SAN NICOLA LA STRADA(Ce)- (di Nunzio De Pinto)  Alla luce delle notizie apparse negli ultimi giorni sulla stampa, le associazioni: Com.E.R. – OsservAzione Città di Caserta – Legambiente Circolo di Caserta hanno fatto sapere che “…. non possiamo che ribadire con forza il nostro NO incondizionato alla sciagurata ipotesi di una apertura del sito di stoccaggio di rifiuti pericolosi (altro…)

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – (di Nunzio De Pinto) La notizia del ritiro della delibera con la quale il Comune di Caserta voleva costruire un digestore anaerobico nell’are dell’ex macello comunale, dove si trova in pratica la discarica Lo Uttaro, ha (altro…)

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – (Di Nunzio De Pinto) Discarica Lo Uttaro di Caserta: ha preso avvio lunedì scorso, 10 ottobre, presso la Prima Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, retta dal Presidente di Sezione dottor Giampaolo Gugliemo, la prima udienza del procedimento penale a carico di Antonio Limatola più altri cinque imputati, accusati del reato di “disastro ambientale” ed altri reati di non minore importanza. Ebbene, nel corso della prima udienza il Giudice Giampaolo Guglielmo ha ammesso la costituzione di parte civile di sei associazioni ambientaliste, fra cui il ComEr di San Nicola La Strada, difeso dall’avvocato penalista Mario Mangazzo di Caserta, e la sezione casertana di Legambiente. È un successo di grande spessore Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce)– (Di Nunzio De Pinto) Anche Pasquale Delli Paoli ricorrerà al Tar Campania per ottenere la revoca del decreto della Regione Campania che autorizza la realizzazione e la gestione del sito di stoccaggio a “Lo Uttaro”, località alla Continua a leggere

S. Nicola La Strada(CE)- Il ComER apprende della morte dell’Avv.Nicola Tiscione. Ci è giunta oggi la triste notizia della morte dell’Avvocato Nicola Tiscione(nella foto),  per noi affettuosamente “Nicola”, ci colpisce e ci rattrista la perdita prematura di un compagno schietto e appassionato nelle sue o meglio “nostre” battaglie, per la difesa della legalità nonché per la difesa di un territorio martoriato già dai tempi in cui “Nicola” è stato Sindaco. Ricordiamo di “Nicola” la sua passione per la difesa del diritto, e l’ambiente, passione che ha visto il suo maggior impegno nel ComEr di cui è stato fervente animatore. Ricorderemo che mai si è sottratto al suo impegno civile specie da quando aveva lasciato la sua appartenenza attiva alla politica di partito. Diamo il Continua a leggere

Caserta – “Con l’approvazione oggi pomeriggio al Senato dell’emendamento che elimina Cava Mastroianni a Lo Uttaro dai siti di discarica del decreto 90/2008 la città di Caserta inizia, seppur parzialmente e con enorme ritardo, a riappropriarsi Continua a leggere

Caserta –  A proposito della discarica casertana a Lo Uttaro, un ben verificato disastro ambientale che ancora incombe su 200 mila abitanti di Caserta e dei comuni circostanti, il quotidiano La Repubblica di mercoledì 5 gennaio 2011 si è sbagliato, come si sbagliano i nostri decisori politici. Al contrario di quel che ha scritto la Repubblica  Lo Uttaro non può e non deve “rappresentare l’alternativa per compensare il tracollo che seguirà alla chiusura delle Continua a leggere

Caserta– (Giovanna Maietta Comitato Cittadini Casertani ambiente) Il pericolo che la nostra gente corre con l’apertura della cava Mastroianni a discarica non interessa al consiglio comunale di Caserta, con buona pace di qualcuno, nel refrigerante deserto dall’aula consiliare Lo Uttaro 2 non è all’attenzione dei nostri amministratori che pur parlandone privatamente in nome del solito sdoppiamento dei ruoli preferiscono defilarsi e non esprimersi su un problema così grave. Un consiglio comunale che sfugge al proprio ruolo di amministrare la città e di influenzarne le sorti alle quali tutta la classe politica dirigenziale l’ha condannata Continua a leggere

