge dovrebbe essere tenuto sotto costante osservazione, ma i controlli che Arpa Campania dovrebbe fare ogni 6 mesi, non vengono effettuati da 7 anni. La centrale, situata sull’ansa del fiume, venne fermata in seguito ad un’esondazione avvenuta nel (altro…)

SESSA AURUNCA(CE)-  Pubblichiamo la lettera aperta di Tommasina Casale affermata giornalista casertana inviata al presidente della Piovincia Domenico ZINZI. In  questa missiva la Casale ancor prima di esprimersi come giornalista si rivolge al presidente Zinzi in qualità di cittadina figlia di questa terra colpita dal mostro “Inquinamento” provocato dalla Centrale dismessa del Garigliano, che ancora oggi continua a seminare e a    mietere  in maniera smisurata morti per patologie tumorali

Presidente Zinzi, (altro…)

SESSA AURUNCA(Ce) – (di Nunzio De Pinto) Anche a seguito dell’ ultimo “ incidente ” dei giorni scorsi in Francia, la Segreteria Regionale della Confederazione Cisas per la Campania, con una nota del suo Responsabile, Mario De Florio, ha rimesso la seguente nota al Ministro Continua a leggere

ASSOCIAZIONE “RIVIERA DOMITIA”. CASTEL VOLTURNO – CELLOLE – MONDRAGONE – SESSA AURUNCA VOLONTARIATO – Decreto Regionale della Campania N° 1/2010
Tutela e rilancio del territorio

Castel Volturno 04/04/2011-Sala Consiliare del Comune- Preparativi di protesta per il 01-12-2009 a Roma e per il 10-12-2009 a Napoli-

Sessa Aurunca – Sala dei quadri – 09/03/2010 – CONVEGNO per protesta contro la Centrale Nucleare e la creazione di un deposito di scorie nucleari –

CONTINUA la LOTTA ALL’INQUINAMENTO della RIVIERA DOMITIA
Il Presidente della RIVIERA DOMITIA Vincenzo BUFFARDI con orgoglio comunica le due estreme realtà del territorio a confronto, RIVIERA DOMITIA SUD e RIVIERA DOMITIA NORD, con un unico problema, quello di difendere il territorio domizio dall’inquinamento dovuto all’incuria e alla negligenza degli uomini e delle Istituzioni che arrivano sempre tardi, ma per fortuna arrivano quando meno te l’aspetti, forse, perché la volontà e la determinazione di persone per bene che rappresentano le istituzioni unite alle vere Associazioni NO-PROFIT, riescono insieme, sempre a prevalere sul male, quel male che distrugge lentamente e, se non si riesce ad estirpalo in tempo diventa mortale, come lo era diventato per la RIVIERA DOMITIA.
La nostra lotta non si ferma qui, continua imperterritta, perché anche se ultimamente presso la sala consiliare di Castel Volturno è stato reso pubblico dal Sindaco Antonio SCALZONE Continua a leggere

Roberto Civitella referente per l’Alto e Medio Casertano dell’Associazione di Protezione Ambientale FARE VERDE è intervenuto sulla necessità di sostenere i Referendum per fermare la privatizzazione dell’acqua e stoppare la corsa al Nucleare e che si terranno il prossimo 12 giugno. “Lancio un appello alla cittadinanza, alle associazioni ed a tutte le forze politiche affinché sostengano i tre quesiti a favore del mantenimento della gestione pubblica del servizio idrico e contro il ritorno al nucleare in Italia: se andrà a votare meno del 50% degli elettori, i quesiti non sarebbero validi” ci dice Civitella. “Chiedo il massimo sostegno ai referendum contro la privatizzazione dell’acqua la cui gestione deve restare pubblica – spiega Civitella – in quanto, se non dovessero passare i due quesiti, quasi tutte le gestioni acquedottistiche dovranno essere affidate ai privati entro il 31 dicembre 2011 con il gravissimo rischio – avverte il referente di Fare Verde Continua a leggere

