Tracce, oltre la soglia prevista dal regolamenti in caso di incidente nucleare, sono stati trovati nella lingua e nel diaframma di 27 cinghiali del comprensorio alpino della Valsesia. Sono stati analizzati campioni di capi abbattuti nel 2012/2013 e dopo i risultati il ministro della Salute ha attivato i Carabinieri. Legambiente: “Non può essere che ricaduta Chernobyl” (altro…)

Matese- ALLARME NUBE TOSSICA di DIOSSINA in direzione dell’ ALTO CASERTANO e zona Matese. Mobilitiamoci! In queste ore grazie alla complicità del vento che sta spingendo le correnti, sta arrivando  anche da noi la una nube tossica, come il “fungo tossico di Hiroshima” sulle nostre terre dell’alto casertano e del matesino. Ci troviamo a pochi chilometri di distanza dalla città di Bellona e nessuno parla di quello che sta accadendo. Sembra che i nostri amministratori, compreso i candidati alle prossime amministrative,  siano più preoccupati per altro,  come per esempio guadagnare voti e consensi, che tutelare la salute dei cittadini. Da queste pagine, su segnalazione delle Associazioni ambientaliste desideriamo lanciare l’allarme e l’allerta. Quello che sta accadendo in queste ore é lo stesso che anni or sono, precisamente il  26 Aprile 1986 si verificò come per il disastro di Chernobyl. L’ASL Azienda Sanitaria  locale, deve disporre il divieto assoluto di sfalcio di foraggio per uso zootecnico, di raccolta, di commercializzazione e di consumo di frutta e verdura, eventualmente prodotta da colture nella zona, di utilizzo per uso irriguo di acque superficiali derivanti da canali o vasche a cielo aperto, almeno fino a quando non verranno effettuati i dovuti controlli, e pubblicizzati doverosamente, che possano escludere la presenza nell’ aria di polveri sottili, idrocarburi, diossine o altri materiali inquinanti. Pertanto “Invitiamo” gli amministratori distratti della zona dell’ alto Continua a leggere

Il terremoto del 2011 A Roma: La teoria di Bendandi 1/3.(Vedi video 1)

Il terremoto del 2011 A Roma: La teoria di Bendandi 2/3. (vedi video 2)

Il terremoto del 2011 A Roma: La teoria di Bendandi 3/3. (vedi video 3)

Giuliani confermerebbe la teoria di Bendandi: il sisma dell’11 maggio 2011 previsto nel centro Italia da Bendandi

ROMA – Finalmente la Tepco è uscita allo scoperto: le radiazioni causate dalle esplosioni delle centrali nucleari di Fukushima hanno superato il livello di quelle di Chernobyl, a detta degli Continua a leggere

Si  informa che il giorno 4 Aprile 2011 Padre Alex Zanotelli incontrerà gli studenti e terrà una conferenza presso l’ Aula Magna della Scuola Media “G. Vitale” in Piedimonte Matese(Ce) alle ore 15,30. La scuola é sita in via Caso n° 1 * Info: Tel./FAX: 0823/911157 – 0823/786563. E’ una grossa opportunità per ascoltare uno dei più grandi Testimoni di Pace e di Giustizia del nostro tempo. Di seguito si riporta l’ultimo intervento del padre missionario comboniano sul Referendum del 12 Giugno, per il quale invita il popolo italiano ad esprimere  “4 SI” per la VITA e per il SOLE!

Piedimonte Matese(Ce)- (Di Alex Zanotelli) – UN SI’ PER IL SOLE. La tragedia nucleare di Fukushima in Giappone sta obbligando anche i più convinti nuclearisti del calibro di Rubbia a riflettere. Un ripensamento che ,purtroppo, nasce da una tragedia! Se non ci fosse stato il disastro nucleare giapponese, il nostro paese non avrebbe forse accettato il rilancio del nucleare proposto dal governo Berlusconi? Ma quand’è che noi italiani ci accorgeremo che sono i potentati economico- finanziari a decidere e non i politici? Il No al nucleare civile nasce da precise ragioni maturate in questo trentennio. La prima ragione è proprio quella derivante da ‘incidenti’ agli impianti nucleari( avarie, terremoti, tsunami,o per attacchi terroristici). Dal primo incidente nucleare avvenuto proprio negli USA a Three Mile Island (Pensylvania) nel 1979, alla tragedia di Chernobyl(1986) fino al disastro nucleare di Fukushima(2011). Solo ora conosciamo quanto sia stato devastante Chernobyl per la salute di centinaia di migliaia di persone. Un rapporto dei Verdi a Bruxelles asserisce che sono morti per cancro dai trenta ai sessanta mila. Solo fra qualche anno, sapremo il disastro provocato dall’ incidente nucleare di Fukushima: Continua a leggere

Italia- Il governo italiano ha deciso di installare 4 bombe sporche sul proprio territorio. Chiamate EPR ognuna di queste costosissime bombe sporche di “quarta generazione” dopo due anni di funzionamento conterrà per tonnellata di combustibile 6 volte più prodotti di fissione che ne conteneva la centrale di Chernobyl il giorno dell’incidente. Una catastrofe ad una di queste centrali EPR significherebbe la contaminazione eterna della metà del territorio nazionale. L’Italia diventerebbe per gran parte una vasta ed inabitabile zona proibita. Continua a leggere