S.Maria Capua Vetere(Ce)-   Venerdì 30 maggio 2008, alle ore 9.30, a Santa Maria Capua Vetere presso la Facoltà di Giurisprudenza della Seconda Università degli studi di Napoli si svolgerà un incontro-dibattito su “Unione Europea ed emergenza rifiuti in Campania“, organizzato dalle cattedre di Diritto regionale e di Diritto dell’ambiente della SUN nonché dalla Sezione del Movimento Federalista Europeo di Caserta. La Commissione europea ha denunciato «l’inadeguatezza degli impianti regionali per lo smaltimento dei rifiuti che presentano grossi rischi per la salute e per l’ambiente, costituendo così una patente violazione della normativa Ue sui rifiuti». Della questione sarà investita la Corte di Giustizia delle Comunità europee. Il dibattito moderato dal prof. Andrea Patroni Griffi vedrà l’introduzione ai lavori dei Presidi Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA (Ce)- ( di Nunzio De Pinto) “Bertolaso 2, la vendetta“. Potrebbe essere lo spot pubblicitario per il lancio cinematografico di un film d’azione del tipo “RAMBO” o “ROCKY”, purtroppo è molto peggio. Mentre nei sequel di Silvester Stallone il lieto fine era assicurato, nel ritorno del dottore (Ippocrate si rivolterebbe nella tomba vedendo come il dottore ha tradito il giuramento fatto di salvare la vita umana) non esiste alcun lieto fine, anzi tutti i cittadini della conurbazione casertana debbono rassegnarsi ad assistere ad un forte aumento della mortalità tumorale solo perché il dottore Bertolaso ha deciso così. Dopo l’apertura della Uttaro (poi chiusa dalla magistratura per evidente contaminazione dell’ambiente da veleni della peggiore specie), il dottore ha deciso che i 200.000 residenti della conurbazione casertana andavano puniti perché si erano permessi di contestare le sue direttive quando era commissario straordinario dei rifiuti Continua a leggere

“ALLARME ROSSO FERMATE IL MOSTRO” Bertolaso in città per dare il via all´apertura dei primi siti. Tra questi ampliamento de Lo Uttaro fino alla Cava Mastroianni

Napoli– (di Conchita Sannino) La via della salvezza, secondo Berlusconi e Bertolaso, passerà per le cave. Il pugno duro, o la nuova storia, si scriverà probabilmente a partire da Chiaiano: simbolica riaffermazione «di uno Stato che non può più arretrare di fronte ai no e alle proteste». Si raddoppierà su Terzigno, sempre con due cave, attraversando poi anche i siti del casertano e del salernitano. Sembra infatti questo il comune denominatore della strategia che sorregge, in gran parte, la scelta dei siti in cui individuare le altre 5 (forse 6) discariche annunciate dal premier a Napoli Continua a leggere

CASERTA -( di Nunzio De Pinto) Quando si parla dei dissidenti rispetto alla politica ambientale dell’amministrazione locale si deve fare i conti  a Caserta con un vero e proprio movimento popolare, svincolato da schematismi politici di sorta. “Su questo versante” – ha affermato Pasquale Costagliola ( nella foto a dx, insieme a Lorenzo Tessitore del ComEr), Presidente dell’associazione Terra Nostra – “a volte piovono accuse di integralismo e rivendicazionismo astratto ma la gente può oramai vedere dov’è l’avventurismo, l’improvvisazione, il nichilismo, il nullismo. Nelle stanze del potere non c’è trasparenza, non c’è serietà ma soprattutto non c’è logica. Si è alla frutta per quanto riguarda ogni questione” – aggiunge l’esponente ambientalista – “ma, soprattutto, per l’emergenza ambientale la catastrofe è incombente. Le soluzioni prospettate dalla classe politica assumono la caratteristica della farsa. La montagna ha partorito il classico topolino. Continua a leggere

 SAN NICOLA LA STRADA (Ce)- “In alcun modo è tollerabile anche solo l’ipotesi di riutilizzare la discarica Lo Uttaro“.(Le foto del servizio, si riferiscono alla manifestazione di protestacontro la riapertura della discarica Lo Uttaro,  del Comer svoltasi in data 13 febbraio davanti alla sede del comune di Caserta.Autore Andrea Pioltini fotoreporter. Clicacare sopra per ingradire). Inizia così il testo del comunicato stampa del Comitato per l’emergenza Rifiuti. (Foto 1: Lo striscione sul quale si legge lo slogan “Fermate il Mostro” tratto dalla canzone di protesta ambientalista della cantautrice pacifista Agnese Ginocchio. Fra i membri del comitato si notano: Giovanna Maietta, Pasquale Costagliola, Stefano Angelone etc..) Ben due provvedimenti di chiusura arrivati contemporaneamente il 6 novembre 2007 da parte del Tribunale civile di Napoli e del giudice Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Continua a leggere