Sessa Aurunca(Ce)- L’errore è stato quello di presumere che l’esposizione a radiazioni della popolazione a causa della piccola quantità di fallout da esperimenti con armi nucleari o conseguente al funzionamento dei reattori nucleari non avrebbe alcun effetto negativo sulla salute umana….Ciò che non è stato compreso è che gli elementi radioattivi creati nella fissione di uranio, non hanno prodotto soltanto un piccolo aumento della quantità ricevuta dall’esterno come dose naturale di fondo. Invece, le particelle e i gas prodotti nel processo di fissione e rilasciati nell’ambiente provocano danni da radiazioni di gran lunga maggiori di quelli provocati dai raggi X usati a scopo diagnostico da o raggi-gamma delle fonti di fondo, poiché i prodotti radioattivi di fissione e gli ossidi di uranio sono inalati e ingeriti con il latte, l’acqua potabile e il resto della dieta, concentrandosi in organi critici del corpo. Così, lo iodio-131 “cerca” la tiroide e danneggia la produzione di ormoni della crescita e favorisce il cancro della tiroide; lo stronzio-90 si concentra nelle ossa dove “irradia” il midollo ematopoietico, provocando la leucemia (a partenza dalle cellule poco differenziate), nonché danni ai globuli bianchi del sistema immunitario che combattono le cellule tumorali e i batteri; Continua a leggere

LISTA INCIDENTI NUCLEARI (E MISFATTI) in costante aggiornamento L’utilizzo del documento, o di parte di esso, è consentito citando la fonte. DI SEGUITO E’ RIPORTATO UN ELENCO DI INCIDENTI/ESPLOSIONI NUCLEARI, EVENTI CON CAUSE RADIOATTIVE ED ALTRI CORRELATI O CONNESSI. Continua a leggere

Guarda e ascolta le sconvolenti rivelazioni dello storico antinuclearista avv. Tibaldi (in coda il video)

Sessa Aurunca(Ce)- Antonio Ciano, per conto della prima telestreet italiana, nel 2003 intervistò l’avv. Marcantonio Tibaldi (nella foto a dx. Si ringrazia il giornalista Giuseppe Sangiovanni per la gentile concessione) storico leader antinuclearista, fondatore del comitato antinucleare del Garigliano, allora ottantacinquenne. Fu una intervista di Grande richiamo culturale, una intervista denuncia sui danni che aveva provocato la contaminazione nucleare nella zona del Golfo di Gaeta. Continua a leggere

Sessa Aurunca(Ce)- (da red cronac  prov) – No alla riattivazione della centrale nucleare del Garigliano(nella foto: veduta aerea della centrale bomba chimica-mostro ambientale) . Passata la prima esultanza per il no al nucleare, espresso nella Finanziaria di fine anno dalla Regione Campania, ad intervenire nel dibattito è Legambiente che non può non manifestare la propria soddisfazione per la presa di posizione dell’assessore regionale all’Ambiente Walter Ganapini. Continua a leggere

Napoli– Il presidente della VII Commissione regionale permanente Ambiente, Energia, Protezione Civile, Michele Ragosta ha aderito alla costituzione, avvenuta oggi a Napoli, della Sezione campana del Patto Anti- Atomo, l’iniziativa partita da Firenze, lanciata da Fabio Roggiolani, leader dei Verdi toscani, che ha subito trovato adesioni eccellenti come quelle di Dario e Iacopo Fo, Franca Rame, Alberto Asor Rosa, Grazia Francescato, Vittorio Emiliani, Gianni Mattioli. Presieduta da Mario Visone, la sezione campana del Patto Anti-Atomo è pronta a avviare anche nel territorio della regione Campania iniziative tese a sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi e l’inutilità del ricorso all’energia nucleare e la conseguente realizzazione di nuove centrali Continua a leggere

 Il Comune di SS. Cosma e Damiano del sud pontino, chiede di essere coinvolto nelle iniziative adottate nei confronti della centrale nucleare del Garigliano, denominata la Cernobyl italiana. Il delegato alle problematiche della struttura nucleare del Comune sancosmese, Maurizio Scarsella, lancia un appello alla vicina amministrazione di Sessa Aurunca (Ce), competente per territorio, affinché venga investito nelle varie iniziative intraprese. (altro…)