CASERTA –(di Nunzio DE PINTO)  Il fronte delle adesioni allo sciopero del prossimo 6 settembre indetto per protestare contro la manovra finanziaria, giudicata iniqua e contro i lavoratori ed i pensionati, si arricchisce di un altro sindacato: la Confederazione Cisas di Caserta. “Poiché la manovra economica del Governo” – si legge in una nota stampa diffusa dalla Cisas – “colpisce solo i lavoratori dipendenti ed i veri pensionati, non gli evasori od altre categorie, la Confederazione Cisas darà la sua adesione a tutte le manifestazioni che siterranno sull’argomento ed invita le varie istituzioni ed i parlamentari della provincia di Caserta ad essere coerenti con gli impegni elettorali assunti”. La Cisas invita il Governo a distribuire meglio i sacrifici sugli italiani incentivando i provvedimenti contro il lavoro nero o sommerso, di cui si parla solamente mentre nulla si fa in materia. Non a caso è stato ridotto anche il numero degli ispettori del lavoro e dei vari Enti Previdenziali (Inps, Inail, ecc.) e delle stesse Asl, anche se Continua a leggere

Pubblicità